Il sentiero delle Meatte, un'escursione a tema Grande Guerra sul Monte Grappa

Il sentiero delle Meatte è probabilmente una delle escursioni, a tema Grande Guerra, sul Monte Grappa più bella da fare.
In una giornata come quella di ferragosto, in cui mi sono trovato improvvisamente da solo, non ho pensato due volte a prendere la macchina e partire in solitaria per una delle uscite che avevo da tempo in programma: il monte Grappa e il sentiero delle Meatte.
Parto prestissimo da casa per paura di trovare la folla dei vacanzieri. Da Paderno del Grappa salgo verso la valle di San Liberale (m. 570) e lascio la macchina dove la strada finisce, in prossimità del Motoristorante con varie zone per parcheggio. 

sentiero meatte grande guerra monte grappa
lungo il sentiero delle Meatte
SI PARTE DA SAN LIBERALE
Inizio la mia escursione seguendo il sentiero 151 con destinazione Pian dea Bala, un sentiero che si immerge subito nella vegetazione e continua a tornanti lasciandosi poi alle spalle il bosco, continuando poi in un ambiente roccioso. Fuori dalla vegetazione si può fin da subito ammirare uno splendido panorama sulla pianura, ma questo è niente in confronto a quello che mi aspetterà più avanti.
 
sentiero meatte grande guerra monte grappa
partenza da San Liberale

sentiero meatte grande guerra monte grappa
vista verso la pianura

Raggiungo Pian dea Bala (m. 1380) dopo circa un'ora e trenta di cammino (le tabelle indicavano due ore) e un dislivello di circa 810 metri. Qui si trova anche la strada che arriva dalla pianura e, infatti, senza sorpresa, incontro tutti i villeggianti del Ferragosto con moto, auto, camper e postazioni picnic.
Volendo si può venire qui in macchina e iniziare l'escursione da questo punto.
 
monte grappa
Pian dea Bala
Trovandosi questa escursione in provincia di Treviso, la segnaletica è abbastanza scarsa (lo scrivo perchè è ormai un dato di fatto). Vedo però un cartello di legno (questo qui sotto) che indica il Sentiero delle Meatte.

sentiero meatte grande guerra monte grappa
segnaletica all'ultimo grido

SENTIERO DELLE MEATTE
Sono nella direzione giusta. Svolto a destra e inizio a camminare alla scoperta di questa straordinaria opera militare costruita durante la Grande Guerra.
Lo stesso tracciato militare, assieme ad altre opere di cui si intravedono le tracce, merita d’essere ammirato per la sua arditezza. Venne realizzato dal Genio militare italiano nel 1918 incidendo e forando le rocce strapiombanti sulla Val Boccaor e serviva ad assicurare i movimenti e i rifornimenti al riparo dal tiro nemico per sostenere ed alimentare la battaglia sulle vette.
 
sentiero meatte grande guerra monte grappa
le prime gallerie

sentiero meatte grande guerra monte grappa

sentiero meatte grande guerra monte grappa
a strapiombo sulla valle

Il sentiero è pianeggiante e sempre abbastanza largo. Si passano diverse gallerie, corte abbastanza da non essere necessario l'uso della torcia, e si ammira un panorama eccezionale sulla pianura fino a Venezia (con le giornate limpide).
Ad un certo punto si passa sotto un ponte sospeso che serve per raggiungere una via ferrata e si continua fino ad arrivare ad un incrocio che, svoltando a sinistra, porterebbe di nuovo a Pian dea Bala (calcolate trenta minuti per percorrere il sentiero delle Meatte).
Peccato che non ci sia nessun cartello a spiegare la storia di questo posto :((
 
sentiero meatte grande guerra monte grappa
guardando verso Cima Grappa
monte grappa
il ponte sospeso

sentiero meatte grande guerra monte grappa
segnaletica alla fine del sentiero delle Meatte

VERSO MALGA VEDETTE
Siccome è ancora presto, continuo la mia passeggiata lungo lo stesso sentiero. 

sentiero meatte grande guerra monte grappa
altre gallerie della Grande Guerra
Ad un certo punto il versante della montagna svolta bruscamente e mi trovo davanti ai miei occhi una fantastica vista sulla pianura e sui Colli Euganei.

sentiero meatte grande guerra monte grappa
vista sui Colli Euganei
Proseguo ancora per un po' e raggiungo la strada asfaltata con la fine del sentiero dove è presente malga Vedetta. In una giornata così di festa era logico trovare una marea di gente. Se poi si può arrivare con la macchina ancora di più! Tutti a mangiare :))
 
sentiero meatte grande guerra monte grappa
malga Vedetta
Dalla strada faccio un ultimo sforzo e raggiungo la bellissima chiesetta di Cima delle Mandria. Davvero suggestiva! E che panorama!!
Calcolate circa 3 ore per arrivare fino a qui da San Liberale.
Foto a manetta e faccio sosta per il mio pranzo a sacco :))
 
sentiero meatte grande guerra monte grappa
chiesetta Cima delle Mandria

RITORNO A PIAN DEA BALA
A questo punto l'itinerario raccontato in altri siti consiglierebbe di seguire la strada asfaltata passando per altre malghe concludendo così un giro ad anello. Siccome oggi, ogni angolo di strada asfaltata è occupata da macchine, decido di ritornare per lo stesso sentiero dell'andata e di ammirare di nuovo il sentiero delle Meatte fino al parcheggio in Pian dea Bala.
Nel 1917 questa parte del Monte Grappa, Val delle Mure, fu una delle zone più devastate dalla guerra. Le truppe italiane erano in alto sulla cresta, ma i rifornimenti e i feriti dovevano passare per la valle sotto il tiro continuo dell'esercito austroungarico. Sono ancora visibili i sentieri che salgono alle prime linee della cresta, seminascosti, per sfuggire, dove possibile, all'occhio del nemico.
Ritrovo il sentiero 151 di questa mattina e ritorno nel silenzio della montagna inoltrandomi nel bosco e scendendo a zig zag fino a San Liberale.
 
sentiero meatte grande guerra monte grappa
il sentiero che scende a San Liberale
Prima del parcheggio si possono visitare delle gallerie di ricovero, una stazione di pompaggio acquedotto e una galleria antigas.
Finisce così una bellissima escursione a tema Grande Guerra sul Monte Grappa della durata di 7 ore circa (con tante soste fotografiche), tra panorami mozzafiato e storia.

Scheda Tecnica:
San Liberale 570 m. – Pian dea Bala, 1380 m.,  1H30
Pian dea Bala – fine sentiero delle Meatte , 30 minuti
fine sentiero delle  Meatte - chiesetta Cima delle Mandria, 45 minuti 
Dislivello: 810 metri 

Visita la senzione del blog dedicata alla Grande Guerra

ALTRE ESCURSIONI DA FARE NELLE PREALPI VENETE:

2 commenti:

  1. Ciaooo, prima di tutto mi scuso ma manco da tanto qui anche se ti leggo su IG e sono mancata per 4 mesi. Poi ti invidio, camminando e non solo vedi delle cose bellissime veramente luoghi incantevoli anche non sempre battuti da tutti. Purtroppo come tu sai quando forse avrei potuto non c'era tempo soldi ecc. ora che potrei sopra tutto per il tempo le mie ginocchia non me lo permettono e nemmeno a marito che ora dovrà fare un operazione menisco per cui, ti leggo e viaggio con te, Molto ho visto magari senza ..scarpinare.. quando possibile il resto lo vedo qui. Buona domenica e settimana in arrivo un abbraccio una carezza al tuo pelo.

    RispondiElimina