Le Dolomiti sono un vero paradiso per gli amanti delle ciaspole. Quest'inverno, caratterizzato dall'emergenza Covid, le discipline a diretto contatto con la natura più selvaggia hanno preso sempre più piede. 

 

Con il post di oggi vi svelerò i miei 6 itinerari preferiti da fare con le ciaspole sulle Dolomiti. In compagnia delle mie fedelissime Tubbs vi accompagnerò tra le Dolomiti di Brenta di Madonna di Campiglio, passando per la Val di Funes e finendo sulle Dolomiti Bellunesi di Alleghe.

Prima però volevo ricordare che è pericoloso pensare che con le ciaspole si possa andare ovunque. La montagna in inverno non scherza ed è facile mettersi nei guai se non si conoscono bene i luoghi. Sono numerosi però i percorsi segnalati per godersi le Dolomiti in sicurezza. Con l'avvertenza di controllare sempre il meteo e informarsi presso guide alpine e uffici del turismo locali circa eventuali problemi.

Pronti allora a scoprire gli itinerari più belli sulle Dolomiti da fare con le ciaspole? Partiamo!!


itinerari ciaspole dolomiti

Tra le escursioni invernali più panoramiche da fare a Folgaria, sull'Alpe Cimbra - Trentino, troviamo il Monte Cornetto di Folgaria

Questa uscita con le ciaspole permette di superare un dislivello di 900 metri e di raggiungere una delle cime più panoramiche della zona con una vista che spazia dalla Valsugana alla Valle dell'Adige.

Ho effettuato questa escursione durante una bellissima giornata settimanale di sole , perfetta per godere in tutta pace e tranquillità i silenzi del bosco e della montagna.

Punto di partenza di questa escursione invernale sul Cornetto di Folgaria è il grande parcheggio della pizzeria Cheizel a Costa di Folgaria.

Arrivare è stato molto facile e veloce: da Mestre ho preso l'autostrada A4 e A31 fino a Piovene Rocchette e poi ho seguito la Valdastico passando per Carbonare (dove c'è il sentiero dell'Acqua) e sono arrivato poi a Costa di Folgaria. Per chi abita in Veneto si può fare tranquillamente tutto in giornata!

 

monte cornetto di folgaria ciaspole

 
Tutta la zona di Folgaria, Lavarone, Luserna e Vigolana, sull'Alpe Cimbra, è un vero paradiso per gli amanti delle ciaspolate e delle escursioni invernali. Infatti, complice un territorio con dolci pendenze, si possono percorrere molti itinerari senza particolari problemi di dislivelli e pendenze.
Con il post di oggi volevo raccontarvi di 9 escursioni da fare con le ciaspole, o senza, in base alla mia esperienza su questo territorio, un territorio ricco di boschi, storia (Grande Guerra) e punti belvedere tra i più belli del Trentino.
Pronti a scoprire l'Alpe Cimbra a ritmo lento? Partiamo!

itinerari ciaspole camminate invernali folgaria luserna lavarone


La Valle di Ledro, assieme alle località di Riva del Garda e Torbole, sul lago di Garda Trentino, è sempre stata terra di passaggio e facile accesso alle terre trentine.

All'inizio del XX secolo la Valle di Ledro faceva parte dell'impero austroungarico di Francesco Giuseppe I d'Austria, vicinissima, però al Regno d'Italia.

Con il post di oggi non vi racconterò di escursioni da fare tra trincee e postazioni di guerra, ma della storia della popolazione civile che si è trovata in prima linea con lo scoppio della prima guerra mondiale.


LA VALLE ALLA VIGILIA DELL'ESILIO

Questa situazione, infatti, comportava un evidente pericolo per tutta la gente della valle.

A causa di questa pericolosità giunse l’obbligo per gli abitanti di abbandonare le proprie case per una destinazione sconosciuta. La mattina del 22 maggio 1915 la popolazione ledrense trovò davanti alle abitazioni la notifica dell’Imperial Regio Capitano di Riva che ordinava l'immediata evacuazione da effettuarsi in 24 ore.
Gli uomini in età di leva, tra i 21 e i 42 anni, invece, erano già partiti per il fronte nel 1914.

 

profughi trentini prima guerra mondiale boemia valle di ledro
credits Natitrentino
 

I laghi del Veneto sono una delle cose da vedere assolutamente se si è in vacanza in questa regione. Di laghi in Veneto ce ne sono davvero tantissimi, più o meno grandi, e sono la meta di bellissime gite fuori porta da fare in giornata.

 

E quali sono i laghi del Veneto più belli da vedere? Ve lo svelo con il post di oggi , 13 splendidi specchi d'acqua, alcuni molto famosi, altri, invece, piccole gemme di un Veneto segreto tutto da scoprire (ovviamente tutto secondo me).


