Abruzzo e turismo: perché non puntare anche su qualcosa di innovativo?

L’Abruzzo rimane una delle Regioni italiane più amate e sicuramente affascinanti. In particolar modo, ciò che attira i turisti è sicuramente la possibilità di godere di mare e montagna, nello stesso territorio, nonché storia, cultura e ottimo cibo. 

Ma sarebbe possibile effettivamente puntare a qualcosa di ancora più significativo per quanto riguarda i flussi turistici? Vediamo nel dettaglio. 

 

Turismo in Abruzzo: i dati dello scorso anno

Sono da poco stati pubblicati i dati relativi allo scorso anno, circa le presenze. Nel 2020 si sono registrati circa 1,7 milioni di arrivi, per un totale di oltre 4 milioni di presenze. I dati, pubblicati dalla Direzione Trasporti, Mobilità, Turismo e cultura della Regione, dimostrano come il movimento sia tutt’altro che insignificante. Viene, inoltre, specificato come per arrivi si intendano i check effettivamente effettuati, e per presenze il prodotto tra numero di persone e notti di permanenza. 

 

turismo in abruzzo

 

Difatti, vengono ancora esclusi dal conteggio i movimenti inerenti le abitazioni private in affitto: si tratta probabilmente del flusso di maggiore entità, specialmente considerando il boom di case vacanze negli ultimi anni. 

Nel 2020, per ovvie ragioni, il flusso di turisti stranieri è stato molto poco rilevante, mentre quello di turisti provenienti da altre Regioni assolutamente sì. Ma l’Abruzzo, si sa, è una Regione amata anche e soprattutto dal resto dei Paesi europei ed è sicuramente anche su di essi che si deve puntare. 

 

Nuove opportunità

Oggi come oggi si è portati a pensare che i casino siano praticamente quasi del tutto incentrati sull’attività online. Da un lato, c’è una parte di verità. Anche a causa del problema pandemia, che ha costretto le strutture di gioco a rimanere chiuse per parecchi mesi, il boom dell’online è ormai sotto gli occhi di tutti. Oggi è possibile persino giocare alle slot machine da bar gratis sui vari portali appositi. Se il gioco virtuale ha raggiunto il massimo del successo e della sua affermazione, va detto che il gioco fisico è ancora oggi assolutamente determinante. 

 

Parliamo di un giro d’affari di svariati miliardi di euro annui, cosa che comprende in maniera molto rilevante i casino. Si tratta di strutture lussuose, che in alcune zone del mondo hanno persino assunto la funzione cruciale di principale attrazione. Basti pensare a Montecarlo o a Malta: si tratta di territori che vengono prevalentemente frequentati per le strutture di questo tipo e ogni anno attirano milioni e milioni di visitatori da tutto il mondo. 

 

turismo in abruzzo

Potrebbe essere pensata una cosa del genere in Abruzzo? Sul territorio regionale fondamentalmente non ci sono strutture che possiamo definire veri e propri casino: probabilmente una sola struttura può essere definita tale. 

 

Nel corso degli anni diverse sono state le proposte per costruire case da gioco che potessero risollevare l’economia del territorio, attirando tanti visitatori: in particolar modo, se ne discusse largamente dopo il terremoto del 2009. Tra proposte e progetti che non hanno riscosso successo, ad oggi, difatti, potremmo parlare di un’occasione persa. Perché, allora, non puntare su attività di questo tipo?

0 commenti:

Posta un commento