sabato 28 settembre 2013

Ferrata Bepi Zac: un'escursione in Val di Fassa durante il #bloggerWEmoena


La via ferrata Bepi Zac è probabilmente una delle escursioni più conosciute in Val di Fassa. Quando poco tempo fa ho ricevuto l'invito a partecipare al blogger weekend a Moena ed ho visto che nel programma era inserita la Bepi Zac, non ho pensato due volte a confermare! D'altronde come poteva dire di no un appassionato di montagna come me?? Il programma prevede, oltre all'escursione alla Bepi Zac, con l'aiuto degli istruttori del centro addestramento alpino della polizia di Moena, anche l'incontro tra  bloggers e gli operatori turistici locali.
Vediamo però le cose con ordine:

Partiamo dal centro di Moena con destinazione passo San Pellegrino. Qui veniamo accolti da una temperatura di 2°C ma non ci facciamo intimorire: prendiamo subito  la seggiovia Costabella, aperta solo per l'occasione, che ci porta in pochi minuti a 2300 metri di quota!

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
si parte!

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
rifugio in vista!

Da qui iniziamo a piedi la salita per il rifugio Selle, con un comodo dislivello di  250 metri e circa quaranta minuti di cammino. Già durante la salita vediamo tutta la catena che avremo modo di percorrere più tardi: il rifugio Selle, la Cresta di Costabella, la forcella Ciadin fino alla Cima Uomo, che però oggi non abbiamo modo di raggiungere e che ci limiteremo ad ammirare dalla via ferrata Bepi Zac. Arrivati al rifugio Selle facciamo una piccola sosta per ammirare il fantastico panorama che si è aperto davanti ai nostri occhi: tutte, o quasi, le cime dolomitiche sembrano a portata di mano: Catinaccio, Sassolungo, il gruppo del Sella e poi le cime venete con il Civetta e il Pelmo (ricordi dell'estate appena passata).

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
istruttori centro addestramento alpino della polizia di Moena

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
la magia delle dolomiti

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
rifugio Selle

Durante la prima guerra mondiale questa zona era un settore importante del fronte dolomitico e sul versante settentrionale di Monzoni e di Costabella, erano attestati i Kaiserjäger austriaci. I segni della grande guerra sono tantissimi e presenti ancora ai giorni nostri. In rifugio abbiamo l'onore di conoscere il signor Livio De Francesco, chiamato dagli amici Livio “Bomba”, per la sua passione a descrivere i vari tipi di ordigni bellici, e custode di tutte le trincee, camminamenti e sentieri del Costabella.
Il signor Livio  è stato l'artefice dell'opera di recupero e messa in sicurezza dei sentieri del fronte dei ricordi: chi meglio di lui poteva essere  la nostra guida di oggi?

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
il signor Livio "Bomba" nostra guida

Adesso però è arrivato il momento di indossare l'imbrago e il caschetto (utilissimo per le gallerie) e di affrontare la "Bepi Zac"!
Prendiamo il sentiero n. 637 che sale ripidamente dal rifugio Selle, e iniziamo subito ad utilizzare il cavo metallico come scorrimano, fino ad arrivare al Lastel Picol ( m. 2697). Da qui la vista è magnifica a 360°!

ferrata bepi zac escursione in val di fassa


ferrata bepi zac escursione in val di fassa
inizio della via ferrata bepi zac

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
un museo all'aria aperta

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
vista sulle pale di san Martino

Continuiamo verso est, attraversando gallerie e grotte utilizzate come rifugi e ricoveri durante la guerra, fino ad incontrare una parete un po' più esposta che superiamo grazie all'uso di due pioli e al cavo metallico (forse il tratto più impegnativo) e passiamo poi una scala di legno fino ad arrivare ad un tratto molto ripido che porta alla cima Campagnaccia a m 2737.

ferrata bepi zac escursione in val di fassa


ferrata bepi zac escursione in val di fassa

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
re Laurino :))

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
arrivati in vetta!!

E' bello fare le escursioni in montagna con in blogger! Tutti fotografano e condividono in rete :)) Finalmente nessuno che mi riprende perché perdo troppo tempo a fare foto e scrivere nel cellulare!!
Arrivati alla cima Campagnaccia la via ferrata continua fino alla Cima Uomo, noi invece prendiamo la discesa dalla sella Banc di Campagnaccia per il passo san Pellegrino e, sempre utilizzando il cavo metallico, arriviamo dopo ben quattro ore di escursione, ai 2130 metri della baita Paradiso.

