domenica 26 maggio 2013

Cosa fare a Phuket in un giorno

Ci sono molte cose da fare a Phuket in un giorno :)) La prima fra tutte è quella di noleggiare uno scooter e partire alla scoperta dell'isola.  La fortuna ha voluto che vicino al nostro hotel fosse presente un noleggio auto con scooter e biciclette e, dopo aver contrattato come al solito il prezzo, ritiriamo il nostro scooter con la possibilità di consegnarlo il giorno dopo. Questo significa che lo possiamo utilizzare anche questa sera per andare a cena a Patong evitando così di perdere tempo a cercare un tuk tuk.


Partiamo subito da Karon beach ed ecco subito il primo problema: la guida è a sinistra! Niente di problematico comunque...basta  avere un po' di pazienza all'inizio e poi ci si abitua. Per fortuna il traffico a Phuket non è così tremendo, le strade sono quasi tutte scorrevoli pertanto vale la regola di fare sempre attenzione e di andare con calma! Superata Karon beach e Kata beach la strada costiera inizia a salire con comodi curve immerse in una fitta vegetazione fino ad arrivare al primo punto panoramico della giornata. Qui scendiamo e iniziamo a fare tantissime foto al bellissimo panorama che raggiunge le vicine Kata beach e Karon. Sul posto c'è anche un bar e ristorante dove facciamo rifornimento d'acqua!




Di nuovo in scooter e la strada inizia a scendere lievemente dal promontorio fino ad arrivare nella parte più meridionale dell'isola, il capo di Laem Phromthep, un punto molto frequentato di sera per ammirare il tramonto e preso d'assalto dalle  comitive di turisti per scattare fotografie. Ci fermiamo un po' prima e lasciamo gli scooter  nel parcheggio della spiaggia Hat Nai Han, una mezza luna bianchissima con un mare colore turchese. Qui pranziamo presso l'unico chiosco presente in spiaggia e rimaniamo a goderci il sole di mezzogiorno! Niente a che vedere con le spiagge turistiche di Karon e Patong: era proprio questo il tipo di spiaggia che stavamo cercando! I tropici allo stato puro!





Riprendiamo lo scooter e costeggiamo il mare fino ad arrivare alla spiaggia di Rawai, qui facciamo qualche foto e notiamo diversi cartelli allerta Tsunami. Purtroppo anche Phuket è stata colpita dal tremendo terremoto seguito da uno tsunami nel dicembre 2004 causando molte vittime. La ricostruzione però è stata velocissima e i danni causati da questa immensa onda ormai non se ne vedono più.



Rimaniamo pochissimo a Rawai Beach, dopo pochi chilometri lasciamo la strada costiera e prendiamo una strada secondaria che sale nell'entroterra, circondata da un verde rigoglioso e con splendidi scorci sul mare, fino ad arrivare alla prossima tappa: il Wat Chalon. Riusciamo ad entrare nel tempio giusto in tempo prima del classico temporale pomeridiano. Aprile è il culmine della stagione calda e si inizia a preparare il monsone che da maggio ad ottobre colpisce la Thailandia. Il tempio è il più famoso di tutta Phuket, l'interno presenta finestre di vetro colorato in stile vittoriano che raffigurano scene di mitologia thailandese e una vasta sala con  diverse statue del Buddha in tutte le sue posizioni.




Per fortuna il temporale è durato poco e alla nostra uscita ritroviamo fedele il sole! Sempre percorrendo la strada interna raggiungiamo la grande statua del Big Buddha, alta ben 25 metri e situata in una delle posizioni più panoramiche dell'intera isola, è visibile anche dalle spiagge di Karon e Kata!  Il luogo è molto suggestivo, vi regna un incredibile silenzio rotto solamente dalle campanelle delle bandierine tipiche buddiste. Rimaniamo in meditazione per qualche minuto pensando già a cosa ci aspetta dopo: la bellissima spiaggia di Panwa Beach!



Ritorniamo con lo scooter verso la zona costiera e, passando vicino a Phuket town, seguiamo le indicazioni per la marina Panwa Bay Village. Ci fermiamo prima della zona turistica e troviamo una bellissima spiaggia circondata da palme e semi deserta. L'ideale per passare qualche ora in relax! La zona offre molto poco e forse è un bene: c'è solo qualche appartamento in affitto con un piccolo bar e natura allo stato puro!



Ormai è quasi sera, riprendiamo i nostri scooter e ritorniamo in hotel al calar del sole. Sempre in scooter andiamo  anche oggi nel solito ristorante di pesce a Patong per poi finire con  l'immancabile massaggio thai a soli sette euro! Oggi purtroppo è l'ultima sera, rimaniamo più a lungo tra i vari locali di Bangla road fino a quando la stanchezza ci avvisa che è ora di tornare all'Hilton Arcadia di Karon.
Domani si torna a casa :((

Vai all'ottavo e ultimo giorno: un giorno di pioggia a Karon Beach

13 commenti:

  1. Che meraviglia!!
    Io sono stata a Koh Samui che come mare e spiagge è molto simile quindi hai risvegliato in me dei bellissimi ricordi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! forse koh samui è meno turistica, mi piacerebbe andarci un giorno :))

      Elimina
  2. Andrea che maeraviglia.. L'invidia cresceee :D

    RispondiElimina
  3. Bello, complimenti! Posti che conosco molto bene essendoci andato 2 anni di fila 😄😄

    RispondiElimina
  4. Ciao Andrea, intanto mi complimento con te per i tuoi interessanti e preziosi racconti!
    Vorrei un tuo consiglio: sto pensando ad un futuro viaggio in Thailandia per il prossimo inverno. So che è ancora presto ma adesso vorrei chiarirmi un pò le idee su alcuni dubbi. Io sono una grandissima amante dei viaggi fai da te, senza vincoli di tempo e di orari vari, e non amo molto i pacchetti che propongono le agenzie di viaggio!
    Se ho ben capito, tu non ti sei affidato ad un'agenzia, giusto?
    Come mi consigli di impostare il viaggio? Si può visitare serenamente fai da te? Hai prenotato qualcosa dall'Italia o tutto in loco?
    Premetto che mi alletta parecchio il nord della Thailandia, così come il mare!
    E quali zone di mare mi suggerisci?
    Ti ringrazio tantissimo in anticipo. Un saluto.
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao valeria!
      io mi sono affidato ad un tour operator perchè aveva un prezzo buonissimo per l'hotel hilton arcadia e provando a costruire direttamente da solo il pacchetto non raggiungevo quel prezzo, anzi nemmeno dormendo in un tre stelle pagavo così poco.. molte volte i tour operator per riuscire a vendere le camere e i posti in aereo che hanno gia pagato abbassano di molto i prezzi e questo è stato il mio caso. consiglio cmq di controllare tutte e due le opzioni, tenendo presente che il fai da te opera in un regime di prenotazioni in anticipo, mentre con le agenzie di viaggio di last minute. la thailandia è un paese al momento ttranquillissimo, puoi fare direttamente tutto da sola. io avevo solo la colazione in hotel, per il resto abbiamo fatto tutto lì, anche le escursione, d'altronde costa tutto così poco :))

      Elimina
    2. Ti ringrazio tantissimo per la tua pronta risposta e per i tuoi consigli, di cui farò tesoro! Sto già sognando! ;)
      Grazie mille!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...