sabato 14 aprile 2012

Giappone - Finalmente!

L'idea di una vacanza in Giappone mi era venuta lo scorso gennaio vedendo delle super offerte di alcune compagnie aeree per Tokyo. Avendo un'amica di lunga data in Giappone organizzare un soggiorno nella terra del Sol Levante doveva essere quasi un gioco da ragazzi ma, non appena ho visto la piantina della metropolitana di Tokyo, mi sono reso conto che non era proprio così. Io e la mia amica Yuko ci siamo conosciuti a Londra durante una vacanza studio in famiglia nel lontano 1999 e da allora ci siami mantenuti in contatto via posta poi via email e alla fine via facebook. Alla mia proposta di una visita a casa sua è stata contentissima. Nessuno poteva immaginare che dopo pochi mesi un terremoto seguito da un disastroso tsunami avrebbe colpito il Giappone. Tutto rimandato quindi; ma non a data da definirsi. Durante l'estate sentivo che qualcosa era rimasto in sospeso. Dopo le vacanze di settembre in Costa Azzurra, ricontatto Yuko nuovamente e le comunico la mia intenzione di venire in Giappone. La risposta è stata gentilissima come la prima volta: Welcome Welcome! A questo punto non potevo più tornare indietro. Inizia così la lunga ricerca del volo più economico e del migliore itinerario che potesse includere oltre la visita di Tokyo e di Kyoto, i quattro giorni dove sarei stato ospite a casa della famiglia di Yuko nella zona di Toyama - Kanazawa.

come organizzare un viaggio in giappone



L'itinerario alla fine, dopo vari giorni di studio e di ricerche, è stato il seguente:

24 MARZO: Partenza da Venezia
25 MARZO: Arrivo a Tokyo
26 MARZO: Tokyo
27 MARZO: Tokyo - Takayama - Toyama
treno shinkansen da Tokyo fino a nagoya, poi treno locale fino a Katayama
28 MARZO: Kanazawa
29 MARZO: Shirakawa Go
30 MARZO: Toyama - Kyoto
treno locale da Toyama a Kyoto
31 MARZO: Kyoto
01 APRILE: Kyoto
02 APRILE: Kyoto - Tokyo
treno shikansen da Kyoto a Tokyo
03 APRILE: Tokyo - aeroporto Narita


VOLO
La scela del volo è ricaduta su Austrian Airlines. Il volo andata e ritorno da Venezia via Vienna l'ho acquistato a € 650,00. C'erano tariffe migliori tra cui Alitalia a € 480,00 di cui non ho fatto a tempo a prenotare e Emirates il cui arrivo a Tokyo era previsto in tarda serata cosa che non mi andava molto bene.


ALLOGGIO:
Per la prenotazione degli hotels a Tokyo e a Kyoto mi sono affidato a Booking.com e a Expedia. Le tariffe degli hotel in Giappone possono essere molto care ma con pazienza e fortuna si riescono a trovare sistemazioni a tariffe scontate.
Avevo prenotato l'hotel per i primi due giorni in zona Shinjuku pensando erroneamente che, essendo Shijunku la stazione più grande, tutti i treni partissero da li. Niente di più sbagliato. A dieci giorni della partenza mi accorgo che i Shinkansen partono tutti da Tokyo Station e quindi, per evitare di alzarmi prestissimo (il treno per Takayama è alle 8) cancello la prenotazione e prenoto l'hotel Nishitetsu Inn Nihonbashi (facile da pronunciare) un tre stelle a venti minuti a piedi dalla stazione.
A differenza dell'Italia le zone vicino alle stazioni ferroviarie sono molto sicure, durante i dieci giorni di soggiorno non c'è stata nessuna situazione di pericolo o di criminalità (parole quasi sconosciute in Giappone), anzi, il popolo giapponese è di una cordialità e gentilezza disarmante che al ritorno in patria ti fa pensare   quanta maleducazione c'è dalle nostre parti. 
A Kyoto invece ho soggiornato tre notti presso l'hotel Vista Kyoto Hachijohguch, un tre stelle situato proprio di fronte la stazione; mentre per l'ultima notte a Tokyo ho prenotato l'hotel Washington di Shinjuku (uno dei più gettonati nei vari siti di prenotazioni online) vicino al Tokyo Metropolitan Government, anche questo a soli 10 minuti a piedi dalla stazione.


TRASPORTI:
Adesso iniziano la note dolenti. Gli spostamenti! Si perchè mentre se per gli hotel è abbastanza facile trovare una sistemazione economica, per quanto riguarda il treno le tariffe sono piuttosto alte, a partire dallo speciale japan rail pass, valido solo se acquistato all'estero prima della partenza e il cui costo è di circa € 430.00 per 14 giorni!! Per evitare di acquistare questo speciale abbonamento ho studiato tutte le possibilità, tra cui la somma delle singole tratte che alla fine risultavano più care dell'abbonamento stesso e a spostamenti in autobus che per i miei 10 giorni non era assolutamente consigliabile per questione di tempo. Alla fine mi sono arreso e ho acquistato online l'abbonamento sul sito francese japan rail pass e l'ho ricevuto a casa dopo un giorno dall'acquisto via corriere. Quando si dice tempestività! Quello che si riceve comunque è un voucher che va sostituito con l'abbonamento vero e proprio una volta arrivati in Giappone presso gli uffici JR. Il JR pass include anche il treno che collega l'aeroporto di Tokyo al centro città, il Narita Express, ho cambiato quindi in aeroporto il voucher e dal quel momento in poi è stata calcolata la validità dei 14 giorni.
Oltre al Narita Express il JR pass include quasi tutti i treni della compagnia JR inclusi i famosi treni proiettile "Shinkansen" (escluso il Nozomi) e la linea Yamanote di Tokyo. Per spostarmi a Tokyo ho fatto affidamento alla Yamanote line, non ho acquistato nessuna tessera giornaliera di metro o bus dato che questo treno della linea JR percorre un tragitto circolare e tocca tutti i maggiori luoghi turistici.

Per  le piantine e mappe varie ho fatto richiesta con qualche mese in anticipo all'ente per il turismo giapponese a Parigi direttamente nel loro sito: http://www.tourisme-japon.fr/.  Dopo qualche settimana le ho ricevute direttamente a casa. Il problema delle città come Tokyo e Kyoto è che nella maggior parte delle  strade non è indicato il nome della via, quindi all'inizio può risultare un po' problematico ad orientarsi. Un po' impaurito per questa cosa, prima di partire ho studiato un po' le strade "a memoria" su google map, giusto per ambientarmi un po' e vedere almeno la strada per raggiungere l'hotel il primo giorno. La schermata tipo è la seguente:


come organizzare un viaggio in giappone


A questo punto tutto è pronto. L'aereo per Vienna parte da Venezia alle ore 7.00 del mattino con una sosta di quattro ore prima dell'imbarco per il volo di 12 ore con destinazione Tokyo! 

Vai al primo giorno: Cosa vedere a Tokyo: Harajuku e Shibuya
23 MARZO 2012

6 commenti:

  1. ah però :) carino che non ci sono i nomi delle vie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si un po' traumatico all'inizio ma vale anche qui la regola che domandare è sempre la cosa migliore :))

      Elimina
  2. Ciao! Anche io sono stata in Giappone, a maggio, e l'ho adorato! :)
    Ti lascio il link al mio blog: www.gate309.com
    Un saluto,
    Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! darò un'occhiata sicuramente!

      Elimina
  3. Il Giappone mi attira in modo incredibile....se potessi partirei al volo!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...