Escursione alle trincee del Monte Palon da Possagno

Le trincee del Monte Palon sono state la meta della prima escursione primaverile a tema Grande Guerra sulle terre del Grappa. Ci sono diversi modi per raggiungere il Monte Palon, io ho scelto la strada più lunga e impegnativa, quella che parte da Possagno, ma, volendo, si può arrivare anche in macchina :((
Punto di partenza della mia camminata è il Tempio del Canova. Sulla sinistra c'è una piccola strada asfaltata che sale nel bosco e dove si possono vedere le prime indicazioni per la nostra escursione: sentiero 195 Castel Cesil.


monte palon trincee
SI PARTE DA POSSAGNO 
Inizio a seguire la strada asfaltata e, poco dopo, all'altezza di un tornante, prendo il sentiero sterrato 195 che mi condurrà a Castel Cesil.

monte palon trincee

monte palon trincee


Il sentiero è sempre ben segnalato e sale costantemente e abbastanza ripidamente nel bosco. A volte ci sono degli incroci con altri sentieri ma non c'è mai pericolo di prendere una strada sbagliata: le segnaletica è davvero ottima (cosa non comune in provincia di Treviso).

monte palon trincee

monte palon trincee


DA CASTEL CESIL A MONTE PALON
Dopo qualche sosta per riprendere fiato, arrivo alla strada provinciale proveniente da Pederobba. Da qui vedo subito i cartelli per il proseguimento del sentiero, in questo caso il numero 212 che condurrà al vicinissio Castel Cesil e al Monte Palon.

monte palon trincee


Decido di visitare prima il monte Palon e seguo il sentiero che si intrufola all'interno di una trincea per arrivare alla vetta. Qui ho il primo assaggio di quello che si rivelerà più avanti il Monte Palon: una montagna che durante la Grande Guerra era un punto strategico di osservazione, con vista sulle Dolomiti, Piave e pianura veneta fino a Venezia.

IL PERCORSO DELLA MEMORIA
Una volta raggiunta la croce con il rifugio, e fatte le foto di rito, inizio a percorrere il Percorso della Memoria, voluto dal Gruppo Alpini di Possagno per onorare e ricordare la memoria di quanti in queste cime sono caduti durante la Grande Guerra.

monte palon trincee

monte palon trincee

monte palon trincee


Il recupero ha interessato il tratto che dal rifugio porta alla cima del monte Palon da quota 1200 a quota 1300 con la riapertura di oltre 1000 metri di trincee, 300 metri di galleria e la sistemazione di alcuni baraccamenti e appostamenti.

monte palon trincee

monte palon trincee

monte palon trincee

monte palon trincee

Qui vi consiglio di prendervi il vostro tempo e di visitare questo sito con calma. Camminate all'interno delle trincee e osservate il panorama dalle postazioni di avvistamento, poi entrate all'interno della galleria e raggiungete la parte più alta del Monte Palon dove è situato un piccolo bivacco. 

monte palon trincee

monte palon trincee


E poi pensate a come dev'essere stato qui più di cent'anni fa. Visitate questo luogo con amore e rispetto, memori di quanti hanno combattuto e sono morti per un ideale di patria, di fratellanza e di pace.

monte palon trincee

monte palon trincee

Per raggiungere la vetta ho impiegato circa un'ora e quaranta per un totale di 1000 metri di dislivello! Contro le 2H30 previste!! 
Ma non fate il calcolo del mio passo! Quando sono da solo mi viene da camminare sempre più veloce!
NB. Se per caso questo tipo di dislivello fosse un po' troppo faticoso, c'è una soluzione! Andate in macchina fino alla Trattoria Rifugio Miet, nei pressi di Castel Cesil e poi proseguite a piedi. In questo caso saranno solo 300 metri di dislivello.
Se invece, vi assale la pigrizia, salite direttamente in auto prendendo la strada degli alpini che parte da Possagno

LE TRINCEE DI CASTEL CESIL
Per il ritorno seguo sempre lo stesso sentiero facendo una piccola deviazione alla vetta del Castel Cesil (cca 5/10 minuti) dove ci sono pure qui trincee, una galleria e un bel panorama che abbraccia la pianura!

monte palon trincee

SI SCENDE A POSSAGNO
Fatte le foto di rito riprendo il sentiero 195 che mi riporta velocemente a Possagno.
Finita la mia escursione al Monte Palon, porto un “saluto” ad Antonio Canova, sepolto nel Tempio Canoviano il cui corpo, nel giorno della sua morte, venne “spezzato” in tre, il cuore (sede dell'anima) e la mano rimasero a Venezia, mentre il corpo fu trasportato qui a Possagno. 

monte palon trincee

VEDI ANCHE:
La mia sezione dedicata alla GRANDE GUERRA
Il mio articolo dedicato ai migliori itinerari Grande Guerra

ALTRE COSE DA FARE SUI DINTORNI:

5 commenti: