martedì 7 giugno 2016

Il sentiero del Dürer, un'escursione in Val di Cembra

Una delle escursioni più interessanti da fare in Trentino è senza dubbio il sentiero del Dürer, conosciuto anche con il nome tedesco di Dürerweg, sui monti della Val di Cembra.
Il famoso pittore tedesco di Norimberga, durante un suo viaggio verso Venezia, venne sorpreso da una piena improvvisa del fiume Adige, e così, per ripararsi e trovare un rifugio più sicuro, percorse il sentiero che da Egna, in Alto Adige, arriva fino alle piramidi di Segonzano. Il sentiero del Dürer è lungo una ventina di chilometri e, una volta all'anno, viene organizzato un trekking culturale guidato sulle orme del Dürer che unisce le bellezze naturali, culturali e enogastronomiche della Val di Cembra.

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
vista sui vigneti della Val di Cembra
Questa escursione guidata è un appuntamento molto atteso in Trentino! Quando arriviamo al punto di partenza, in piazza a Cembra, ci sono ben 200 persone! Grazie alla presenza di numerosi accompagnatori veniamo divisi in vari gruppi in modo tale da non camminare tutti insieme lungo la strada. Un'escursione che toccherà solo in parte il Dürerweg, ma che unirà le bellezze storiche, naturali e paesaggistiche della Val di Cembra con un itinerario ad anello e con varie soste dove riposarsi e degustare le specialità locali. Itinerario che si può fare in qualsiasi periodo dell'anno seguendo i cartelli segnaletici.

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
si parte!

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
indicazioni da seguire

Partiamo alle ore 9,00 dal centro di Cembra e proseguiamo per Faver. Dal centro di Faver iniziamo a scendere nel bosco con un sentiero in costante discesa fino a raggiungere il fondovalle dove scorre il torrente Avisio. Qui attraversiamo il torrente sul ponte di Cantilaga, un vero e proprio balcone sul Castello di Segonzano.
Appena attraversato il ponte troviamo la prima sosta degustazione con lo strudel di mele e yogurt. Ottimo!

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
si scende verso il torrente

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
il torrente Avisio dal ponte di Cantilaga
Iniziamo a salire di nuovo prendendo quota sul versante opposto al paese di Cembra e raggiungiamo il piccolo centro di Stedro, in posizione panoramica. Gli arditi terrazzamenti creati dalla mano dell'uomo per utilizzare al meglio il territorio scosceso, caratterizzano il paesaggio in cui nasce uno dei vini testimonial trentini, il Müller Thurgau. Una breve sosta per ammirare la Val di Cembra in tutta la sua bellezza e via di nuovo in salita per la prossima sosta: aperitivo con il Müller Thurgau del consorzio Cembrani DOC, succo di mela, salumi e uova sode biologiche del Consorzio Val di Cembra.

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
foto dal mio account instagram.. seguitemi!  pizzo_76

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
ristoro con il vino 708 km Cembrani bianco
Dopo questa piccola sosta facciamo un ultimo sforzo in salita per ammirare uno dei più belli gioielli naturalistici di tutto il Trentino: le piramidi di terra d Segonzano. Il sentiero scorre in mezzo al bosco di conifere e raggiunge in pochi minuti queste formazioni costituite da una mescolanza di materiale finissimo, ciottoli e grandi massi. Questi accumuli sono dovuti alla disgregazione e al disfacimento delle creste dei fianchi della montagna, operata dal movimento del ghiaccio. Davvero suggestivo.

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
le piramidi di terra di Segonzano
escursione guidata in trentino
tracce di storia da raccontare
Iniziamo di nuovo la discesa verso il fondovalle e alle 13 arriviamo ai giardini di Palazzo a Prato, nel piccolo paese di Piazzo di Segonzano, un antico castello con giardino dove è stata installata una tenda dove possiamo pranzare. Polenta, gulash e fagioli è il menu del giorno, il tutto servito con un ottimo vino Schiava.

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
arrivati al castello :))

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra


sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
voilà :)

Un po' di meritato riposo all'ombra degli alberi secolari del giardino e ci rimettiamo in cammino con destinazione castello di Segonzano.
Fu qui che il Durer si riposò durante la sua fuga dalla piena del fiume Adige, e qui dipinse numerosi acquerelli che testimoniamo la bellezza di questa valle, bellezza ancora intatta e che dal belvedere del castello la troviamo nella sua massima bellezza.