1. LAGO DI GARDA

Iniziamo con il lago più grande d'Italia, il lago di Garda. Visitarlo in un giorno è praticamente impossibile, vi consiglio di concentrarvi in una o due località, oppure passare un weekend.

Bellissimi i borghi di Malcesine, Bardolino, Lazise e Peschiera del Garda. Potete scoprire cosa si può fare sul lago nella  sezione del blog dedicata al Lago di Garda

 

laghi del veneto
Entrare nel bosco e nelle radure con discrezione: un incontro con la natura unico. Basta mettersi un paio di ciaspole ai piedi. Facile, salutare e poco costoso. Una volta procurate le racchette da neve manca solo di scegliere un bel percorso e si può partire all'avventura. Questo è stato il tema del mio soggiorno "oltre allo sci" a Canazei, in Val di Fassa, qualche giorno a contatto con la neve e la natura più selvaggia, nonostante l'importante vocazione turistica della zona. 
 
 
ciaspole val di fassa
la Val di Fassa in inverno

Il sentiero del Monte Venda, assieme al vicino monastero degli Olivetani, rappresenta una delle escursioni più famose sui Colli Euganei e coniuga il piacere della camminata con storia e natura.

Il punto di partenza di questa escursione è Casa Marina, sede del Parco dei Colli Euganei. Arrivare è abbastanza facile: provenendo da Faedo o da Galzignano Terme si raggiunge Passo Roverello e dai qui si prosegue seguendo le indicazioni per Via Roccolo. Dopo circa 1 km sulla destra si parcheggia nei pressi della chiesetta dedicata a San Giovanni Gualberto patrono dei forestali.

Dal parcheggio inizio la mia escursione in una bellissima domenica di sole di novembre dettata dalle restrizioni contro il Covid19 (vietati gli assembramenti). Per questo motivo parto prestissimo da Mestre cercando di incontrare meno persone possibili lungo il sentiero (questo è uno dei giri più frequentati)

 

sentieri monte venda

 

Uno dei borghi più belli del Veneto lo troviamo nel cuore dei Colli Euganei, in provincia di Padova, ed è Arquà Petrarca.

Arrivare in questo paese è molto facile: dall'uscita autostradale di Abano Terme – Terme Euganee si svolta a sinistra e si prende Strada Battaglia (nei pressi del Castello del Catajo). Passato Battaglia Terme si gira destra e si arriva ai piedi di Arquà, posizionata su una serie di piccole colline.

Potete parcheggiare nei pressi del cimitero dove c'è un grande parcheggio ( a pagamento). Poi, con una breve camminata, si raggiunge Piazza Roma.


Per vedere Arquà Petrarca potete calcolare un paio d'ore: il centro non è grande e può essere preso come punto di partenza per passare una giornata alla scoperta dei Colli Euganei. A fine post vi suggerirò come continuare la giornata.

 

arquà petrarca cosa vedere

Una delle escursioni più belle a tema Grande Guerra è quella che conduce da Passo Fugazze al rifugio Papa lungo la Strada degli Eroi.

Ho avuto modo di effettuarla in una giornata settimanale di novembre in epoca COVID lontano dalle folle del weekend e dell'estate. E devo ammettere che ho fatto davvero bene perchè solo con silenzio e tranquillità si può veramente vivere nel modo giusto queste montagne (in estate c'è più gente che allo stadio).

Ma vediamo le cose con ordine.

La Strada degli Eroi si trova in provincia di Vicenza, nei pressi di Schio e Recoaro Terme - Veneto. Parcheggio la macchina una decina di metri prima del passo delle Fugazze dove si trovava l'antico confine tra il Regno d'Italia e l'impero austroungarico di Francesco Giuseppe. Vicino al parcheggio è ancora presente una riproduzione simbolica della frontiera.

 

strada degli eroi

Quali sono i posti più belli della Lessinia da vedere? 

Con il post di oggi vi presento un angolo "selvaggio" della montagna veneta. Siamo in provincia di Verona e questo vasto territorio si snoda tra la Valle dell'Adige, ad ovest, e le Piccole Dolomiti di Recoaro Terme, ad est.

Dalle escursioni trekking più panoramiche, passando ai borghi storici e alle bellezze naturali, una visita in giornata sui monti Lessini vale sempre la pena! Ecco quindi che ho pensate di pubblicare un post con i 9 posti più belli dei Monti Lessini da vedere!

Pronti a partire per la Lessinia? Andiamo!


1. PONTE DI VEJA

Iniziamo con il Ponte di Veja,  una delle attrazioni più importanti dei Monti Lessini. Si tratta di un massiccio ponte naturale di roccia a un'arcata, eccezionale per le dimensioni (tra i più grandi in Europa) e formatosi dal crollo di un'enorme grotta.

Per maggiori info vedi: escursione Ponte di Veja

 

lessinia cosa vedere