venerdì 7 novembre 2014

La tradizione di San Martino a Venezia

La tradizione di festeggiare San Martino a Venezia risale a molti secoli fa, iniziando dalla fondazione della chiesa dedicata al Santo nel 1540, e per poi continuare fino ai giorni nostri, diventando una festa molto sentita ed amata dai veneziani.
Per capire bene la tradizione di San Martino a Venezia, bisogna ricordare brevemente la famosa leggenda che viene insegnata a tutti i bambini nelle scuole:


In un giorno di novembre, piovoso e freddo, Martino usciva a cavallo ricoperto con il suo mantello. Lungo la strada vide un povero, seminudo e barcollante dal freddo. Martino non avendo denaro con sé si impietosì e tagliò a metà il suo mantello donandone una parte al povero. Poco dopo smise di piovere e uscì il sole risaldando l'aria come fosse estate. Da qui il nome estate di San Martino, dove ancora oggi vengono ricordate le belle giornate di sole di novembre. Arrivata la notte Martino sognò Gesù con il mantello in mano ringraziandolo per il gesto di compassione.”


la tradizione del dolce di san martino a venezia
il dolce di San Martino in vendita in pasticceria




la tradizione del dolce di san martino a venezia



A Venezia la tradizione del San Martino viene ricordata soprattutto dai ragazzini l'11 novembre girando per le strade della città con una corona di carta in testa, e facendo un gran baccano con pentole e campanacci, contando sulla generosità della gente per ottenere qualche soldo. Anche se ormai questa tradizione sta quasi scomparendo (sostituita da altre feste tipo Halloween), è ancora possibile incontrare bambini con mamme a seguito per le calli di Venezia, così, se per caso vi capita di passare per Venezia in questa data, sappiate che la gente non è pazza :)

Il San Martino non si festeggia solo nelle strade di Venezia ma anche a tavola, o meglio in pasticceria: dolcetti di pasta frolla con la forma di San Martino a cavallo ricoperti di glassa al cioccolato con caramelle e altre decorazioni vengono esposti in vetrina e confezionati per essere portati a casa. Purtroppo i prezzi sono sempre più alti, ma c'è sempre la magra consolazione che già dal giorno dopo vengono venduti quasi a metà prezzo!
Inoltre, negli ultimi decenni, la tradizione del dolce di San Martino si è espansa dal centro storico di Venezia a quasi tutta la provincia, iniziando a “contagiare” i vicini comuni delle province di Padova e Treviso. Che sia l'inizio di una nuova conquista made in Venezia sulle orme dello spritz? Staremo a vedere.

stampo per fare il dolce


Il dolce di San Martino lo si può preparare anche a casa utilizzando uno stampo a forma di cavallo con cavaliere e poi decorandolo a piacere. Al mio primo tentativo mi è uscita una cosa irriconoscibile, poi, ci ho preso mano, e così ogni 11 novembre, mi metto alla prova fornelli e devo ammettere che non viene poi così male!
E da voi si festeggia il San Martino?

ALTRE COSE DA FARE A VENEZIA:

21 commenti:

  1. E' particolare come questa festa, che sostituì cattolicamente la più vicina e pagana Vigilia di Ognissanti, sta per essere soppiantata proprio da Halloween (che è la moderna Vigilia di Ognissanti).
    Da me in Puglia è del tutto scomparsa, mio padre però dice che ai suoi tempi si festeggiava ancora.
    Da me in Abruzzo, invece, è ancora molto sentita e -anche se sempre meno- i ragazzini si travestono e vanno in giro con le zucche intagliate a cantare San Martino e ricevere dolcetti^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhhe vedi molto simile :) speriamo nel tempo queste tradizioni possano resistere

      Elimina
    2. A me piacciono molto, perché sono pagane ma camuffate goffamente dal cristianesimo^^

      Moz-

      Elimina
  2. Che bella tradizione. 11 di novembre è molto per me perche è nata la mia figlia quasi 2 anni fa. Forse, posso fare qualche dolce bello in onore alla festa di Venezia ;) Buon divertimento nel "veranillo de San Martín" come diciamo da noi.
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe allora ti ho dato una bella idea :)) qui invece di dice estate di san martino

      Elimina
  3. non conoscevo questa storia e nemmeno il dolce.
    Dalle mie parti non si festeggia più di tanto questa ricorrenza.
    buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questa storia :-) Interessante!!!

    RispondiElimina
  5. a verona non lo festeggiamo però avendo studiato a venezia conosco bene il dolce!

    RispondiElimina
  6. Quando ero piccola (giusto l'altro giorno) ancora alle elementari siamo andati in giro con pentole vecchie e mestoli a 'batter San Martin'..e a distanza di anni non c'è 11 novembre senza che in casa non si mangi il San Martino...I miei amici che vivono a Milano se lo comprano prima per averlo a Milano:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche da me è una tradizione che non può mancare

      Elimina
  7. Mai sentite le celebrazioni per San Martino, mi piacerebbe essere a Venezia in quel periodo. Ma tu sei un mito, sai fare anche i dolci!

    RispondiElimina
  8. La storia di San Martino la conosco, so anche che in questo periodo, soprattutto nelle campagne, avvenivano i traslochi, ma non conosco feste particolari se non l'usanza di mangiare le caldarroste :)
    Bello lo stampo.
    Buona serata

    RispondiElimina
  9. Love it! Thanks for sharing.


    ** Join Love, Beauty Bloggers on facebook. A place for beauty and fashion bloggers from all over the world to promote their latest posts!


    BEAUTYEDITER.COM

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...