Escursione al rifugio Venezia: ecco come arrivare

Uno dei rifugi più belli da visitare sul monte Pelmo è il rifugio Venezia. Ci sono varie opzioni per raggiungere questo rifugio: le principali sono da Passo Staulanza, Palafavera, Zoppè di Cadore e San Vito di Cadore.
Io ci sono stato due volte e, con il post di oggi, volevo raccontarvi le mie due escursioni al rifugio Venezia; poi decidete voi qual è la meglio in base alle vostre esigenze.
Pronti ad andare ai piedi del monte Pelmo? Partiamo!

escursione rifugio venezia

I) ITINERARIO: DA PASSO STAULANZA
Questa è stata una delle mie primissime escursioni in montagna! Pensate che la meta di quel giorno era il rifugio Città di Fiume e non il Venezia! In pratica è andata così: dal passo Staulanza seguiamo la segnaletica per i rifugi e saliamo nel bosco in leggera salita. All'incrocio con il sentiero 472 dell'Anello Zoldano, invece di andare a sinistra, per il rifugio Fiume, siamo andati a destra!! ahha stavamo parlando così tanto che nemmeno ci siamo resi conto della segnaletica!

escursione rifugio venezia


Ormai la frittata è stata fatta ed è tardi per tornare indietro. Una volta raggiunto il sentiero dell'anello zoldano l'escursione fa il giro antiorario del monte Pelmo, all'inizio sotto le possenti pareti e poi svolta verso sinistra regalando bellissime vedute sul Cadore e sull'Antelao. Il terreno è molto bagnato, capita spesso di dover saltare zone di fango e una mia amica ci ha quasi rimesso una scarpa!!

escursione rifugio venezia

escursione rifugio venezia


escursione rifugio venezia


In questo tratto abbiamo trovato anche uno sciame d'api! Il sentiero attraversa poi mughi profumati e raggiunge il punto più alto del percorso: il Passo di Rutorto, da dove già si può vedere il Rifugio Venezia a mt 1947. Si attraversa in breve discesa un ghiaione e raggiungiamo il rifugio dopo 2H30 di cammino! Praticamente il doppio di quello che avevamo previsto! Ad accoglierci un bel gruppo di cavalli liberi nel prato!  Che bellezza!
escursione rifugio venezia


In rifugio facciamo sosta per una torta ai mirtilli con panna, visto che avevamo già pranzato a sacco poco prima, e ammiriamo il bellissimo panorama sulla Val Boite.

escursione rifugio venezia

escursione rifugio venezia


Il ritorno lo abbiamo effettuato seguendo lo stesso sentiero dell'andata, incontrando ancora api, fango e anche una vipera!! Possiamo dire che non ci è mancato quasi nulla! Calcolate circa 390 metri di dislivello, da fare quasi tutti nel tratto iniziale.



II) ITINERARIO: DA ZOPPE' DI CADORE
Il secondo itinerario per raggiungere il rifugio Venezia parte da Zoppè di Cadore. Questo è un po' più corto rispetto al precedente. Partiamo verso la fine del paese in località Sagui e seguiamo il sentiero 471 che si snoda per la maggior parte nel bosco. Pure qui abbiamo trovato molto fango come la volta scorsa.

escursione rifugio venezia


Il sentiero raggiunge velocemente il Passo di Rutorto dove ci si unisce al percorso che arriva da Passo Staulanza. Da qui un ultimo strappo in salita e si arriva al rifugio Venezia!

escursione rifugio venezia

escursione rifugio venezia

escursione rifugio venezia


Per questo itinerario calcolate 1ora e 15 minuti a tratta! Questa volta ci fermiamo in rifugio e prendiamo un ottimo piatto di cansunziei, specialità del bellunese :) eh si, quando ci vuole ci vuole! Giusto?

escursione rifugio venezia

escursione rifugio venezia


Queste solo le mie due escursioni al rifugio Venezia. E voi, avete fatto altri percorsi per raggiungerlo?


VEDI ANCHE:
Vedi anche la sezione dedicata alle escursioni TREKKING e al VENETO

9 commenti:

  1. E' un'escursione che abbiamo compiuto diverse volte.Peccato non abbiate visto il cartello per la deviazione.Al rifugio Città di Fiume vi sareste trovati ai piedi del sentiero,in parte attrezzato,non particolarmente difficile,basta essere allenati e prestare attenzione che dalla Val Fiorentina,attraverso la Val d'Arcia e l'omonima forcella,porta in Val Zoldana ed al rifugio Venezia.E parte anche un altro sentiero,molto facile anche se lungo,che,attraverso Forcella Ambrizzola, porta al lago Federa ed al rifugio Palmieri,versante Cortina.Ma anche l'escursione al rifugio Venezia è stata una gran bella soddisfazione.Auguri per la prossima escursione.A proposito,se tornate sul Pelmo,direzione rifugio Venezia,non perdete la breve deviazione,indicata che vi porterà,ai piedi del Pelmetto, dove su un enorme masso,sono state rinvenute numerose e visibili impronte di dinosauri....Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gildo, eh si spero proprio di ritornare sul Pelmo la prossima estate, anzi ci sarebbe ancora tempo per una ciaspolata quest'inverno. grazie per i consigli!

      Elimina
  2. Ciao Andrea....Buona montagna....E buon divertimento......

    RispondiElimina
  3. Infatti, luoghi meravigliosi, degni di essere visitati. Il paesaggio è meraviglioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! anche se abbiamo sbagliato itinerario è stato bello lo stesso :))

      Elimina
  4. Caro Andrea, per me mi basta ammirare tutte le belle foto che ci hai fatto vedere.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina