martedì 19 novembre 2013

Sentiero natura nel parco nazionale della dolomiti bellunesi: il lago della Stua in Val Canzoi

Una delle escursioni più conosciute nel parco nazionale delle dolomiti bellunesi è il sentiero natura in Val Canzoi, vicino al lago della Stua. Abbiamo effettuato questa escursione in Val Canzoi il primo novembre, e devo dire che è stata l'escursione peggiore di tutto la stagione "estiva": sarà stato forse il tempo incerto oppure l'ora solare che ha limitato la lunghezza dell'escurione, alla fine questa uscita non mi è piaciuta per niente.
Vediamo però le cose con ordine:
La durata dell'escursione è di sole tre ore,  già per questo motivo partiamo abbastanza  tardi da casa, verso le 10.30. Una volta percorsa la Val Canzoi parcheggiamo la macchina nei pressi del bar ristorante Boz (da non confodere con il rifugio) e iniziamo la nostra escursione seguendo la strada asfaltata che conduce in salita alla diga del lago della Stua.



sentiero natura val canzoi lago della stua

Al nostro arrivo al belvedere sul lago troviamo la prima brutta sorpresa della giornata: il lago è senza acqua!! Probabilmente sarà stata usata per qualche  motivo dalla centrale, sta di fatto che il panorama che abbiamo davanti ai nostri occhi è qualcosa di desolante:

sentiero natura val canzoi lago della stua
la foto non rende l'idea di quanta poca acqua ci sia

sentiero natura val canzoi lago della stua


Dalla diga prendiamo il sentiero che sale per il bosco seguendo le indicazioni per malga Alvis e rifugio Boz, costeggiamo due case recentemente rinnovate e arriviamo al primo bivio mal segnalato: qui bisogna abbandonare il sentiero che porta al rifugio Boz e girare a destra in un sentiero senza indicazioni. Già da qui capiamo che la segnaletica non è il forte di questo sentiero natura in Val Canzoi :((

sentiero natura val canzoi lago della stua

sentiero natura val canzoi lago della stua

sentiero natura val canzoi lago della stua
a questo bivio bisogna girare a destra su sentiero non segnalato

Scendiamo attraverso dei piccoli tornati fino al  torrente che dà vita al lago della Stua e lo  superiamo con un caratteristico ponticello. Anche qui troviamo un bivio senza segnaletica e il nostro istinto ci consiglia di girare a destra e seguire il torrente, visto che lo scopo della gita è quello di fare il giro del lago della Stua.

sentiero natura val canzoi lago della stua

sentiero natura val canzoi lago della stua
foliage

sentiero natura val canzoi lago della stua
qui a destra!



Continuiamo per un centinaio di metri e troviamo un'altra deviazione: lasciamo a sinistra il sentiero che conduce ai Pieni Eterni (bella escursione da fare il prossimo anno) e andiamo dritti seguendo il sentiero n. 806,  ancora per una decina di metri, dove troviamo alla nostra sinistra una stradina che sale ripidamente nel bosco. Per fortuna qui c'è un cartello che indica il sentiero natura ma non è ben visibile dato che è posizionato per gli escursionisti che arrivano dalla parte opposta!

sentiero natura val canzoi lago della stua

sentiero natura val canzoi lago della stua
primo cartello con le indicazioni del sentiero natura

sentiero natura val canzoi lago della stua


Qui iniziamo a salire di quota, costeggiamo in altura il lago della Stua in un ambiente selvaggio seguendo le indicazioni colore viola, il colore del parco nazionale, presenti sugli alberi e qualche volta anche nella roccia. Passiamo sulla destra una casa invasa dalla vegetazione e da qui iniziamo a scendere fino a quello che doveva essere la riva del lago.
Una situazione così  non è cosa di tutti i giorni, ne approfittiamo per camminare su quello che doveva essere il fondo del lago fino ad arrivare alla poca acqua presente: questo è stata la parte più bella dell'escursione!

sentiero natura val canzoi lago della stua

sentiero natura val canzoi lago della stua

Ritorniamo ai nostri passi e attraversiamo il letto di quello che doveva essere un  torrente di alimentazione del lago e, costeggiando poi la riva opposta, iniziamo a salire fino ad arrivare ai ruderi di una casa situata sopra la diga,  a poche centinaia di metri in linea d'aria dal ristorante Boz. Qui troviamo un altro bivio, questa volta senza neppure il minimo segno di colorazione viola sugli alberi o nelle rocce. Decidiamo allora di prendere il sentiero che scende ripidamente sulla destra a tratti  abbastanza esposto ma  facilitato con delle scale di legno.

