domenica 28 settembre 2014

Le ville venete della Riviera del Brenta in bici


Ammetto che ho sempre un po’ snobbato ingiustamente le ville venete della Riviera del Brenta. E’ un classico all’italiana, quando vivi vicino a certe meraviglie rimandi sempre la visita perché pensi di poterci andare in un secondo momento.
Questo sabato invece, munito di bici e pranzo al sacco, ho deciso di partire alla scoperta delle ville venete della Riviera del Brenta e di passare una bellissima giornata all’aria aperta. Certo, facendo andata e ritorno in bici i chilometri sono molti, circa 50, ma, c’è anche molto tempo per riposarsi ed ammirare il panorama in tutta tranquillità.
Per chi non conoscesse la riviera del Brenta, posso solo accennare che è uno degli itinerari fluviali più belli in Europa, costituito dall’antico corso del Brenta, e dove i patrizi veneziani vi costruirono magnifiche “possessioni di ricreazione”.


le ville venete della riviera del brenta in bici
Villa la Malcontenta
 


le ville venete della riviera del brenta in bici
La villa Malcontenta vista dal fiume
Inizio il mio itinerario alla scoperta della riviera del Brenta da Malcontenta, ultimo avamposto del comune di Venezia, e dove si può ammirare, la famosa villa detta "la Malcontenta", costruita nel 1571 per i Foscari. La leggenda vuole che il nome della villa derivi dal ritratto di una dama di casa Foscari, relegata qui per punizione. E' più probabile invece che il soprannome provenga dalla località stessa, chiamata così già dal 1431 quando venne scavato un canale per portare le acque del Brenta da Oriago, e che fu chiamato “fossa dei malcontenti” per le proteste degli abitanti che se ne ritennero danneggiati.
Purtroppo la villa non è aperta tutti i giorni e per la visita è bene telefonare in anticipo. Faccio qualche foto dall’esterno e parto in bici risalendo il corso del fiume Brenta fino a raggiungere Oriago, un tempo teatro di lotte tra veneziani e padovani, ricordato anche da Dante (Purgatorio) per l'uccisione di Iacopo del Cassero nel 1298. Qui una breve sosta per ammirare Villa Mocenigo, sede della mia università e ricordi di gioventù (non so se possa interessare), e via pedalando di nuovo lungo strade poco trafficate, dove la presenza della strada statale, nell’altro lato del fiume, non dà molto fastidio.

le ville venete della riviera del brenta in bici
villa Mocenigo ad Oriago

le ville venete della riviera del brenta in bici
cartelli segnaletici

le ville venete della riviera del brenta in bici
la riviera del Brenta

 A volte si lascia il fiume per inoltrarsi nella campagna veneta, anche qui con diverse ville venete e, seguendo sempre i cartelli indicatori, arrivo a Mira, uno dei comuni più grandi della riviera del Brenta, dalla classica forma allungata lungo le due sponde del Brenta. Molto caratteristica la parte di Mira Porte, con una tonalità di “venezianità” tipica dei villaggi lagunari, e la zona Valmarana, dove è possibile visitare due ville venete: la barchessa Valmarana e la più famosa villa Widmann Foscari, eretta nel 1719 e trasformata in forme barocche francesi nella seconda metà del sec. XVIII, ora proprietà della provincia di Venezia.
 
le ville venete della riviera del brenta in bici
Mira verso villa Widmann

le ville venete della riviera del brenta in bici
il centro di Mira
Dopo la sosta foto, continuo pedalando fino a raggiungere Dolo, tipico borgo dall’aspetto veneziano, con diverse ville venete e ponti secenteschi. Lascio la bici in centro paese e passeggio un po’ lungo il fiume con gli antichi mulini e lo squero che risale ai tempi della Serenissima. 


le ville venete della riviera del brenta in bici
pedalando lungo la riviera de Brenta

le ville venete della riviera del brenta in bici
lo squero di Dolo

le ville venete della riviera del brenta in bici
una delle tantissime ville lungo il percorso

Un po’ di riposo e di nuovo in bici con destinazione Stra.  Pure in questo tratto si percorre una ampia zona di campagna veneta, con numerose ville venete, alcune diventate hotel oppure ristorante. 
L’arrivo a Stra è dominato dalla splendida villa Pisani, forse la più grandiosa di tutte le ville venete, costruita per la famiglia Pisani e punto finale di questo mio giro in bici in riviera del Brenta.