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
discesa per il passo san pellegrino

Qui ci aspetta un pranzo davvero doloMITICO! La location è da favola, per non parlare poi della vista che si ha sul Civetta e sulle Pale di San Martino: unica! Il menu, ottimo e tipicamente trentino, non poteva che finire con questa meraviglia: la Sacher! Sempre la mia preferita :))


ferrata bepi zac escursione in val di fassa
baita paradiso

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
gnam!!

Ritorniamo nel pomeriggio in centro a Moena e facciamo visita al centro addestramento alpino della polizia, dove ci viene illustrato brevemente il ruolo e l'importanza che ha questo centro a livello nazionale e in tutto l'arco alpino. Ringraziamo per l'aiuto e per l'attrezzatura concessa durante l'escursione di oggi alla via ferrata Bepi Zac e ci rimane del tempo per una breve passeggiata per il paese di Moena. Non sapevo che Moena fosse chiamata la fata delle dolomiti, un paesetto di 2800 abitanti che in stagione triplica i suoi numeri fino ad arrivare a raggiungere quota 10.000! Sorprese che continuano fino a quando arriviamo al quartiere chiamato Turchia: qui la leggenda narra di un soldato turco arrivato a Moena in fuga dall'assedio di Vienna. A ricordare il fatto ci sono tante bandiere turche e una festa che si svolge una volta all'anno con tanto di televisione inviata da Ankara.


ferrata bepi zac escursione in val di fassa
centro di Moena

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
quartiere Turchia


ferrata bepi zac escursione in val di fassa

Ora però è arrivato il momento di tornare in hotel, la stanchezza si fa veramente a sentire. Durante questi tre giorni abbiamo soggiornato presso l'hotel Monza, un ottimo tre stelle situato pochi minuti a piedi dal centro in posizione tranquillissima! Proprio quello che si ha bisogno dopo una giornata di escursioni in montagna! La vista poi su tutta Moena è bellissima!

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
vista dalla camera dell'hotel Monza

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
hotel Monza


ferrata bepi zac escursione in val di fassa

Peccato però che non possiamo usufruire di tutta la notte per smaltire la fatica della camminata! Alle 4H40 del mattino abbiamo la sveglia per ammirare l'alba dall'alpe di Lusia. Tempo incerto con possibilità di pioggia ma si va lo stesso:) In effetti non capita tutti i giorni di assistere a questo spettacolo, soprattutto qui nelle dolomiti!
Abbiamo utilizzato la telecabina, anche questa volta aperta solo per l'occasione, e in pochi minuti abbiamo raggiunto il belvedere dell'alpe di Lusia a 2272 metri. Il crepuscolo dei monti Pallidi non l'avevo mai visto, si parla sempre dello spettacolo e del “fuoco” durante il tramonto ma anche l'alba ha la sua magia. Le foto qui sotto parlano tranquillamente da sole:

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
alba con vista pale di san Martino

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
blogger in azione

ferrata bepi zac escursione in val di fassa

Attendiamo il sorgere del sole accompagnati dalle note del “cristallarmonio” dell'artista trentino Gianfranco Grisi e ritorniamo poi all'hotel Monza per una cosa che in montagna è veramente essenziale e che tutti i viaggiatori, di ritorno dalle vacanze, ne parlano sempre un gran bene. Cosa? Beh la prima colazione!


ferrata bepi zac escursione in val di fassa

ferrata bepi zac escursione in val di fassa

Fatto velocemente il carico di energia necessario, è ormai il momento dei saluti e di tornare in pianura :((
Un'altra sorpresa però ci aspetta: un gruppo di caprioli arriva quasi in hotel! Che sia il loro modo per dirci arrivederci? Chi lo sa, so solo che questo sogno trentino purtroppo finisce qui... Un sogno comunque che è molto realtà e si chiama Moena e Val di Fassa.

ferrata bepi zac escursione in val di fassa
tutto il sogno trentino in una foto

DOVE DORMIRE
-------------------------------------









HOTEL ***
Hotel Monza
In posizione tranquilla con una bellissima vista su Moena

DOVE MANGIARE
--------------------------------------









RIFUGIO
Baita Paradiso
Nei verdi prati del Passo San Pellegrino


ALTRE COSE DA FARE IN TRENTINO

34 commenti:

  1. Io adoro la Val di Fassa, ci andavo spesso con i miei genitori quand'ero piccola e ho dei bellissimi ricordi legati a quelle montagne :) Le foto sono davvero spettacolari, dev'essere stata proprio un'esperienza bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, grazie! si una bellissima esperienza! per me era la prima volta in val di fassa e mi ha affascinato!

