Val di Fassa: 7 escursioni da fare su sentieri panoramici

Tra i paradisi delle escursioni trekking nelle Dolomiti, e in Trentino, troviamo la Val di Fassa.

Descrivere in un articolo tutte le escursioni trekking da fare in Val di Fassa su sentieri panoramici è praticamente impossibile, si esaurirebbe tutta la memoria disponibile nel PC; quindi, con il post di oggi, cercherò di raccontare quelle principali e più conosciute, poi, a breve, uscirò con un post dedicato a quelle più di nicchia, incluso il tema Grande Guerra.


Per qualche escursione vi inserirò il link di richiamo all'articolo del blog così potete approfondire meglio l'itinerario.

In altre, purtroppo, non c’è l'articolo (le ultime 3) perché sono escursioni effettuate prima dell'avvento delle macchine fotografiche digitali, un periodo nel quale si andava in montagna senza pensare a fare foto nel cellulare/social e dove si avevano al massimo 36 foto disponibili! 

Chi si ricorda di questi tempi? Se poi mettevi male il rullino non ne usciva nemmeno una (io ero bravo in questo).


 val di fassa escursioni sentieri


Ricordi a parte, andiamo subito alla scoperta delle escursioni da fare in Val di Fassa partendo da:


1. SENTIERO VIEL DEL PAN

Siamo ai confini con la provincia di Belluno. Consiglio di partire dal Passo Fedaia e raggiungere con un ripido sentiero a tornantini il punto di partenza del sentiero Viel del Pan.

Da qui è tutta una camminata in piano fino a quasi il Passo Pordoi, ammirando magici panorami verso la Marmolada

 

Nei pressi della Marmolada il tempo cambia velocemente, soprattutto verso mezzogiorno. Consiglio pertanto di effettuare questa camminata il prima possibile se volete fare qualche bella foto con il ghiacciaio sullo sfondo.

 

Tempo: 4H45

Dislivello: 450 metri

Vedi: Sentiero Viel del Pan

 

val di fassa escursioni trekking sentieri

val di fassa escursioni trekking sentieri

 

2. TORRI DEL VAJOLET - RIFUGIO RE ALBERTO

Una delle escursioni sulle Dolomiti più famose in assoluto. Aspettatevi di trovare una MAREA di gente.

Il punto di partenza è il rifugio Ciampedie raggiungibile con funivia da Vigo di Fassa (una volta c'erano le navette, vi invito ad informarvi in anticipo perché cambiano molto spesso).

Dal rifugio Ciampedie su sentiero quasi pianeggiante si raggiunge il rifugio Gardeccia. 


 

val di fassa escursioni trekking sentieri


Poi, in salita più accentuata (inizia la prima selezione degli escursionisti), si arriva al rifugio Vajolet e da qui, inizia il tratto più “difficile” e impegnativo (altra selezione) che sale ripido tra massi e rocce fino al rifugio Re Alberto, ai piedi delle Torri del Vajolet. Semplicemente stupendo!


Tempo: 5/6 ore

Dislivello: 740 metri

Vedi: Escursione Torri del Vajolet e la leggenda di Re Laurino

 

val di fassa escursioni trekking sentieri


3. RIFUGIO CONTRIN

Bella escursione che si riesce ad effettuare anche in una mezza giornata partendo dagli impianti di risalita di Alba di Canazei.

Il sentiero inizia subito ripido con larghi tornanti fino a raggiungere la Baita Locia de Contrin a metri 1753.

Da questo punto la salita si fa più dolce e raggiunge la Val Contrin. Si continua costeggiando il torrente, lo si supera e si arriva a Malga Contrin. Un ultimo strappo in salita ed eccoci  al rifugio Contrin. 

Qui si può pranzare in rifugio oppure al sacco immersi in un panorama suggestivo!

 

Tempo: 4 ore

Dislivello: 520 metri

Vedi: escursione Rifugio Contrin


val di fassa escursioni trekking sentieri

val di fassa escursioni trekking sentieri

4. PIZ BOE'

Iniziamo con le escursioni più difficili.

Si può partire direttamente dal Passo Pordoi e superare una ripida serpentina su ghiaione che conduce alla forcella Pordoi, oppure, in funivia fino al rifugio Maria.

 

val di fassa escursioni trekking sentieri

 

Io ho optato per la seconda soluzione perché sono partito in giornata da Mestre (penso di aver già detto tutto) e il meteo previsto nel pomeriggio non era il massimo, quindi ho voluto fare una cosa super veloce e finire il giro il prima possibile (mai fidarsi degli inviti in montagna degli amici senza sapere in anticipo dove si va. Questa è stata una lezione per me).