 
le ville venete della riviera del brenta in bici
villa Pisani di Stra

le ville venete della riviera del brenta in bici
facciata di villa Pisani

Pausa per il pranzo a sacco e acquisto il biglietto d’entrata villa + parco. L’interno, con il parco e gli edifici annessi, sebbene privo degli arredi e delle decorazioni originali, conserva ancora l'aspetto di reggia del 700. Alla fine della visita si arriva al salone da Ballo, un magnifico ambiente con nel soffitto la “Gloria di casa Pisani”, un affresco del Tiepolo che rappresenta Venezia che accompagna la famiglia Pisani alla sua apoteosi. Bellissimo! Solo questo vale il prezzo del biglietto e per un momento mi è sembrato di essere a Versailles! L'unico neo però è che non si possono fare foto :(
Ritornando nell'atrio di ingresso, si percorre il colonnato tra i due cortili interni e si esce nel grandissimo parco con una vista straordinaria sulla lunga pescheria con la palazzina delle Scuderie. Sulla destra si trova il famoso labirinto: all'inizio sembrava un gioco da ragazzi… ma vi giuro che non lo è! Per arrivare alla fine ho sudato sette camicie ma poi, dall’alto, è stato divertentissimo vedere le altre persone cercare la strada giusta!

le ville venete della riviera del brenta in bici
labirinto

le ville venete della riviera del brenta in bici
vista sulle scuderie

le ville venete della riviera del brenta in bici
villa Pisani di Stra

Ormai è ora di affrontare la strada del rientro in bici. Faccio di nuovo sosta in piazza a Dolo per assaggiare il gelato della gelateria situata vicino allo squero (ottima), e poi un’altra sosta a Mira. Se passate di qui in orario di cena vi consiglio di fermarvi presso la pizzeria Valmarana in zona villa Widmann. Pure qui non sarete delusi. Ancora chilometri in bici in direzione Oriago ed eccomi di nuovo a Malcontenta dove ho iniziato questa mattina il giro per le ville venete della riviera del Brenta.
Alla fine sono rimasto molto soddisfatto, un'ottima occasione per riscoprire un territorio a me vicino ma sempre vissuto in maniera secondaria e di fretta. Da ripetere!

NB. Le ultime foto di villa Pisani sono state fatte con il cellulare Samsung mini S3, dato che la batteria della macchina fotografica ha deciso di "morire" nel più bello dell'escursione :(

Vedi anche: my veneto

55 commenti:

  1. Risposte
    1. già in bici si può visitare in completa tranquillità

      Elimina
  2. Che ricordi! Ci sono stato nel 2007 e ho visitato molte delle ville palladiane. Ho fatto anche il labirinto, sai le risate!! Ahaha! :)
    Ma non quella della decima foto, che sembra un po' abbandonata ma è fighissima da come vedo! Penso sia, solo in foto, la mia preferita!! *___*

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si molte da fuori non sono prese bene, ma all''interno sono piccole regge

      Elimina
  3. Ciao Andrea!
    Ho anche mi chiamo Andrea, io sono brasiliano, il nome della donna qui in Brasile, lol.
    Complimenti molto bella e piena di blog vita. Cavalcata meravigliosa, scatti perfetti, il ciclismo fa bene alla salute.
    Belle, splendide immagini, Vila è un bene per l'anima.

    Baci, grande settimana!

    RispondiElimina
  4. bellissimo!!! Un posto da visitare, mi piace molto!!! Comunque tranquillo, anche le foto fatte con il cell sono belle ;)
    buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. che posto incantevole!
    www.mrsnoone.it
    kiss

    RispondiElimina
  6. Andrea io ho fatto il master in turismo a Villa Widmann!! :D
    Comunque volevo chiederti, in questo itinerario ci sono dei pezzi in cui percorri la strada principale o sono tutti "dall'altra parte del Brenta" o in vie meno trafficate adatte alla bici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai! che combinazione :) in bici si percorre l'argine opposto alla strada statale, ci sono anche qui auto ma molto meno. a volte si abbandona il fiume e si entra nella campagna veneta. dovrebbe essere compito delle autorità competenti riuscire a fare una vera pista ciclabile lungo il fiume

      Elimina
  7. The river is simply amazing! xxx

    www.stylentonic.com

    RispondiElimina
  8. Ricordo molto bene queste ville, ho usato l'auto per spostarmi.... erano parecchi anni fa, ma a ripensarci è ancora tutto molto vivo. Anch'io mi sono persa nel labirinto ;) Un abbraccio e grazie come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe poche persone sono riuscite a risolvere il labirinto in poco tempo.. poi il bello sta anche nel perdersi :))

      Elimina
  9. Che posto meraviglioso Andrea, sembra davvero magico
    Un bacione
    Maggie D.
    <a href="http://www.indiansavage.com”> Maggie Dallospedale Fashion diary - Fashion Blog </a>

    RispondiElimina
  10. Che posti fantastici... un sogno!!!

