Fiera di Primiero è situata nel punto d'incontro della Val Cismon con la Val Canali, il borgo è una nota stazione di villeggiatura che gode di una posizione privilegiata in una conca di prati e boschi.
Le cose da vedere a Fiera di Primiero sono davvero molte. Consiglio di passare più di una vacanza per scoprire le bellezze dalla zona, una zona che va dalle pareti dolomitiche delle Pale di San Martino al verde della Valle del Vanoi.

fiera di primiero cosa vedere
chiesetta di San Silvestro
La valle dello Stubai è una delle valli più autentiche e incontaminate del Tirolo. Inoltre, è vicinissima all'Italia, ragione per la quale consiglio molto spesso questo angolo di Austria per le proprie vacanze.
Il centro principale è Neustift, è qui che conviene tenere la base per il proprio soggiorno. Trovare l'hotel giusto per dove dormire a Stubai non è molto facile: tantissimi sono gli hotels, pensioni e garni, tutti di ottima qualità, motivo per il quale la scelta è davvero difficile.

dove dormire valle dello stubai hotel

La pista ciclabile sospesa a Limone sul Garda è probabilmente una delle ciclovie più scenografie di tutta Europa.
Anche se attualmente il tratto percorribile è solo una piccola parte di quello che sarà in futuro, rimane senza dubbio una bella uscita da fare in bici o a piedi. Fate attenzione però! Prima di arrivare è bene conoscere come funziona e quanto è lunga. Con il post di oggi, infatti, volevo raccontarvi la mia esperienza sulla pista ciclabile di Limone sul Garda, durante il mio weekend a Riva del Garda.

pista ciclabile sospesa limone sul garda

Verona è da sempre una delle mie città preferite. Due domeniche fa, viste le ottime previsioni del tempo, ho pensato di passare una giornata a Verona, cercando di partire da casa abbastanza presto, in modo tale da avere molto tempo a disposizione.
E cosa si può vedere a Verona in un giorno?  La cosa non è facile: i monumenti da vedere sono tantissimi e l'itinerario che ho cercato di seguire è quello classico, adatto a chi visita la città scaligera per la prima volta. Vediamo qui sotto le cose con ordine:

09H30 Impieghiamo venti minuti a piedi dalla stazione dei treni per raggiungere piazza Bra. Qui troviamo subito il simbolo della città, l’Arena di Verona, uno dei maggiori anfiteatri romani superstiti. Fu eretta nel sec. I DC e rimangono solo quattro arcate a tre ordini della cinta esterna mentre è ancora intatta la seconda cinta a due ordini.

cosa vedere a verona

cosa vedere a verona

 
piazza bra
piazza Bra

10H00 Decidiamo di ammirare l’Arena solo dall’esterno (l’ingresso costa sei euro) e prendiamo la via Mazzini, regno dello shopping, che porta fino a piazza delle Erbe. Qui troviamo una delle piazze più caratteristiche di Verona: antiche case con torri, logge e fontane tra cui quella centrale con una statua romana. Ci sono tantissime bancherelle di souvenirs dove si potrebbe perdere molto tempo, ma che evitiamo facendo una piccola deviazione che ci porta verso un altro monumento assolutamente da vedere qui a Verona: la casa di Giulietta. Ovviamente non siamo stati gli unici a venire qui: il cortile con il celebre balcone di Giulietta è pieno di gente, e fare una foto quasi un'impresa!
Se vi può interessare la storia d'amore più famosa, leggete anche il mio articolo sui luoghi di Romeo e Giulietta a Verona. 

cosa vedere a verona
piazza delle Erbe
verona
torre dei Lamberti


cosa vedere a verona
casa di Giulietta

casa di gulietta
messaggi nella casa di Giulietta
Ritorniamo in piazza delle Erbe e passiamo sotto l’arco della Costa, così chiamato dalla costa di una balena che si trova in alto, e arriviamo in piazza dei Signori, il salotto di Verona e sede delle pubbliche aministrazioni cittadine, sovrastata dalla bellissima torre dei Lamberti.

