sabato 11 luglio 2015

Escursione a Cima Grappa da Valle San Liberale

L'escursione a Cima Grappa con la visita al famoso ossario è senza dubbio una delle escursioni più complete nella zona delle Prealpi venete. Paesaggisticamente non può competere con i panorami delle Dolomiti, ma il mix di storia e natura ne fanno un'uscita davvero molto interessante.
La nostra escursione a Cima Grappa inizia dalla località di San Liberale, a m. 600 circa d'altezza, dove sono presenti due ristoranti e un parcheggio dove si può lasciare la macchina. La giornata di oggi, caldissima e con temperature oltre i 35 gradi in pianura, non sarebbe l'ideale per effettuare questo tipo di escursione (più di 1000 metri di dislivello partendo da quote basse), ma ormai avevamo già deciso e quindi partiamo ugualmente!
Dal parcheggio di San Liberale prendiamo il sentiero n 151 che ci condurrà in costante salita fino a Cima Grappa. Al parcheggio sono presenti vari cartelli con i differenti tipi di itinerari e vie ferrate che si possono effettuare in questa zona del Grappa.

monte grappa
Cima Grappa, punto di arrivo della nostra escursione di oggi

escursione a cima grappa da san liberale
cartelli al punto di partenza di San Liberale

Iniziamo la nostra salita su una strada asfaltata, passiamo una chiesetta ed alcune case, e poi il sentiero diventa sterrato iniziando a salire ripidamente sul bosco. Diversi zig-zag ci fanno prendere velocemente quota, ci lasciamo la Valle di San Liberale e la pianura alle nostre spalle, solo l'afa invece ha deciso di farci compagnia! Afa che ad un certo punto del sentiero diventa nebbia e sarà una costante di questa giornata.
Certo, già a 800 metri di quota si sta un po' meglio, ma la salita ti fa sudare come non mai. 

escursione a cima grappa da san liberale
sentiero immerso nel bosco

incontri durante il percorso
Sempre immersi nel bosco e in una natura selvaggia raggiungiamo, dopo circa due ore di cammino, Pian de la Bala, a quota m. 1380.
A questo punto bisogna scendere per qualche centinaio di metri sulla strada provinciale che conduce a Crespano e riprendere il sentiero n. 151 che in circa un'ora conduce a Cima Grappa!


escursione a cima grappa da san liberale
il tratto di strada da Pian de la Bala al sentiero 151
Per fortuna, alzandoci di quota, la nebbia ci lascia, e troviamo un bellissimo sole sui prati del monte Grappa! Facciamo una piccola sosta a malga Vecia (peccato non aver mangiato qui), e via per l'ultimo tratto in salita! Da malga Vecia ci sono due sentieri che salgono a Cima Grappa: il 151 più corto ma molto ripido, oppure il 151 bis un po' più lungo ma più semplice. 

escursione a cima grappa da san liberale
primi raggi di sole

escursione a cima grappa da san liberale
malga Vecia

malga vecia monte grappa
le grappe in malga

Noi ovviamente scegliamo il primo (con grande ringraziamento delle mia ginocchia) e dopo un dislivello totale di 1200 metri e 3 ore e mezzo di cammino, arriviamo a Cima Grappa!
Ad attenderci, a 1800 metri di quota, troviamo una marea di gente, la maggior parte arrivata in macchina da Bassano, e tutti alla ricerca di aria fresca. Dato che il sole picchia davvero forte e non ci sono posti all'ombra dove mangiare il nostro pranzo a sacco, decidiamo di fermarci al rifugio Bassano e di consumare qui un pasto veloce. Alla fine prendo un semplice antipasto ma di dubbia qualità :(( Meglio il pranzo a sacco!

monte grappa
manca poco!

escursione a cima grappa da san liberale
rifugio Bassano

escursione a cima grappa da san liberale
l'antipasto servito in rifugio :(( stile mensa
Rimane del tempo per visitare l'ossario, testimonianza di tremendi combattimenti che si sono sviluppati in questa montagna durante la Grande Guerra, e che custodisce le salme di più di 20.000 soldati caduti in guerra tra l'esercito italiano e quello austroungarico. I due ossari, austroungarico e italiano, sono collegati dalla strada eroica, lunga più di 300 metri con a fianco 14 cippi che evocano i nomi dei luoghi dove si combatterono le più dure battaglie. Alla fine della via eroica si trova un piccolo santuario dove è custodita la Madonnina del Grappa, mutilata da una granata nel 1918, ora un simbolo eroico degli anni della guerra.

escursione a cima grappa da san liberale
vista da Cima Grappa

ossario monte grappa
i cippi commemorativi

escursione a cima grappa da san liberale
la strada eroica
Gloria a Voi, Soldati del Grappa” c'è scritto a grandi lettere di pietra all'ingresso dell'Ossario, una frase che ti fa pensare a lungo e che ti interroga sull'utilità di questa guerra e delle guerre in generale.
Purtroppo non facciamo a tempo a visitare la galleria Vittorio Emanuele III, scavata nella roccia e lunga più di un chilometro e mezzo. Peccato, sarà per la prossima volta!

ossario monte grappa
l'ossario di Cima Grappa

ossario monte grappa
vista verso il rifugio Bassano
E' tempo di ritornare. Il nostro dislivello in discesa di 1200 metri da Cima Grappa ci aspetta :(( Proprio di fronte all'ingresso della galleria Vittorio Emanuele III troviamo il sentiero che ci conduce a malga Vecia, quello più semplice e meno ripido che abbiamo snobbato all'andata.


escursione monte grappa
si scende!