    RispondiElimina
  11. Le ho fatte col Burchiello, amico mio...
    Semplicemente favolose!
    Bacio Andreuzzo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io il burchiello l'ho sempre visto passare....

      Elimina
  12. villa pisani è un incanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si tra tutte le ville venete è forse la più maestosa :)

      Elimina
  13. per una volta i luoghi delle tue foto li conosco molto bene, i suoceri abitano proprio ad oriago e dalla prima volta che ci sono stata ero super curiosa di vedere queste ville. In una toccata e fuga lo scorso maggio, tra un pranzo in famiglia e una visita ad amici, siamo andati a visitare la malcontenta che è stupenda anche se le stanze interne aperte al pubblico sono davvero poche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già anche per questo non sono entrato.. per dieci euro per poche stanze e magari senza guida, ho preferito visitare villa pisani di stra

      Elimina
  14. Un'altro posto incantevole che non conoscevo!!!!!
    Grazie mille per le tue dritte, spero di poter vedere da vicino almeno una parte di tutti i posti meravigliosi che ci mostri!!!
    Un caro abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  15. Ma che meraviglia! :) Bello vedere questi luoghi dalla bicicletta :)

    The Lunch Girls

    RispondiElimina
  16. fatte con il cell? sono venute benissimo!!! che bel posto Andre
    buon mercoledì
    http://tr3ndygirl.com
    un bacione

    RispondiElimina
  17. Quanto è bello questo posto!!! Soltanto una domanda, è pericoloso andare in bici o tutti rispetano. Lo dico, perche io nella Spagna, non vado in bici perche non rispetano molto. In vecce nella Germania, non avevo paura. Hanno la cultura della bici.
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo non è una pista ciclabile vera e propria. bisogna sempre fare attenzione perchè si passa per centri cittadini con auto e semafori.

      Elimina
  18. Wow hai trovato una giornata spettacolare.
    Io ne ho viste solo un paio di sfuggita dall'auto ma hai ragione meriterebbero una bella gita!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si peccato per i prezzi d'ingresso però :((

      Elimina
  19. ma quanti km hai fatto..??!! Paesaggi bellissimi, le foto fatte col cellulare sono venute bene!
    buon fine settimana!

    Chiara ~ CHIAWEB.it
    my Instagram

    RispondiElimina
    Risposte
    1. circa 50 km A/R. in tutta la giornata non sono poi così tanti :)) ho avuto tempo anche di scendere e di riposarmi un po' ;)

      Elimina
  20. fantastiche foto! è una zona che non conosco...grazie di cuore!

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/shoponlineperbambini-negozioroma-negozioabbigliamentobambini/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  21. buona domenica!
    www.mrsnoone.it
    kiss

    RispondiElimina
  22. Ciao Andrea!
    Vista meravigliosa, come il labirinto, foto perfette!
    Fate un giro in bicicletta in una bella langar così recupara
    le energie, la natura è perfetto!

    Baci

    RispondiElimina
  23. Ciao, bel giro! ti chiedo una cosa: dato che io giro con mia figlia che ha 10 anni, temo che 50 km siano un po' troppi. sai se ci sono bus che possono trasportare le bici nel tratto che indichi, in modo che se siamo stanche possiamo tornare indietro in quel modo? in Trentino in molte valli c'è questo servizio per i cicloturisti, non se se anche in Veneto. ciao e grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao grazie! purtoppo non è come il trentino. gli autobus ci sono ma sono solo per trasporto persone, volendo si può chiedere di salire con la bici ma conoscendo bene i mezzi pubblici della zona è meglio evitare. consiglio quindi di fare solo a tratti la riviera: quello di Stra è il più interessante insieme a quello di Malcontenta.

      Elimina
  24. Non l'ho mai fatta in bici la riviera, però ogni tanto obbligo mio moroso a deviare per di lì andando a Padova per l'università (poi mi sento un sacco di parole perché c'è troppo traffico!) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe già :)) per fortuna la zona ciclabile è dalla parte opposta della strada statale, cmq anche per di là si incrociano macchine :((

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...