domenica 17 febbraio 2013

Escursione a Celestun per osservare i fenicotteri

La mattinata di oggi sarà dedicata alla visita della riserva della biosfera di Celestun, situata a poca distanza dal golfo del Messico e che ospita un'enorme varietà di fauna e uccelli acquatici tra cui spicca una grande colonia di fenicotteri.  Partiamo sempre in autobus da Mèrida e ci fermiamo poco prima di Celestun, sul ponte della statale che va in città a circa 1.5 km dalla spiaggia. Qui troviamo già pronte le nostre  imbarcazioni e partiamo con una velocità spedita lungo il fiume dove c'è la più grande concentrazione di fenicotteri. A seconda della marea e della stagione è possibile vedere centinaia o migliaia di questi uccelli rosa; purtroppo non ci si può avvicinare molto: se si spaventano e si alzano in volo tutti insieme, possono ferirsi anche mortalmente.
A causa del vento il miglior momento per vedere i fenicotteri è al mattino, anche se a volte tendono a concentrarsi in un dato punto solo dopo aver mangiato, ossia a partire dalle 16.

escursione a celestùn

escursione a celestùn

escursione a celestùn

fenicotteri a celestùn

Ci fermiamo un bel po' ad osservare in lontananza i flamingos (fenicotteri in spagnolo ) e continuiamo poi attraverso un tunnel di mangrovie  dove scendiamo  per vedere alcune sorgenti  di acqua dolce che sgorgano nell'acqua salata dell'esturario. Qui la guida ci invita a fare anche un tuffo ma nessuno si è offerto come volontario: visto la quantità di animali presenti in queste acque, meglio non rischiare.

fenicotteri a celestùn

escursione a celestun da mèrida

Sempre con la lancia ritorniamo al porto d'imbarco e proseguiamo in autobus fino a Progreso, la spiaggia di Mèrida, sul golfo del Messico, dove ci riposiamo per qualche ora. Anche se l'acqua è abbastanza scura e non  certo caraibica,  è ideale per passare qualche ora al sole lontano dal caos di Mèrida.  Qui pranziamo in un bar sulla spiaggia e nel pomeriggio torniamo a Mèrida.

spiaggia di progreso

spiaggia di progreso
 Oggi pomeriggio visitiamo il centro di Mèrida, chiamata anche "città bianca", a causa dell'utilizzo diffuso di materiali da costruzione come il calcare e intonaco bianco. Visitiamo subito la Plaza Grande, il centro della città, circondata da alcuni edifici coloniali tra i quali la Cattedrale con all'interno il crocifisso del Cristo de la Unidad, simbolo di riconciliazione tra la gente di origine spagnola e quella di origine maya, e il Palacio del Gobierno con all'interno dei bellissimi affreschi che raccontano la storia dei Maya e dei loro rapporti con gli spagnoli. L'affresco più grande rappresenta il granoturco, che i Maya consideravano sacro: il raggio di sole proveniente dagli dei. Con l'autobus proseguiamo poi per il paseo de Montejo, un tentavivo degli urbanisti di creare un ampio viale simile al Paseo de la Refoma di Città  del Messico o agli Champs Elysées di Parigi, e dove l'influsso architettonico proveniente dall'Europa si nota nelle ville eleganti che vediamo lungo il viale.

cosa vedere a Mérida yucatan

cosa vedere a Mérida yucatan

cosa vedere a Mérida yucatan

cosa vedere a Mérida yucatan

Ritorniamo in hotel, oggi non c'è tempo per i bagni in piscina e usciamo poco dopo per la cena  in un ristorante vicino alla plaza grande; pure oggi non si poteva finire con il bis di tequila!
Domani lasciamo Mèrida e si va a Playa del Carmen!

Vai al quinto giorno: Visita di Cobà e Tulum

2 commenti:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...