In poco tempo, tra boschi e pascoli, raggiungiamo di nuovo malga Vecia e, percorrendo poi lo stesso sentiero dell'andata arriviamo in circa tre ore totali di discesa al parcheggio di San Liberale.
Finisce così un'escursione lunga e con un dislivello impegnativo, in una montagna carica di storia dove la memoria del passato viene portata alla luce grazie al ricordo delle migliaia di vittime che scrutano ancora in eterno gli orizzonti del monte Grappa.

SCHEDA TECNICA
Partenza: Valle San Liberale m. 570
Arrivo: Cima Grappa m. 1780
Dislivello: 1200 metri circa

Vedi anche: My Veneto

56 commenti:

  1. che meraviglia Andrea! La foto iniziale, quella di Cima Grappa, è davvero suggestiva!

    RispondiElimina
  2. Che bello si vedono gli animali vicinissimi!
    Sempre itinerari stuependi Andrea.
    Ciao

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sii è stata una bella sorpresa. di solito non si vedono :(

      Elimina
  3. nice post :)

    http://www.itsmetijana.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Ciao Andrea ,
    la prima foto è molto interresante diversi passaggi .
    Tour con uno splendido scenario , belle foto !
    Ricchezza di distacco , molto buono !

    Abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ossario è costruito a 5 gironi che salgono sulla strada eroica. davvero suggestivo

      Elimina
  5. posti meravigliosi e ricchi di storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si un pezzo della nostra storia d'italia che è sempre giusto conoscere

      Elimina
  6. Bel posto e bellissimo paessaggio. Quando vedo la strada così stretta e che le macchine potevano guidare, mi fa sentire paura. Io non potrei mai guidare di là.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe si in effetti bisogna fare attenzione soprattutto alle bici che scendono

      Elimina
  7. Splendide le foto, luoghi meravigliosi!

    RispondiElimina
  8. che meraviglia
    Ti auguro una fantastica giornata!
    un abbraccio
    Nuovo post da me: http://www.milanotime.net/fashion/7506/

    RispondiElimina
  9. Che bellezza quel sentiero immerso nel verde!
    Un abbraccio
    Eva e Valentina the anarCHIC

    RispondiElimina
  10. non sapevo che in quella zona fosse caduti in guerra 20.000 soldati.
    Un posto ricco di bellezza oltre che storia.
    Buon inizio settimana a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo si, è da qui chhe si aprì la strada verso la vittoria finale a vittorio veneto

      Elimina
  11. Wow che posto! Sempre belle foto!
    Passa a trovarmi VeryFP

    RispondiElimina
  12. che paesaggi meravigliosi Andre
    buon martedì
    un abbraccio
    tr3ndygirl fashion blog

    RispondiElimina
  13. Bei posti non come escursionista sai che non posso ma ci sono passata ovviamente in macchina dove si poiteva. Buono il piatto salame ecc.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si pure in macchina si può arrivare in cima, poi da li si può visitare a piedi l'ossario e anche la galleria

      Elimina
  14. Buona giornata Andrea.

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  15. Bellissimo reportage, Andrea, come sempre. Valeva la pena nonostante il caldo, un posto bello e suggestivo, un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Ciao Andrea che bei posti, grazie sempre di regalarmi(ci) un pezzetto dei tuoi viaggi..è una cosa bellissima.
    Ti auguro una buona serata.

    RispondiElimina
  17. un pezzo di storia della nostra italia. peccato vi siete persi la galleria. ciao paolo

    RispondiElimina
  18. So natural and beautiful. Great photos
    http://www.mimosasandme.com

    RispondiElimina
  19. I liked the photo under the one with the bottles.
    Wonderful scenery!

    http://beautyfollower.blogspot.gr/

    RispondiElimina
  20. Qui c'è il link della ricetta keniota, corredata da alcune delle tue splendide foto, un abbraccio e grazie :)))
    http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2015/07/verdure-al-curry-con-riso-al-cocco-per.html

    RispondiElimina
  21. Amigo as suas imagens são luxo amo, tenha uma semana abençoada.
    Canal:https://www.youtube.com/watch?v=EgeQXJjUpSQ
    Blog:http://arrasandonobatomvermelho.blogspot.com.br/

    RispondiElimina
  22. Wonderful place!!

    great post!

    ichbinsil.blogspot.com

    RispondiElimina
  23. Great pictures again! Sooo many places to visit :))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...