Dal rifugio Maria si raggiunge la forcella Pordoi, poi, sempre su sentiero semi pianeggiante, si raggiunge l'imbocco del tracciato 638 che sale tra rocce, sassi, scale e cordini fino ai 3152 metri del Piz Boè

Splendido il panorama sulle Dolomiti, sulla Val di Fassa e su Arabba.

Dalle foto qui sotto potete capire la quantità di gente che frequenta queste montagne in agosto.

 

val di fassa escursioni trekking sentieri

 

Discesa al rifugio Boè e rientro alla stazione della funivia creando, così, un giro ad anello.


Tempo: 3 ore (con la funivia)

Dislivello: 200 metri

Vedi: escursione Piz Boe


val di fassa escursioni trekking sentieri


5. SENTIERO FRIEDRICH- AUGUST

Dall'arrivo della funivia che da Campitello di Fassa sale al Col Rodella parte il sentiero Friedrich - August, un sentiero dedicato al principe di Sassonia che lo fece realizzare. 

 

Si raggiunge in breve tempo il rifugio Friedrich- August e si continua fino al rifugio Pertini. Da questo punto, si inizia a salire con tratti un po' più impegnativi fino al Rifugio Sasso Piatto, dal quale si può ammirare un magico panorama sui pascoli dello Sciliar.

 

L'itinerario prosegue lungo la cresta e procede in direzione Catinaccio. Per scendere a Campitello si prende il sentiero 532 oppure, se si vuole allungarla si può raggiungere il Passo Duron o il rifugio Alpe di Tires e scendere sempre su sentiero 532.

 

Calcolate 6 ore e 1000 metri di dislivello in negativo


val di fassa escursioni trekking sentieri

6. RIFUGIO PASSO SAN NICOLO'

Ci sono vari modi per effettuare questa escursione in Val di Fassa. Io vi consiglio dalla Val San Nicolò: si lascia la macchina presso il parcheggio in località Sauch si percorre la Val San Nicolò su sentiero 608, tra verdi prati e piccole baite, si passa Baita Ciampi e Baita alle Casscate e, poco sotto le cascate, si devia a sinistra per proseguire lungo il nuovo sentiero 608 che si snoda per la maggior parte nel bosco, fino ad arrivare al rifugio Passo San Nicolò a metri 2350

Informarsi bene sulle modalità di ingresso in Valle San Nicolò perché, pure qui, cambiano spesso (ticket, navette ecc ecc).

 

Tempo: 3 ore

Dislivello: 225 metri


val di fassa escursioni trekking sentieri


7. ANELLO RIFUGIO E LAGO ANTERMOIA

Una delle escursioni più belle e “difficili” della Val di Fassa. Difficili per lunghezza, per dislivello e per alcuni tratti ripidi lungo il percorso.

 

Ho effettuato questa escursione, come dicevo all'inizio, moltissimi anni fa, e spero sia rimasto tutto uguale. Informatevi bene prima di partire!

Si parte da  Mazzin di Fassa dove si può lasciare la macchina subito dopo l'abitato, e si prende la stradina che entra nella Valle d'Udai. Il sentiero ad un certo punto gira a destra e si insinua in un solco vallivo al termine del quale di arriva al Pian de le Gialine.

 

Da qui si svolta a sinistra, sempre su sentiero 580, si sale ripidamente al Passo Dona e si rasenta la parete orientale del Sass de Dona. Dal passo, in discesa, si raggiunge il rifugio Antermoia (2496 m) con il vicino lago, uno dei laghi più belli del Trentino.

Ovviamente sosta per le foto e si ritorna lungo il sentiero dell'andata fino al Pian de le Gialine. Qui, invece di svoltare a destra per la Val d'Udai, si continua su sentiero 577 fino al Rifugio Dona (2100 m). 

Inizia ora una lunghissima discesa, prima su sentiero e poi su stradina sterrata che conduce di nuovo a Mazzin di Fassa.

 

Tempo: 6H30

Dislivello: 1100 metri


val di fassa escursioni trekking sentieri


Queste sono solo una minima parte delle escursioni che si possono fare sui sentieri della Val di Fassa.  

E voi, ne conoscete altre che meritano di essere menzionate? Scrivetele nei commenti! Danke!


Vedi anche la sezione dedicata alle escursioni TREKKING e al TRENTINO



3 commenti:

  1. Paesaggi unici magnifici e splenditi le Dolomiti meritano di essere sempre viste per la loro maestosa bellezza alcuni di questi posti li ho già visitato e meritano proprio

    RispondiElimina
  2. Quante belle escursioni si possono fare in montagna - per questo la amo così tanto!
    La gita al lago di Antermoia mi incuriosisce molto :)

    RispondiElimina