      Elimina
  2. Bellissime foto, magiche e spettacolari. Le Pale sono una delle mie montagne preferite e mi hanno sempre incantato (ovviamente DOPO il mio Gran Sasso :p)
    Le immagini e le descrizioni sono come sempre piene di gioiosa avventura e non ti risparmi mai i momenti più... dolci XD
    Foto che lasciano una certa voglia di autunno... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe i momenti dolci ci vogliono sempre :)) il gran sasso mi incuriosisce, magari un giorno si fa un'escursione da quelle parti!

      Elimina
  3. grandi ricordi di camminate per i boschi! la val di fassa è sempre stata la meta di quando ero bambina! buona domenica, roberta!

    RispondiElimina
  4. Mamma mia che luoghi meravigliosi!
    Anche io amo la montagna, ma purtroppo non ho mai avuto occasione di visitare il Trentino :(
    Nel caso dovessi passare dalle parti dell'estremo ponente ligure, ti consiglio di cuore il parco del Mercantour, dal lato francese! Non ti lascerebbe certo insoddisfatto ;)
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! l'ho già sentito nominare anche se non ho ben presente.. proverò a dare un'occhiata!

      Elimina
  5. Conosco tutti quei posti ovviamente a Moena e quelli che si possono raggiungere con la macchina facendo i passi, La Val di Fassa si ma la parte diciamo turisticamente di cammino le camminate come fate voi non fanno per me da sempre. Forse l'ho già detto io nuoto (ex nuotatrice) ancora oggi a quasi 70 anche per chilometri e anche un ora e più ma una camminata no non ce la faccio per le ginocchia e crampi ma da sempre anche da giovane. Ammiro quelle che mi fai vedere tu. Buona domenica e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione la montagna è tutta bella sia se si fanno passeggiate semplici o cose più complicate. buona domenica, Andrea

      Elimina
  6. Bellissimo il post. Merita la pena svegliarsi presto alla mattina per vedere quello spettacolo, anche per fare colazione ;)
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
  7. Per anni ho passato parte delle mie vacanze estive nella Val di Fassa, a Canazei, e lego a quei posti alcuni fra i ricordi più belli della mia vita. Il fascino delle montagne e dei paesini che si trovano tutti intorno non ha tempo...che belli i colori dell'alba!!! *_*
    Ciao!!
    Lulu
    Life, Laugh, Love And Lulu!!
    Facebook Page

    RispondiElimina
  8. Che posti incantevoli... e che belle foto! Danno veramente l'idea di come sono grandiosi i posti che hai visitato! Ciao Andrea

    RispondiElimina
  9. che foto stupende!! non vedo l'ora di tornare sui monti :D buona settimana
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    ero passata per ringraziarti del commento e curiosare un po'.
    Poi mi sono trovata questa meraviglia, un posto incantevole e spettacolare.
    Complimenti per le foto, rendo molto l'idea, infatti voglio partire, godermi l'alba, il paesaggio, la bellezza della natura e anche quella torta meravigliosa, la Sacher gnam gnam slurp!!!
    a presto buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! grazie :)) buona serata anche a te!

      Elimina
  11. Bellissimo post molto interessante e complimenti per le foto!
    Veronica
    http://veronicamapelliphotography.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. Ma che bel post!!! Sarà perchè ci sono stata, sarà perchè le tue foto sono bellissime....sarà anche che scrivi molto bene, ma me lo sono letto e visto tutto d'un fiato!!! Mi unisco ai tuoi lettori....così mi fai sognare un po'!

    RispondiElimina
  13. mi fai venire proprio voglia di montagna... quando fai qualche escursione in giornata... non è che mi chiami no?? :)
    simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh si bisogna organizzare una domenica :))

      Elimina
    2. cavoli vai spesso allora in montagna!

      Elimina
  14. anche io finalmente sono riuscita a scrivere la mia prima parte di Sogno Trentino! speriamo di ribeccarci presto a qualche evento, buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao michela! si speriamo ci possa essere un'altra occasione presto!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...