domenica 9 giugno 2013

High Line: una passeggiata tra Chelsea e Greenwich Village

La giornata di oggi  inizia con una bellissima passeggiata per Manhattan ed in particolare per il quartiere di Chelsea.  Da pochi anni una vecchia ferrovia per il trasporto merci a binari elevati è stata riconvertita in zona verde, inaugurando così una bellissima zona pedonale che è diventata una vera e propria attrazione qui a New York: la High Line. La si percorre solo a piedi, tra panchine di legno, alberi, piante, installazioni d'arte, abbinamenti di vecchi binari con spazi erbosi e splendide vedute sull'Empire State Building e i grattacieli di Jersey City. 

high line passeggiata

high line passeggiata

dove inizia la high line

Consiglio di arrivare al mattino presto così si può godere della passeggiata tranquillamente senza la folla che la frequenta nel pomeriggio o in serata. La High Line inizia vicino alla 14th street, da qui si sale atttraverso una rampa d'accesso, utilizzata una volta  dagli operai della ferrovia e ci si impiega  circa 45 minuti per percorrerla tutta (con passo lento). Ammetto che questa passeggiata alla fine non mi ha entusiasmato molto: troppi elogi da parte delle guide turistiche tipo Lonely Planet hanno fatto si che le mie aspettative erano troppo alte. Resta comunque un ottimo pretesto per sfuggire dal traffico e dai rumori di Manhattan. Per scendere utilizzo  l'ultima rampa e in pochi minuti a piedi sono al Madison Square Garden, il tempio della musica e degli eventi sportivi con più di 20.000 posti a sedere ma che purtroppo in questi giorni è chiuso.

dove inizia la high line

dove inizia la high line

Da qui prendo la metropolitana e proseguo per China Town, un pezzo di Cina nel cuore di Manhattan dove lungo la Canal Street si può camminare tra anatre laccate dei ristoranti cinesi,  mercatini  ambulanti che vendono trappole di ogni genere e tantissime gioiellerie. Chinatown di New York è la più numerosa aggregazione di cinesi in America e quindi non c'è da meravigliarsi di vedere tantissima gente per strada! Mi è sembrato di tornare per un attimo a  Nanjing Road a Shanghai!

cosa vedere a chinatown new york

cosa vedere a chinatown new york

Stanco di tutte queste "cineserie" prendo una strada laterale di Canal Street ed eccomi a Little Italy! Il quartiere che fino a pochi anni fa era prepotentemente italiano, si è ormai ridotto alla sola Mulberry Street: è qui che si trova la più alta concetrazione di ristoranti italiani di New York. Per chi avesse letto il mio post su come organizzare un viaggio a New York  la mia esperienza culinaria a Little Italy è stata abbastanza deludente: ristoranti con personale che si spaccia  italiano, mentre probabilmente viene dalla lontana Europa dell'est e tipico cibo surgelato da trappola per turisti! Spero che almeno uno fra tutti questi ristoranti si salvi :))

cosa vedere a little italy a new york

cosa vedere a little italy a new york

cosa vedere a little italy a new york
 
Ormai i veri ristorati italiani sono sparsi per tutta Manhattan e Brooklyn e spero di avere l'opportunita in questi ultimi giorni che rimangono di provarne uno. Passeggio comunque velocemente per Mulberry street, tra ristoranti con la tipica tovaglia a quadretti e piatti di pasta esposti in vetrina fino ad arrivare a Houston street dove c'è il mio hotel. Qui veloce pausa cheeseburger in un centro commerciale e subito partenza per il Greenwich Village dove mi aspetta una visita guidata prenotata  prima di partire dall'Italia nel sito BigCityWalks.com. Arrivo puntuale al meeting point e trovo altra gente che ha prenotato la visita: siamo un bel gruppo di 20 persone! 

cosa vedere a greenwich village new york


cosa vedere a greenwich village new york

cosa vedere a greenwich village new york

La durata è di due ore e mezzo e, durante questo tempo, abbiamo visitato angoli nascosti del quartiere che altrimenti sarebbero passati inosservati e passeggiato fino a Washington Square, la piazza del villaggio, punto di ritrovo di studenti, musicisti e attivisti vari! C'è un motivo se questo quartiere è noto come il Village: sembra proprio di essere in un villaggio! Stradine pittoresche con  townhouse di mattoni rossi, caffè dove sedersi per prendere un milkshake o frappè e un'atmosfera tipica di paese di provincia lontana anni luce dal caos della Vth Avenue.
Finito la spiegazione la nostra guida ci fa capire che la mancia è ben accetta e tutti quanti abbiamo dato volontariamente o quasi circa cinque dollari a testa.
Prossima tappa: Merchant's House Museum! Oltepassare la porta d'ingresso di questa mansione significa tornare indietro nel tempo di 150 anni. La residenza di mattoni rossi un tempo apparteneva al ricco mercante Seabury Tredwell ed è l'unica casa museo ottocentesca della citttà a conservare intatti sia la struttura in stile Greek Revival sia gli eleganti arredi che compongono la collezione. Purtroppo l'ingresso non è incluso nel New York pass, bisogna pagare dieci dollari che a mio avviso sono un po' esagerati per le poche stanza che si visitano.

Merchant's House Museum

cosa fare a greenwich village
guerra dei cuscini a Whashington square
Mezz'ora di visita è stata sufficiente, esco dal museo e rimane del tempo per visitare il tempio dello shopping a New York: Macy's! Questo grande magazzino, il più grande al mondo per dimensioni, offre un po' di tutto: cosmetici, abbigliamento e i classici articoli da casalinghi. Buffe le scale mobili ancora di legno cosa un po' strana per una città come New York, ma dà l'idea di quanto antico sia questo centro commerciale. Si potrebbe rimanere dentro ore a girare per i vari piani ma non essendo interessato a fare acquisti preferisco tornare in hotel per un po' di riposo.

acquisti a new york macy's

acquisti a new york macy's

Dopo una veloce cena in zona Houston Street prendo la linea F della metropolitana e raggiungo Brooklyn! Una tappa imperdibile di un viaggio a New York è la vista notturna dei grattacieli di Manhattan da Brooklyn! Purtroppo le foto fatte dalla mia vecchia Lumix non rendono l'idea di quanto suggestivo possa essere il panorama dalla passeggiata di Brooklyn Heights di sera! Un vero must per chi è a New York!  L'orario ideale è al tramonto quando c'è ancora quel po' di luce ideale per fare delle ottime foto, purtroppo io sono arrivato molto più tardi e ho trovato il vero by night :((

brooklyn di sera

brooklyn di sera

Finisce a Brooklyn la mia serata! Anche oggi a letto presto, domani è l'ultimo giorno per intero qui a New York, in programma Guggenheim, central Park e Coney Beach!

Vai al sesto giorno: dove acquistare i biglietti per Broadway

8 commenti:

  1. Bellissime le immagini!!!! Sempre un colpo al cuore!
    E concordo su Macy's.. avrei svaligiato l'intero negozio, comunque son riuscita a portare a casa un piccolo bottino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh si da Macy's non si uscirebbe più :))

      Elimina
  2. Mi hai fatto sognare!!
    Bellissimo post!
    kiss,Elle

    RispondiElimina
  3. Ho in programma un viaggio a New York ad aprile, il tuo reportage mi sarà utilissimo, grazie!
    www.thebeautifulessence.com

    RispondiElimina
  4. bellissime foto complimenti Andrea buona domenica

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...