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
castello di Segonzano dove si rifugiò Durer

sentiero del Dürer escursione Val di Cembra
vista sui monti della Val di Cembra dal castello
C'è il tempo per ascoltare un concerto di corni naturali d'epoca e affrontiamo l'ultimo tratto in salita che ci riporta in centro a Cembra. Finisce così questa  escursione in Val di Cembra di circa 7 ore (pause incluse), con numerose salite e discese, immersa tra i vigneti e paesaggi da cartolina quasi identici a come li vide a suo tempo il Dürer.
Ma si poteva finire una giornata in Trentino senza assaggiare i prodotti locali? Certo che no!
A Cembra facciamo sosta nelle cantine di Cembrani d.o.c, un consorzio di sette aziende, cinque cantine e due distillerie, dove è possibile fare degustazioni di vini tra cui il famoso Müller di Thurgau, coltivato in tutta la valle dal colore giallo chiaro, sostenuto dall'acidità che rende il sapore particolarmente aromatico e persistente. Inoltre al territorio della Val di Cembra e ai suoi 708 km di terrazzamenti di vigneti vengono dedicati due vini: 708 km Cembrani bianco e 708 km Cembrani rosso, ambasciatori delle eccellenze della Val di Cembra. Fare una degustazione in una delle cantine è molto semplice: nel sito di Cembrani doc, ci sono tutti i contatti e le info utili su come visitare o prenotare la propria visita.
Per cena raggiungiamo il piccolo centro di Palù di Giovo e visitiamo un'altra eccellenza del Trentino: l'agriturismo Agritur al Volt, uno degli agriturismi più antichi d'Italia, dove vi si accede attraverso un antico porticato al quale si affacciano le porte delle cantine e delle stalle. Prima di arrivare alla sala del ristorante è d'obbligo fermarsi in una di queste cantine e fare dei piccoli assaggi dei vini prodotti, come la Schiava, un vino leggero, dal caratteristico colore rosato e dal sapore morbido e fruttato.
agritur al volt
atmosfere antiche nell'agriturismo Al Volt di Palù di Giovo

La cena di oggi in collaborazione con la Strada del Vino dei Sapori Trentino e con quattro agriturismi locali, ci porta alla scoperta del meglio della cucina locale e trentina. Ecco il menu:
tortino di funghi porcini, strangolapreti tradizionali con scaglie di Trentingrana, tortel di patate con salumi tradizionali e l'immancabile strudel di mele :))
Tutto ottimo e accompagnato da una perfetta selezione di vini della Val di Cembra.

agritur al volt giovo
agriturismo Al Volt
Il modo migliore per finire questa esperienza in Val di Cembra, una zona ancora ottimamente preservata, dai sapori unici e genuini. 


 

34 commenti:

  1. Love the view from the first photo!
    Cheers :)

    http://beautyfollower.blogspot.gr

    RispondiElimina
  2. Che un giro meraviglioso, lunga passeggiata.
    Luoghi belle, deliziosi piatti!

    Abbracci, buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Un giro stupendo e all'insegna degli ottimi vini direi.
    Bacio

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  4. Questo lo farei di corsa Andrea.
    Un abbraccio
    Maggie

    RispondiElimina
  5. non conoscevo questa zona, grazie per averlo condiviso.

    RispondiElimina
  6. bellissimi questi panorami con colline e vigneti!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. si è stata una bellissima scoperta per me :) era la prima volta :)

      Elimina
  8. Trentino... quanti bei ricordi! Ho vissuto per un po' a Trento, sai? (Da Napoletana è stato un trauma, ma ora mi manca...)
    Ad ogni modo, complimenti per le immagini!
    Comunque sono arrivata al tuo blog per caso, ci ho fatto un giretto veloce e mi piace molto... Infatti mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi!
    Lifen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah immagino sia stato un trauma, però penso che dopo ci si abitui abbastanza velocemente :)) grazie!!

      Elimina
  9. I tuoi post sono tutti da salvare... che spettacolo!!!

    RispondiElimina
  10. Sempre stupende le tue foto e i tuoi post che fanno venire voglia di partire all'istante! Bravissimo, complimenti :) Buona serata Andrea! :)

    RispondiElimina
  11. il tuo post è decisamente ricco di cose interessanti da conoscere...
    amo molto le montagne, e tutta la suggestione che sanno donare a chi decide di viverle...
    Norimberga mi è completamente ignota, ma ho avuto la fortuna immensa di vederla parzialmente attraverso te

    RispondiElimina
  12. Io però se bevo anche solo un bicchiere di vino, poi col cavolo che cammino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahha si per fortuna era accompagnato da tanto cibo :)) altrimenti eravamo cotti :((

      Elimina
  13. che belle foto e quanto buon cibo
    buon giovedì Andre
    <<< tr3ndygirl fashion blog >>>
    un bacione

    RispondiElimina
  14. E' sempre un piacere leggerti. Per quanto anto abbia girato l'Italia, in montagna o premontagna dove bisogna fare camminate ecc. non ci siamo mai andati a parte le città come Trento, Bolzano, Cortina ecc. giusto per citarne alcune. Le malghe ed i rifugi a meno che non siano raggiungibili ..alcuni con macchina a piedi sempre stato tabù. Siamo nati e cresciuti sul mare e se ci chiedi di fare km a nuoto lo facciamo ma 100 mt in salita no :D :D Grazie viaggio con te. Buona giornata.

    RispondiElimina
  15. Un'escursione interessante da tutti i punti di vista! Grazie come sempre, se ti va di venire a dare un'occhiata ho postato la mia vacanza alle Eolie, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  16. Che bello, quanto verde e quante cose da mangiare!
    Passa a trovarmi VeryFP

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...