Due escursioni da fare in Valsugana: il ponte dell'Orco e il Sasso Gambarile

Tra le moltissime escursioni trekking che si possono fare in Valsugana vorrei consigliarvene due che sono poco conosciute, ma dall'aspetto naturalistico, paesaggistico e storico di notevole importanza.
Sto parlando del ponte dell'Orco e del Sasso Gambarile, situati entrambi nel pressi di Strigno e Ospedaletto, e dei quali sono venuto a conoscenza grazie ai consigli di Giulia del B&B Tomaselli.
Ebbene si, perchè durante questi due giorni in terra trentina ho avuto il piacere di soggiornare in questa casa immersa nel verde della Valsugana, in posizione panoramica su tutta la valle.
Qui si può godere di un soggiorno tranquillo, di stampo famigliare e quindi molto genuino, cominciando la giornata con una prima colazione a base di prodotti tipici come torte e marmellate fatte in casa.

ponte dell'orco valsugana
il ponte dell'Orco
A differenza dei grandi alberghi, un soggiorno in un B&B permette di entrare in contatto con la realtà locale e con le persone del posto, oltre che a sentirsi come un ospite a casa di amici, cosa ormai non scontata durante una vacanza in montagna.

valsugana
una prima colazione con vista dal B&B Tomaselli

B&B tomaselli
B&B Tomaselli
Giulia gentilmente accompagna i propri ospiti alla scoperta degli angoli più inconsueti della Valsugana, semplici passeggiate nei dintorni del B&B oppure escursioni più impegnative con la presenza di una guida esperta.
Così, una volta arrivato al B&B Tomaselli, mi sono lasciato guidare in due escursioni che solo la gente del posto conosce, e quindi difficili da scoprire.

PONTE DELL'ORCO
Partiamo dal B&B Tomaselli in direzione Castel Ivano. Scendiamo ripidamente lungo un sentiero che attraversa il torrente, lasciandoci alla destra il paese di Strigno, e che arriva in centro a Ivano Fracena dopo venti minuti.

escursioni trekking valsugana
primi passi durante la nostra escursione
Dal centro paese inizia la vera escursione al ponte dell'Orco. Prendiamo un po' di tempo per ammirare il castello e, continuando per via Giuseppe Grazioli, vediamo le prime indicazioni per la nostra escursione (un tratto del sentiero delle Volte). La segnaletica non è sempre presente ma nei punti principali ci sono sempre dei cartelli. Notiamo subito la scritta per Ponte dell'Orco e chiesetta di San Vendemmiano e saliamo facendo una breve deviazione per ammirare questa chiesetta di montagna con una splendida vista.

escursioni trekking valsugana
arrivando alla chiesetta di San Vendemiano
Ritorniamo sul sentiero principale e saliamo sempre più di quota, lasciandoci la deviazione che sale al monte Leffre, e continuando con splendide vedute dall'alto su Ospedaletto.
A questo punto il sentiero inizia a scendere ripidamente a zig zag, in un ambiente roccioso, e riprende poi quota di nuovo nel bosco.

escursioni trekking valsugana
vista verso Ospedaletto
Ci siamo quasi. Vediamo le indicazioni per il Ponte dell'Orco e, dopo qualche minuto ancora in salita, arriviamo ai piedi di questa meraviglia della natura. Che spettacolo!

ponte dell'orco valsugana
arrivando al ponte dell'Orco
Narra la leggenda che un giorno un giovane pastore stava rientrando a casa con le sue 30 pecore e trovò la strada interrotta da un precipizio. Fu allora che spuntò la figura di un uomo che gli propose la costruzione di un ponte molto lungo in cambio della sua anima. Il pastore dalla paura annuì e l'uomo disse delle parole incomprensibili che il vento portò subito lontano. Dove c'era il precipizio sorse un ponte imponente, di pietra e robusto. Non trenta, ma addirittura 300 pecore potevano passarci. Il pastore tornò nella sua casa di Ospedaletto per rinchiudere le pecore, ma da allora non fu più visto.

ponte dell'orco valsugana
seguitemi anche su Instagram: @pizzo_76

Storie passate. Rimane però quell'atmosfera di magia e di mistero da ammirare in silenzio. 
Volendo si può prendere il sentiero che sale nel bosco e camminare sopra il ponte.

ponte dell'orco valsugana
un ponte di pura roccia tra i più grandi in Italia

escursioni valsugana

Per il ritorno effettuiamo la discesa che porta a Ospedaletto. Facciamo così un giro ad anello senza fare la stessa strada dell'andata; volendo si potrebbe arrivare qui con la macchina e iniziare la passeggiata. Ci fermiamo per visitare un'altra chiesetta di montagna, il Santuario della Madonna della Rocchetta, davvero bellissimo, e passiamo poi per il centro paese.

