Il Veneto è un vero paradiso per le gite fuori porta. Conosco bene la mia regione, è da anni, infatti, che quando arrivano i ponti primaverili, mi viene affidato, dai miei amici, il compito di organizzare la classica gita. E questo ormai da diversi anni.
Con il post di oggi volevo svelarvi le mie migliori gite fuori porta da fare in Veneto con dei brevi itinerari da compiere in giornata e link sugli articoli presenti su questo blog così da poter approfondire di più l'itinerario scelto.

gite fuori porta veneto

Sono il fenomeno del momento dell'inverno sulla neve. Sto parlando della fat bike, bici nata per affrontare percorsi dal terreno cedevole e nevoso. Infatti, queste strane bici sono state ideate per pedalare sulla neve ma anche sulla sabbia, Le caratteristiche principali di una fat bike sono: cerchi larghi almeno 44mm e pneumatici con una sezione minima di 3,7" per arrivare fino a 5", anche se ultimamente ci si avvicina a modelli con ruote da 29 mm da non confondere, però, con una normale MTB.

fat bike millegrobbe trentino alpe cimbra


Un viaggio che comincia in una città (alpina) e si perde poi tra valli e monti innevati prendendo una visione fiabesca.
E' la fiaba tirolese dell'Osttirol, la parte più orientale del Tirolo, situato poco più a nord di San Candido.
E cosa si può fare in inverno sulla neve dell'Osttirol, il Tirolo Orientale? Ve lo svelo con il post di oggi, un itinerario tra le sue principali località, a ritmo slow, nel pieno rispetto dell'ambiente, cominciando con la sua capitale, Lienz:

cosa fare nel tirolo orientale osttirol
paesaggi magici a Kartitsch
Il giro in gongola a Venezia è una delle cose da mettere in preventivo durante una visita alla città lagunare. Prima di parlarvi di prezzi e vari tour, volevo soffermarmi sulla storia e sulla tradizione della gondola a Venezia.
La gondola è il simbolo stesso di Venezia, e se la città lagunare è “unica al mondo”, altrettanto lo è la gondola: unica imbarcazione di ben 11 metri di lunghezza e 600 kg di peso a poter essere manovrata con leggerezza e facilità da una sola persona e con un solo remo. 

giro in gondola venezia prezzi
 
STORIA
Per la sua costruzione sono utilizzati otto diversi tipi di legno: rovere, abete, olmo, noce, cigliegio, tiglio, mogano e larice e sono ben 280 le parti che la compongono. I soli elementi di metallo sono il caratteristico fero (ferro) di prora, e il risso (riccio) di poppa. Il ferro di prora era, in origine, elemento di stabilità longitudinale, per bilanciare il peso del gondoliere. Detto anche rostro o dolfin è il ferro lavorato che orna la prua e la sua forma è il simbolo di Venezia: infatti, la curva superiore è il cappello del doge; l'arco, il ponte di Rialto; i 6 denti davanti rappresentano i 6 sestrieri, i quartieri in cui è divisa la città lagunare; e il dente solitario posteriore è quello della Giudecca, l'ultimo quartiere entrato a far parte della città, perchè all'inizio, l'isola era il confino di chi si opponeva alla Repubblica della Serenissima. La linea sinuosa del rostro, infine, richiama la doppia curvatura a “s” e simula l'andamento del Canal Grande mentre la lunetta, posta sotto uno stilizzato corno ducale, il ponte di Rialto.

giro in gondola venezia prezzi

Fino a pochi decenni fa era posta al centro della gondola una cabina di legno amovibile, detta felze, che serviva da riparo ai passeggeri durante il periodo invernale; oggi è quasi completamente in disuso. La gondola subì molte trasformazioni nel corso dei secoli e quella che vediamo oggi è il risultato delle modifiche e degli adattamenti alle diverse esigenze. 

giro in gondola venezia prezzi
 
PREZZI
Ma vediamo però quali sono i prezzi per un giro in gondola a Venezia. Solitamente si aggirano intorno a 80 € per un giro diurno di 30 minuti, con 40 € in aggiunta per ogni 20 minuti eccedenti, a 100 euro per il giro notturno sempre di 30 minuti, con 50 € in aggiunta per ogni 20 minuti eccedenti e sono prezzi fissati dall’ente gondola che quindi dovrebbero essere rispettati da tutti i gondolieri. Scrivo dovrebbero perchè purtroppo non è proprio così. Anzi, bisogna stare attenti alle tariffe proposte per non cadere a volte in qualche truffa.