cosa vedere a verona
piazza dei Signori

cosa vedere a verona

cosa vedere a verona
arche scaligere
11H30 Saliamo a piedi sulla torre, alta circa 82 metri, e ammiriamo da qui un bellissimo panorama su Verona. Quando si dice la fatica viene ripagata (anche  il prezzo del biglietto). Da qui è possibile vedere tutta la città fino ai monti della Lessinia!


cosa vedere a verona
vista dalla torre dei Lamberti

cosa vedere a verona
Verona dall'alto
Una volta scesi in piazza dei Signori visitiamo, in una piazzetta molto suggestiva, le famose arche scaligere, una delle cose da vedere a Verona, baldacchini monumentali decorati con statue e guglie che fungono da tombe degli antichi signori di Verona.
Prossima tappa: la chiesa di Sant’Anastasia. Da fuori un po’ anonima mentre l’interno è semplicemente un capolavoro di luce e colori! L'ingresso della chiesa costa euro 2,50.


cosa vedere a verona
Santa Anastasia
12H30 Proseguiamo a piedi per il ponte di Pietra, lo attraversiamo e facciamo un ultimo sforzo prima del pranzo, salendo al castel S. Pietro, passando accanto al vicino teatro romano, sede di spettacoli teatrali in estate.

cosa vedere a verona
ponte di Pietra

cosa vedere a verona
la collina di castel S.Pietro con il ponte di Pietra


cosa vedere a verona


13H00 Qui facciamo finalmente il pranzo al sacco con una strepitosa vista su tutta Verona e l'Adige.

cosa vedere a verona
vista da castel S. Pietro
porta dei Borsari
14H00 Il pomeriggio lo dedichiamo alla visita del Castelvecchio (ingresso sei euro), il principale monumento di architettura medioevale civile di Verona, eretto da Cangrande II della Scala. Un’ora e mezzo è il tempo utile per la visita del museo civico d’arte che vanta pregevoli dipinti di scuola veneta. La visita è interessante ma alla fine si tratta solo di quadri, forse aver preso un'audioguida sarebbe stata la scelta migliore. Usciamo dal castello e passeggiamo un po’ per il bellissimo ponte Scaligero, facendo le classica foto da cartolina. Questo ponte era di grande importanza economica e strategica, in quanto collegava Verona con la strada del Tirolo. Distrutto dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale, è stato ricostruito negli anni 50 ed è sicuramente una delle cose da vedere se si è a Verona!

cosa vedere a verona

cosa vedere a verona
Castelvecchio
vista dal ponte Scaligero

cosa vedere a verona
Castelbecchio

16H30 Rimane il tempo per l’ultima passeggiata fino alla chiesa di San Zeno, capolavoro dell’arte romanica, e situata tra una torre di un’antica abbazia e l’isolato campanile. Qui ammiriamo il bellissimo portale e tempo per le foto di rito. Anche qui si paga l'ingresso: 2,50 euro!
18H00 Queste sono le cose principale che si possono vedere a Verona in un giorno! L'orario è perfetto per uno spritz in uno dei tanti locali del centro storico e rientriamo in stazione per prendere il treno. Finisce così questa domenica a Verona, ovviamente le cose da vedere sarebbero state molte altre, ma ci saranno altre occasioni per visitare questa stupenda città che non smette mai di stupire.

Vedi anche: my veneto

Scoprire la magia di laghi alpini, castelli e cascate soggiornando in un hotel in Val Venosta con spa. E' stato questo il tema della mia vacanza presso l'hotel Matillhof, un ottimo 4*S situato nel cuore della Val Venosta.
Il Matillhof è stato la base del mio soggiorno in questa terra di Alto Adige, una terra che vi ho descritto con le 10 cose da vedere in Val Venosta, ma che è solo un piccolo assaggio delle tante bellezze dalla zona.
Arrivare in questo hotel in Val Venosta è molto semplice: da Merano si seguono le indicazioni per Passo Resia e, all'altezza del paese di Laces, si esce dalla strada regionale e si raggiunge il centro paese.

hotel in val venosta con spa Matillhof



hotel in val venosta con spa Matillhof

Ad attendermi un antico maso di inizio 900 con la sua parte più moderna, entrambi immersi in un grande giardino con piscina e sedie sdraio. Non male come inizio, vero?

CAMERE
La prima cosa che ho fatto è stato prendere possesso della mia camera. Qui al Matillhof ci sono varie tipologie di stanze. La mia era molto elegante, con molto legno e arredamento di design.

hotel in val venosta con spa Matillhof

Ho chiesto se gentilmente si poteva vedere anche altre camere per i lettori del blog, ed ecco qui le nuovissime suite con spa interna :

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

alcune con idromassaggio sul terrazzo o sauna ad infrarossi in camera.


Ma anche camere rinnovate dal tipico charme alpino:

hotel in val venosta con spa Matillhof


Per gli amanti delle atmosfere romantiche consiglio di soggiornare nel Castelletto, l'antico maso di famiglia, con 4 suite e una spa privata per coppie. Bellissima la suite del Castello, Suite Schloss Montani, dove si può dormire all'interno di una stanza interamente in legno antico con un letto a baldacchino e ambienti in stile tirolese tipici, in totale simbiosi con il fascino delle antiche mura e il comfort della vita moderna.

hotel in val venosta con spa Matillhof

DINTORNI
Ma si sa in hotel non si viene solo per dormire :) Al Matilhhof ho preso in noleggio una delle tante ebike disponibili per gli ospiti e sono andato alla scoperta della famosa pista ciclabile della Val Venosta, una pista ciclabile davvero all'avanguardia dove si può salire in treno e continuare poi in bici. Ho anche partecipato a delle escursioni organizzate direttamente dall'hotel con guide esperte, e poi, in macchina, ho visitato il bellissimo borgo di Glorenza e il famoso campanile sommerso sul lago di Resia. Le cose da fare in Val Venosta sono così tante che una vacanza non basterebbe, non solo trekking e sport, ma anche arte e cultura, ideale nelle giornate di brutto tempo.

hotel in val venosta con spa Matillhof

BENESSERE
Ma poi è capitato sempre di accasarmi attratto dalle bellezza e dal calore del centro benessere di questo hotel in Val Venosta. Al Matillhof la spa è situata in diversi livelli, a cominciare dalla piscina interna ed esterna perfetta per rigenerarsi dopo lunghe camminate, passando per le salette relax con lettini a dondolo e grandi vetrate dalle quali ammirare gran parte della valle, la sauna panoramica e la nuovissima sala con terapia ad infrarossi, dove ci si può sdraiare e ricevere un “massaggio” rigenerante alla schiena.

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

In un altro piano troviamo, invece, la bio sauna, bagno turco e tutta la parte benessere della Natur.VEDA.SPA, dove la forza curativa della natura e la conoscenza dell'effetto di armonizzazione olistica di forme secolari di trattamento, come l'Aurveda dell'India, sono parte dell'offerta di trattamenti e offrono la giusta chiave di benessere.
Abbiamo così un ricco programma di massaggi che attinge dalla filosofia orientale come il massaggio ayurvedico alla schiena e il massaggio Kerala, e i trattamenti classici alpini, come i bagni di fieno, il bagno all'olio fossile di pietra tirolese, stimolante e vitalizzante, e il peeling del corpo preparato a base di aghi di pino mugo della Val Sarentino. 