sentiero natura val canzoi lago della stua

sentiero natura val canzoi lago della stua

La discesa  continua ripida  fino al torrente dove troviamo un ponticello che conduce al parcheggio dove abbiamo parcheggiato  la macchina questa mattina.
Il sentiero natura però non sarebbe finito qui. Secondo l'itinerario proposto dal parco nazionale delle dolomiti bellunesi, che secondo me ha ben poco di dolomiti, bisogna continuare a costeggiare il torrente per poi risalire dall''altro lato della strada facendo così un anello. Peccato che dopo pochi metri il sentiero finisce in mezzo ai rovi! Probabilmente ci è sfuggito qualche passaggio in una delle tante diramazioni non segnalate, ma non è il caso di tornare indietro :(( Oggi purtroppo è andata così.
Facciamo poi una sosta al bar per un bel dolce ma neppure la crostata di mele è stata all'altezza di quelle assaggiate durante l'estate :((

sentiero natura val canzoi lago della stua

Prediamola con filosofia, non sempre le escursioni possono andare bene, certo è che in quanto a panorami selvaggi e isolati la Val Canzoi può dire tranquillamente la sua.


Vedi anche tutte le mie escursioni in montagna


26 commenti:

  1. Mamma mia, è impattante il lago senza quasi acqua. È terribile se è così a novembre come sarà in agosto? Speriamo che addesso comincia a piovere
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già però penso sia stata la centrale ad utilizzare l'acqua per qualche scopo. quest'estate ne è caduta di acqua :))

      Elimina
  2. Quel non lago è veramente triste.. :)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con il brutto tempo è poi ancora peggio :(

      Elimina
  3. Mi dispiace per la crostata non all'altezza (io al cibo ci tengo sempre molto ù__ù), ma evidentemente si è "stregata" tutta l'escursione.
    In ogni caso, belle foto coi bei colori dell'autunno! Peccato per il lago semi-prosciugato.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già quando inizia male finisce anche male :(

      Elimina
  4. Come invidio il fatto che tu camminando possa vedere queste meraviglie. Io soltanto quelle che ci arrivo in macchina purtroppo. Soffro da sempre di crampi e pur avendo le gambe, spalle ecc. da nuotatrice sport che ho sempre fatto anche a livello aziendale, allo stesso tempo non ho forza nelle ginocchia e quindi è un disastro. Se mi accuccio mi ci vuole la gru per tirarmi su e non perchè pesi ho 65 kg.
    Pazienza..... faccio le passeggiate assieme a te e pazienza per il dolce...era buono lo stesso dopo una camminata si mangia tutto ^___^
    Buona serata ciaooo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh si hai ragione! dopo una camminata si mangia tutto :))

      Elimina
  5. Ciaooo,
    anche se l'escursione non è andata proprio come doveva andare e anche se la torta di mele non era all'altezza, il panorama mi sembra splendido e poi hai scattato delle bellissime foto.
    buona serata ciao ciao

    RispondiElimina
  6. Nonostante tutto direi che hai scattato delle foto meravigliose!! anch'io vado ai mercatini di Natale, a Merano. Non essendoci mai andata sono molto carica... e piano piano li farò tutti!!! ;)
    Buona serata, baci

    RispondiElimina
  7. Che bel posto.. adoro questi colori autunnali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :) si era il periodo giusto per ammirare il foliage

      Elimina
  8. Ci sono stata, ma le mie foto non sono così belle... ma i ricordi sì!
    Un bacione
    The Indian Savage Diary

    RispondiElimina
  9. Fantastici questi scatti, grazie mille per le tue descrizioni dettagliate!!!
    Veronica
    VeronicaMapelliPhotography

    RispondiElimina
  10. Andrea tanti auguroni e buona serata anche a te!! speriamo in un'anno nuovo pieno di viaggi! ;)
    Baci

    RispondiElimina
  11. Ciao Andrea, ti lascio i miei auguri per un buon inizio anno 2014.. Stefania

    RispondiElimina
  12. mi dispiace per questa esperienza poco piacevole :(
    e dire che credevo stessi per descrivere un'escursione fantastica!
    Ma spesso quel che viene tanto decantato risulta poi essere deludente. Ne so qualcosa.
    Pensavo che almeno la torta ti avrebbe tirato su :)
    Ciao Andrea, buona Domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehh no la torta è stata deludente quanto l'escursione :((

      Elimina
  13. Grazie Andrea del tuo dettagliato racconto...Volevo andarci, ma non mi convinceva del tutto (a istinto)Sono arrivata fino al bar 4 pass, ma mi sono fermata lì, una specie di timore non mi ha fatto entrare nel bosco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe spero però che in estate sia meglio :) dalle mie foto sembra un film dell'orrore :((

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...