domenica 9 novembre 2014

L'abbazia di Praglia e le città fortificate dei Colli Euganei


Il nostro itinerario alla scoperta dei borghi fortificati dei colli Euganei e dell'abbazia di Praglia inizia di prima mattina da Montagnana, piccolo paese ai margini dei colli, e di grande interesse per la sua cerchia di mura, esempio tra i più belli e meglio conservati in Europa di fortificazione medievale.
Lasciata la macchina nel parcheggio fuori le mura, ci troviamo in poco tempo in un'altra realtà: un'atmosfera tipica medievale, dove 24 torri alte in media 17-19 metri scandiscono il giro di queste possenti mura costruite nel 1360. Tutto il perimetro murario è circondato da un vasto prato lasciato sgombro, che conserva al centro storico l'antico significato del borgo fortificato, separato dalla campagna. 

colli euganei


colli euganei


Entriamo all'interno del paese attraverso la Rocca degli Alberi, che ospita l'ostello della gioventù, con un ponte fortificato e torrione alto 32 metri. La struttura dell'abitato è perfettamente rispettosa dell'impianto vecchio di sette secoli e vanta numerosi edifici degni di visita tra cui il Duomo, dove facciamo una pausa per ammirare l'interno, e la porta Padova o castello di S. Zeno, ridotto dalla Serenissima a deposito di canapa,  poi trasformato in caserma ed ora museo.

colli euganei

colli euganei

Ritorniamo alla macchina percorrendo all'esterno una parte del perimetro delle mura e partiamo in direzione di un'altra  città fortificata dei colli Euganei: Este.
Solo 16 km separano Montagnana da Este, le cui origini risalgono all'età del Ferro ma che solo nel XI secolo divenne signoria di una famiglia che prese il nome di Casa d'Este. Questa famiglia non rimase a lungo a Este; infatti fu scacciata dai padovani nel 1215 e da allora si rifugiò a Ferrara. Storie passate che possiamo immaginare ancora oggi camminando all'interno dell'antico castello ora giardino pubblico dove, con un comodo sentiero, si può raggiungere la sommità del colle con la rocca, e ammirare un bellissimo panorama su tutta Este e la pianura. 

colli euganei

Purtroppo non visitiamo il museo nazionale Atestino, porterebbe via troppo tempo al nostro itinerario, ma ci ripromettiamo di tornarci in una prossima occasione.
Ormai è quasi ora di pranzo, partiamo verso l'ultimo borgo fortificato dei Colli Euganei, Monselice, e ci fermiamo per un veloce pranzo a sacco. L'intenzione era quella di fare un pranzo in uno dei tantissimi agriturismi dei colli ma vista la bella giornata di sole abbiamo alla fine optato per una sosta veloce all'aria aperta.

colli euganei

Monselice è da sempre uno dei miei paesi preferiti qui in Veneto. Dalla piazza principale parte una bellissima passeggiata che sale alla rocca; facciamo sosta per la visita guidata al castello, detto Ca' Marcello, dove all'interno ammiriamo la vasta collezione di armature e con notevoli ambienti interni affrescati. Bisogna fare attenzione agli orari di visita del castello: si entra solo con guida e a certi orari prestabiliti.
Dopo il castello la passeggiata continua verso il santuario delle sette Chiese, una serie di sei cappelle (ebbene si, sono sei no sette) disegnate nel 1605 dallo Scamozzi che accompagnano nella salita verso villa Duodo dove si apre un bellissimo panorama sulla pianura veneta.

colli euganei

colli euganei

Lasciamo Monselice e ci inoltriamo nel cuore dei colli Euganei: il paesaggio è bellissimo, vigneti, antiche ville e castelli fanno da cornice alla strada statale che sale a tornanti offrendo ottime visuali da cartolina. Ci fermiamo ad ammirare il bellissimo ingresso al giardino di villa Barbarigo a Valsanzibio, famoso per i suoi giochi d'acqua e labirinto, e raggiungiamo finalmente l'abbazia di Praglia, situata a pochi chilometri da Abano Terme, in una delle posizioni più isolate e suggestive dei colli Euganei.

colli euganei

L'abbazia di Praglia fu edificata nel secolo XI da un monaco benedettino, e in seguito più volte restaurata o ricostruita fino alla metà del secolo scorso. Il complesso è formato dalla Chiesa dell'Assunta e dal Monastero. 


colli euganei
La chiesa merita una visita sia per l'interesse architettonico sia per gli affreschi del XVI secolo; di grande interesse anche la visita al monastero con un monaco a fare da guida. Si visitano il chiostro pensile, la parte più pittoresca dell'abbazia di Praglia con al centro una vera da pozzo, il chiostro botanico, il chiostro doppio a levante e l'antico refettorio con la vicina biblioteca nella cui parte vecchia, fra qui oltre cinquantamila volumi, si trova buona parte dei libri di Antonio Fogazzaro che qui soggiornò a lungo. 

colli euganei

Prima di recarsi all'abbazia di Praglia è bene controllare gli orari d'ingresso, non è necessaria alcuna prenotazione e basta solo dare un'offerta libera.
Oggi la comunità benedettina è composta da 44 membri che, oltre al quotidiano servizio fraterno, si occupa anche di altre attività come il restauro di libri, l'apicoltura e la coltivazione della vigna, tutti prodotti che si possono acquistare all'interno dell'abbazia.
Finisce qui a Praglia la nostra giornata immersi nella natura e nella storia dei colli Euganei, una zona ricca di fascino in cui è sempre piacevole tornare.

Vedi anche:  my veneto
 



54 commenti:

  1. I miei vanno spesso ad Abano Terme, suggerirò loro questo splendido itinerario fuori dal tempo!
    Bellissimo!!
    Buona domenica!
    L.

    RispondiElimina
  2. Il Duomo assomiglia a qualche altra chiesa analoga che vidi in giro...
    Le mura sono stupende, ma ancora di più lo sono la Porta d'ingresso (maestosa) e il castello Ca' Marcello (pittoresco)

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Un luogo da visitare e se devo essere sincera non sapevo nulla della sua esistenza.
    Mi piace molto soprattutto il chiostro dell'abbazia ;)
    buona domenica

    RispondiElimina
  4. Questo post cade a pennello, parlavo dell'Abbazia di Praglia con mia madre proprio pochi giorni fa! Ci sono stata quand'ero ancora alle scuole medie, in gita con la classe, e mi è rimasta impressa da allora. Davvero un posto meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pure io mancavo da molto tempo nonostante abiti abbastanza vicino :) merita sempre una bella visita!

      Elimina
  5. Che bei posti Andrea, Villa Barbarigo l'ho vista, ma non la ricordo bene, potrei tornare e seguire le tue indicazioni! Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  6. Che bello, sempre posti e foto favolose Andrea!
    Passa a trovarmi VeryFP

    RispondiElimina
  7. Grazie Andrea, mi fai sempre sognare!!!

    RispondiElimina
  8. A parte Monselice non conosco gli altri luoghi molto belli mi piacerebbe andarci chissà.... buona giornata,

    RispondiElimina
  9. hai descritto benissimo un itinerario che conosco a menadito! bravo Andrea!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Andrea !
    Pasagens perfette , bellissime foto , privégio contemplare la natura da vicino .
    Congratulazioni per il vostro bel posto !

    abbracci

    RispondiElimina
  11. grazie per questo post non conoscevo questa abbazia ed ora mi hai messo una gran voglia di andarci!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  12. Oh my God, I'm totally amazed to see these pictures! All are beyond gorgeous....especially the first and the last one. Have a nice day <3

    RispondiElimina
  13. Veramente, merita una visita. Buon Mercoledi!
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
  14. Ma sai caro Andrea che questo bellissimo posto proprio non sapevo neppure che esistesse..
    Deve essere molto suggestivo, buono per li prossimo concerto a Padova o Verona...
    Bacissimo!

    RispondiElimina
  15. che favola
    buon mercoledì
    un abbraccio
    http://tr3ndygirl.com

    RispondiElimina
  16. che posto suggestivo
    www.mrsnoone.it
    kiss

    RispondiElimina
  17. conosco benissimo questi luoghi, ottima descrizione complimenti!

    RispondiElimina
  18. Ciao Andrea ho pubblicato il post con le tue foto dell'India
    http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2014/11/jhinga-tandoori-per-labbecedario.html
    Un abbraccio e grazie di cuore!

    RispondiElimina
  19. Conosciamo molto bene questa zona, sicuramente da scoprire e promuovere!
    Un abbraccio
    Eva e Valentina the anarCHIC

    RispondiElimina
  20. Ciao Andrea, scopro sempre luoghi stupendi con te.. sono stata a Padova diversi anni fa, ma questo non lo ricordavo. Merita un visita... è molto suggestivo. Buona serata a te e grazie Stefania

    RispondiElimina
  21. Ciaoo, ti ho trovato grazie a Carla, volevo farti i complimenti per il tuo blog e le bellissime foto! Mi sono con piacere aggiunta ai tuoi sostenitori, io ho da poco aperto un nuovo blog, se ti va passa da me! Grazieee e a prestoooo
    http://pentoleevecchimerletti.blogspot.it

    RispondiElimina
  22. Conosco benissimo questi luoghi, li adoro e tu non potevi descriverli meglio di così.
    A presto
    Lisa

    RispondiElimina
  23. Ciao Andrea come vedi sono tornata con tante novità. Sempre belli i tuoi post .

    Valentina.

    WWW.ZAGUFASHION.COM
    ZAGU FACEBOOK PAGE
    bloglovin follower

    RispondiElimina
  24. Meravigliosa questa abbazia, non la conoscevo! Da includere sicuramente in un itinerario "al nord" ;-) !

    RispondiElimina
  25. Questo incantevole luogo lo avevo perso tra i tuoi molteplici post... davvero suggestivo :)

    The Lunch Girls

    RispondiElimina
  26. Ciao Andrea! Sto organizzando un giretto in Veneto tra Padova e Vicenza e volevo anche includere una visita a una città fortificata: tra Este, Monselice e Montagnana tu quale consiglieresti?
    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra le tre sicuramente montagnana, la sua cinta muraria è tra le migliori conservate in europa :))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...