escursioni trekking valsugana
la Madonna della Rocchetta
Proseguiamo lungo la strada provinciale in direzione Villa Agnedo, e ci fermiamo nei pressi della piccola cascata che troviamo sulla destra. Da qui è possibile visitare il Col Fortin, una serie di gallerie della Grande Guerra, ritornate alla luce dopo un lungo lavoro di restauro (trenta minuti dura la visita più o meno).

escursioni trekking valsugana
le gallerie del Col Fortin
Di nuovo in marcia, concludiamo il nostro giro passando per Strigno e poi di ritorno al B&B Tomaselli lungo la stradina chiamata “Sasso”, a testimonianza di quanto dura è questa salita.
Ad attenderci troviamo Vanessa e Gigi, le mascotte del B&B, due nuvole bianche nel verde della Valsugana!
Scheda tecnica: 3 ore abbondanti il giro ad anello + 30 minuti del Col Fortin,  per 260 metri di dislivello

escursioni trekking valsugana
le mascotte del B&B Tomaselli
SASSO GAMBARILE
In questa escursione siamo accompagnati dal mio amico Omar Ropelato, accompagnatore di media montagna e profondo conoscitore della Valsugana (con lui ho effettuato il trekking Lagorai Panorama) e della Grande Guerra.
Per raggiungere il Sasso Gambarile bisogna attraversare il Brenta e lasciare la macchina in località Oltrebrenta nei pressi dell'agriturismo Prà dei Pezi. Da qui seguiamo il sentiero che sale con pendenza costante fino ad arrivare ai piedi di questo immenso roccione. Alla base ci sono delle gallerie della Grande Guerra, si possono visitare con l'uso della pila e, se si ha "fortuna", si possono vedere anche dei pipistrelli :))

sasso gambarile
incontri in galleria
escursioni trekking valsugana
in escursione al Sasso Gambarile

col fortin
vista dalle gallerie della Grande Guerra
Usciti di nuovo alla luce del sole seguiamo il breve e ripido sentiero (con cordino di sicurezza) che porta alla sommità del Sasso Gambarile. Da qui il panorama è splendido! Non è difficile capire perchè questo luogo venne scelto come caposaldo principale del sistema difensivo in destra Brenta: la visuale è completa su quasi tutta la valle.

sasso gambarile
in cima al Sasso Gambarile
Iniziamo la discesa lungo un altro sentiero a tornanti nel bosco, zona di accampamenti, trincee e ricovero delle truppe, concludendo il nostro giro ad anello in località Prà dei Pezi, in circa un'ora e trenta minuti e con 230 metri di dislivello.
Due escursioni in Valsugana immersi nel rispetto della natura e nella storia della Grande Guerra. Rispetto della natura che ritrovo al al B&B Tomaselli, ottimo esempio di energie rinnovabili e efficienza energetica, grazie ad un impianto fotovoltaico che permette di verificare la quantità di energia prodotta e di accumularla, producendo acqua calda e forza energetica per tutta la struttura. 

B&B tomaselli
efficienza energetica

b&B tomaselli
interno del B&B

b&B tomaselli
pausa merenda dopo la passeggiata
A disposizione degli ospiti 6 stanze, tutte con una splendida vista sulla Valsugana (alcune con vista esclusiva su Castel Ivano), Wifi gratuito, un grande giardino con mirtilli, grazie ai quali vengono prodotte le marmellate e i succhi, e tanto amore per l'ospitalità da parte di Giulia, la proprietaria del B&B, per un'immersione totale nella natura.

b&B tomaselli

b&B tomaselli
B&B Tomaselli
E poi ci sono loro, Vanessa e Gigi, sempre pronte a farsi coccolare e a rendere questa esperienza in Valsugana davvero unica.

b&B tomaselli
Vanessa e Gigi 

ALTRE COSE DA FARE IN VALSUGANA:

Commenti

  1. che bellas photos Andrea !
    a beautiful place. I love la Madonna della Rocchetta .
    bellisima !

    RispondiElimina
  2. Ma quanto sono simpatiche quelle pecore :D
    Cmq, che bel posto! :D Dovremmo venire anche noi a prendere una bella boccata di aria fresca e sana!

    Bella la nuova grafica del blog :)

    The Lunch Girls

    RispondiElimina
  3. Ciaooo mi sto cercando devo riordinare casa cucina idee ecc. intanto prendo due giorni ma ti auguro buona serata e buon inizio settimana. Belle le tue immagini e info come al solito.

    RispondiElimina

  4. Posto meraviglioso, belle foto.
    Paesaggi meravigliosi, colazione deliziosa.
    baci

    RispondiElimina
  5. che posti stupendi!

    RispondiElimina
  6. Valsugana really seems like a great destination, Andrea! I would love to go trekking there one day!

    RispondiElimina

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved