Bivo 2.0 il cibo per affrontare i trekking in montagna

Sappiamo tutti quanto sia importante scegliere il cibo giusto durante un'escursione trekking. Certo, la mangiata in rifugio ci sta sempre, ma nei casi di lunghe camminate in salita con parecchi dislivelli bisogna fare attenzione a ciò che si mangia. Ricorderò sempre la fatica nell'affrontare la salita dopo un mega pasto a malga Venegiota sulle Pale di San Martino :(
Per evitare questi tipi di problemi vi avevo parlato poco tempo fa di Bivo, un prodotto alimentare ideale per il trekking che offre una soluzione nutrizionale completa, equilibrata e salutare. Infatti, Bivo è in grado di fornire una buona quantità di calorie (440 kcal) in poco più di un etto di polvere da sciogliere in acqua, permettendo di idratarsi e nutrirsi contemporaneamente.

cibo trekking montagna

BIVO 2.0 BUSTE
Quello che mi ha colpito di più quando l'ho provato per la prima volta è che Bivo è veloce da preparare, in soli 30 secondi si apre la confezione, si versa la polvere nello shaker , si aggiunge 300 ml di acqua, si shakera e lo si può utilizzare in qualsiasi luogo e situazione. Per chi come me si trova sempre alla domenica mattina a preparare il pranzo a sacco è proprio l'ideale come cibo da trekking, ma è ideale anche in situazioni dove non c'è la presenza di rifugi o punti di appoggio, in questo caso si può fare una sosta veloce, reidratarsi e poi continuare con l'escursione.

cibo trekking montagna

Bivo è, infatti, l'unico prodotto nella sua categoria che garantisce le stesse proporzioni della dieta mediterranea, con un 52% di carboidrati, 22% di grassi, 17 di proteine e fibre.
Negli ultimi mesi è uscita la nuova versione di Bivo, Bivo 2.0.
Dalle 685 kcal del primo prodotto siamo passati alle attuali 440 kcal, questo perchè chi lo utilizzava durante la pausa pranzo preferiva avere un prodotto più leggero, mentre, gli appassionati del trekking, preferivano avere buste più piccole e decidere quanto mangiarne. Ecco quindi la novità delle buste richiudibili e i nuovi gusti di mango, cocco e naturale.


cibo trekking montagna

Rimangono fondamentali la farina di avena, fonte di carbroidati a lenta digestione e che garantisce energia a lungo termine e la maltodestrina, una polvere che viene ottenuta dal mais e che fornisce energia immediata sotto sforzo. Abbassando la quantità di semi di lino macinati e introducendo un processo di macinatura a freddo, si è ottenuta una polvere più sottile, migliorandone così la solubilità in acqua. Il risultato è una consistenza simile a quella di un frappè, molto più saporita rispetto alla versione precedente.

cibo trekking montagna

Tra tutti i cibi da trekking che ho provato Bivo è di gran lunga il più completo dal punto di vista calorico e nutrizionale, includendo tutte le principali vitamine e sali minerali necessari all'organismo durante un'escursione trekking.
Ormai è quasi sempre nel mio zaino: in montagna è risaputo, non si sa mai come può evolversi un'escursione, quindi, avere con sé la sicurezza di avere del cibo per il trekking sano e gustoso è un fattore davvero fondamentale.

BIVO READY TO USE
Novità per questa stagione trekking è BIVO READY TO USE: direttamente all'interno di una bottiglia riciclabile al 100%, la si scuote per dare aria alla polvere e si  inserisce 300 ml di acqua. Il nostro Bivo è così pronto! In questa tipologia ci sono due gusti: cappuccino e vegetale.


alimentazione trekking


Per i lettori del blog è valida l'offerta del 10% su tutti i prodotti Bivo con il codice sconto MDV76. Per ordinare a prezzo super vantaggioso i prodotti Bivo è sufficiente andare su www.bivo.it e aggiungere il prodotto che avete scelto al carrello. Successivamente, al momento del check out, vedrete una casellina bianca in cui è possibile aggiungere il codice sconto MDV76. Il codice è valido sui prodotti che sono già scontati.

6 commenti:

  1. Per percorrere tutti quei sentieri ci vuole un pò di carica. Buon rifornimento di energia e buon proseguimento nel tuo percorso !

    RispondiElimina

  2. Ciao Andrea!
    Mi piaceva sapere di questo prodotto, per nutrire sempre bene e che praticava ancora di più le attività fisiche.
    Belle foto, buon fine settimana!

    RispondiElimina