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

Ma non è finita qui. Vi ricordate del Castelleto che vi accennavo prima? Ecco, oltre alle suite è presente la Private Suite Spa del castello, un ambiente storico dove si può godere di bagni rilassanti nella vasca originale in legno e dei momenti di coccole e di riposo nel letto a baldacchino in legno. Il pacchetto prevede un bagno con fiori di rose, massaggio alla schiena con olio di rose e riposo al lume di candela. Solo per coppie, ovviamente!

hotel in val venosta con spa Matillhof

RISTORANTE
Dal benessere del corpo a quello del palato il passo è stato veloce. Presso l'hotel Matillhof ho avuto il piacere di provare la pensione ¾ una formula che prevede la merenda al pomeriggio (dolci vari fatti in casa, spuntini, insalate, succhi fatti in casa come, ad esempio, succo di mela, albicocca, melissa, menta o ciliegia) e la cena gourmet servita nel ristorante dell'hotel. Una cena che inizia sempre con un ricco buffet di insalate e antipasti per continuare con un menu a scelta a diverse portate che abbina ricette della tradizione tirolese con tocchi gourmet e mediterranei. Il Matillhof ha un orto di proprietà e così molti prodotti come verdura, frutta e insalata sono proprio a km zero. 
Bellissima la sala che richiama le antiche stube di montagna, tutta in legno e dall'atmosfera di baita alpina. 
Durante la settimana vengono organizzate diverse serate a tema come la cena di gala a 7 portate, la serata italiana, la cena tipica tirolese e, in autunno, il toerggelen! 

hotel in val venosta con spa Matillhof

E al mattino? Beh in questo wellness hotel in Val Venosta si inizia con una super prima colazione dove si può trovare davvero di tutto, dal dolce al salato, con angolo show cooking dove richiedere uova strapazzate con speck o prosciutto, ma anche marmellate fatte in casa, succhi di frutta fresca, brioches e pane caldo, l'ideale per fare un carico di energia e affrontare una giornata di attività sportive sui monti. Nel vostro tavolo troverete anche un piccolo giornale con le attività proposte del giorno e consigli sul wellness.

hotel in val venosta con spa Matillhof

hotel in val venosta con spa Matillhof

Non ultimo, l'ospitalità gentile e cordiale della famiglia Dietl, che da generazioni gestisce la struttura e che mi ha aiutato ad organizzare al meglio il mio soggiorno in Val Venosta, dandomi ottime dritte e consigliandomi le migliori escursioni e itinerari da fare.
Se siete in fase di organizzare una vacanza in Alto Adige, questo è di sicuro un hotel che fa per voi!

INFO UTILI:
HOTEL MATILLHOF 4*S
Via Pegger 6/A
LACES (BZ)
Tel.. 0473.623444
email: info@hotelmatillhof.com 
Sito Web: Hotel Matillhof


La zona del lago di Misurina è punto di partenza per la visita a diversi rifugi in splendida posizione. Il Rifugio Città di Carpi, che sorge nel Gruppo dei Cadini di Misurina, sulla Forcella Maraia, possiede un accesso di particolare bellezza, ossia a guisa di un'altra via che attraversa il pendio Sud-occidentale della Cima Cadin della neve.
La mia escursione al Rifugio Città di Carpi inizia proprio dal lago di Misurina e in particolare dalle seggiovia che sale al rifugio Col de Varda. Decido di farla a piedi e di non prendere la seggiovia, prendendo la strada forestale che sale a tornanti nel bosco fino a raggiungere sulla sinistra la deviazione che porta al Col de Varda.

rifugio città di carpi

Come muoversi a Venezia è una delle domande che ricevo più frequentemente dai lettori del blog. La risposta sarebbe semplicissima, ed è a piedi :)) I nostri passi, guidandoci nel mare della storia della città, consentono di cogliere la straordinaria e colta umanità della Serenissima. Consiglio a tutti di camminare il più possibile e magari di evitare il costo salatissimo dei mezzi pubblici ACTV ma , se proprio non se ne può fare a meno, ecco qui le mie dritte su come muoversi a Venezia.

come muoversi a venezia