OFFERTA GONDOLA PER I LETTORI DEL BLOG
Se nel vostro soggiorno a Venezia avete in programma un giro in gondola, io posso aiutarvi!
Per i lettori del blog è possibile prenotare l'itinerario più classico a prezzi contenuti, passando dalla Basilica della Salute sul Canal Grande fino all'atmosfera intima e suggestiva dei canali minori intorno al Teatro La Fenice: un tour in gondola a € 33,00 per persona
Per i più romantici, invece, c'è la possibilità della Serenata in Gondola, si parte dallo
stazio delle gondole di Santa Maria del Giglio (vicino all'Hotel Gritti),e si sale a bordo della gondola unendosi ad altre imbarcazioni per un giro suggestivo accompagnato da tradizionali melodie in sottofondo. 
Il prezzo per la Gondola Serenade è di € 41,00

Per qualsiasi informazioni e chiarimenti potete inviarmi una mail a andreapizzato76@gmail.com

Organizzazione Tecnica Kompas Tour Operator

ALTRE COSE DA FARE A VENEZIA:

Conoscere il corretto equipaggiamento per il trail running torna utile a coloro che vogliono impegnarsi seriamente in questa attività. Sebbene ci siano alcune similitudini con l’abbigliamento e gli accessori da running, ci sono anche alcune precisazioni importanti da fare quando si pratica trail running.

Il consiglio generale, che dovrebbe guidare tutti coloro che si preparano a praticare trail running, è di avere con sé tutto il necessario, facendo però attenzione a non appesantirsi. Il motivo è che si potrebbe avere difficoltà a portare l’equipaggiamento in sentieri non asfaltati e difficili da percorrere, dunque è inutile avere anche ciò che non serve.

trail running


Un'escursione con le ciaspole tra storia e panorami a 360°. E' stato questo il tema della mia uscita sulle nevi di Passo Coe e Monte Maggio, un piccolo angolo dell'Alpe Cimbra, in Trentino, di particolare suggestione.
Tutta la zona dell'Alpe Cimbra è un vero paradiso per le ciaspole: grandi alpeggi con magnifici boschi che si alternano a pascoli soleggiati, dove la maggior parte delle cime sono raggiungibili senza eccessive difficoltà.
L'escursione che vi racconterò oggi ci conduce alla cima del Monte Maggio, a quota 1850, famosa durante la Grande Guerra per essere stata una delle prima ad essere contesa tra i due eserciti, e anche una delle primissime ad essere spodestata durante la famosa Strafexpedition dell'esercito austroungarico.

ciaspole monte maggio passo coe alpe cimbra
paesaggi a Passo Coe
Vivere una montagna incontaminata ammirando panorami mozzafiato su tre Nazioni. Questo è stato il tema della mia giornata con le ciaspole sul monte Dobratsch, la montagna sopra Villach, primo parco naturale della Carinzia.
Dimenticate piste da sci e apres ski. Qui si viene principalmente per godersi la natura e praticare attività sostenibili nel pieno rispetto dell'ambiente.
Infatti, fino a qualche anno fa, a Dobratsch si poteva sciare, ma con l'innalzamento delle temperature e l'uso dell'innevamento artificiale, si mise in serio pericolo la fragile riserva idrica della montagna (attualmente serve tutta la città di Villach). Si scelse allora di abbracciare una politica ambientale per un turismo lento e sostenibile. E penso che sia stata una scelta perfetta, visto che ora il monte Dobratsch è una delle mete preferite dagli abitanti della zona.

monte dobratsch escursione ciaspole inverno
verso la vetta del Dobratsch