venerdì 30 ottobre 2015

Alla scoperta del toerggelen originale in Valle Isarco

In Alto Adige e più precisamente in Valle Isarco, esiste una quinta stagione conosciuta da tutti con il nome di Toerggelen . Un stagione che sa di castagne, vino, piatti tradizionali e autenticità.
La parola Toerggelen non ha una traduzione in italiano e nemmeno in tedesco: si dice che derivi dalla parola Torggl, il torchio da vite, e indica l'abitudine di assaggiare in compagnia il vino novello durante il periodo autunnale.

toerggelen e il sentiero del castagno
masi antichi nascosti in boschi di castagni

Era consuetudine per i contadini invitare amici e vicini di maso a degustare il  Süßen (succo d'uva non ancora fermentato), poi il Nuien, il vino novello. Venivano preparate tavole con tutti i prodotti del maso: formaggi, pane di segale croccante,speck e naturalmente castagne.
Con il tempo gli amici sono diventati sempre di più e da semplice rito contadino il toerggelen è diventato un importante appuntamento turistico ricco di manifestazioni ed eventi.
Le locande dove ci si può fermare a fare una sosta ed assaporare la tradizione del törggelen si chiamano buschenschanken. Questi masi esistono fin dal medioevo, da quando i principi concedevano ai contadini il diritto di poter vendere il proprio vino solo per pochi mesi, a differenza delle vere osterie e locande sempre aperte, e lo segnalavano con una frasca in bella vista.

toerggelen e il sentiero del castagno
masi lungo il sentiero delle castagne

toerggelen e il sentiero del castagno
in comoda discesa verso il paese di Chiusa
Una giornata tipo alla scoperta del törggelen inizia dal centro di Velturno e prosegue in direzione sud attraverso il sentiero del castagno (Keschtnweg), un percorso immerso nel bosco con splendide vedute autunnali sulle Odle e sullo Scilliar e che attraversa la Valle Isarco da Bolzano fino a Varna, passando anche per l'altopiano del Renon.
La Valle Isarco in questi mesi dà il meglio di sé: una tavolozza di colori che passa dal verde, al rosso e arancio, iniziando dal fondovalle e raggiungendo le quote più elevate già imbiancate dalla prima neve.

toerggelen e il sentiero del castagno
vista sulle Odle
Numerose le possibilità di sosta lungo il percorso, primo fra tutti il maso Radoar, una locanda che viene citata per la prima volta già nel secolo XIII, e il cui nome deriva dalla parola retoromanica che indica la disposizione circolare dei campi, la ruota e il suo ciclo della natura.
Se passate di mattina un buon succo di mela (apfelsaft) è ottimo per iniziare la camminata, altrimenti, si può degustare un buon vino biologico proveniente dai vigneti tra i più alti nel territorio alpino.


toerggelen e il sentiero del castagno
prima sosta al maso Radoar
toerggelen e il sentiero del castagno
pane tipico

Dopo una bellissima passeggiata tra castagneti e zone coltivate a vite è facile imbattersi in una delle tante feste e manifestazioni del  törggelen . Quella presso il castello di Velturno è una delle più caratteristiche. Allestita all'interno del giardino del castello, si possono assaggiare tutti i prodotti tipici dell'autunno a base di castagne e non solo, il tutto accompagnato da musica e danze folkloristiche. Preparatevi a trovare tantissima gente!

toerggelen e il sentiero del castagno
festa al castello

castagne valle isarco
prodotti tipici

toerggelen e il sentiero del castagno
castagne a volontà

toerggelen e il sentiero del castagno
una tradizione quella del törggelen molto sentita in Alto Adige

La magia del toerggelen  però la si gusta specialmente di sera. Dopo una giornata sui campi i contadini sono pronti a far degustare i loro prodotti ai propri clienti che ormai non sono più i semplici amici e vicini di maso, ma una clientela affezionata che arriva anche dall'estero.
Al maso Winklerhof di Villandro ci si arriva attraverso una strada buia e tortuosa che sale dalla vicina e trafficata autostrada del Brennero. Ci si chiede come una clientela internazionale possa aver scoperto questo angolo sperduto dell'Alto Adige. La risposta è semplice: ricerca di tradizioni e valori che nelle grandi città sono ormai scomparsi.


agriturismo in alto adige
interno del maso Winklerhof

mangiare in un maso
tris di canederli

toerggelen e il sentiero del castagno
schlachplatte

In grandi vassoi vengono serviti piatti con speck, formaggi, salsicce, patate, crauti, salumi fatti in casa e l'immancabile Schlachtplatte (piatto misto di carne), per poi finire con le frittelle di mele e le immancabili castagne. Un'atmosfera unica dove si cantano canzoni tradizionali e si suona la fisarmonica fino alle prime ore del mattino.

mangiare in un maso
folklore
Una tradizione quella del toerggelen  che si ripete ogni anno da ottobre fino al 26 novembre, giorno di Santa Caterina, per poi lasciare spazio al periodo dell'Avvento, un altro periodo dove si possono vivere , in maniera differente, le tradizioni e la magia della Valle Isarco.

DOVE DORMIRE
-------------------------------------

HOTEL****
HOTEL TAUBER'S UNTERWIRT
In centro a Velturno con centro benessere interno





MANGIARE & BERE
-------------------------------------

CANTINA VINICOLA - MASO
Radoar
Pedratz, 1, 39040 Velturno BZ





AGRITURISMO
Winklerhof
Sauders 25, Villandro BZ






ALTRE COSE DA FARE IN ALTO ADIGE:

 

32 commenti:

  1. Che belle foto e quante cose buone ! Buono a sapere !

    RispondiElimina
  2. Che bellissima tradizione, non la conoscevo! Sembra molto sentita e autentica!

    RispondiElimina
  3. Ma che belle queste foto....interessante quello che ci hai raccontato, ne ero completamente all'oscuro...mai stata purtroppo in Valle Isarco. Buon fine settimana Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te lo consiglio, merita un bel viaggio :)) grazie, buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  4. non conoscevo questa manifestazione! grazie per averlo condiviso!

    RispondiElimina
  5. Amazing shots!
    Have a nice week-end!
    Photographe Gil Zetbase
    http://www.gilzetbase.com/

    RispondiElimina
  6. Conosco moltissimo di quelle zone ci sono passata per anni ma ovviamente sempre i punti raggiungibili con la macchina o camminate molto brevi come tu sai per questioni ginocchio da sempre non sono alla mia portata ora meno che meno. Viaggio però assieme a te e senza fatica. Buona fine settimana e buona domenica

    RispondiElimina
  7. quanto mi piacciono i brezel!!

    RispondiElimina
  8. Diffusione ricche, belle immagini, grande tradizione!

    Buon fine settimana!
    Abbracci

    RispondiElimina
  9. Che usanze e teadizioni particolari è sempre bellissimo leggere i tuoi post Andra.
    Felice week end

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  10. Adoro questi luoghi, e l'autunno con i suoi colori li rende ancora più magici.... Quante cose buone da mangiare, che voglia!!!!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo il posto, e ancora di più godere delle tradizione del posto. Mi piace moltissimo la fotografia dove la nuvole "si mangia" il villaggio.
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
  12. Un mondo pieno di tradizioni...stupendo!
    Baci,
    Marina
    http://www.maridress.it

    RispondiElimina
  13. Oddio, che meraviglia! Prima o poi voglio proprio farla, una vacanza in Alto Adige.

    RispondiElimina
  14. Sono foto stupende, ho proprio voglio di conoscere queste zone
    un bacione
    Maggie Dallospedale Fashion diary - Fashion blog

    RispondiElimina
  15. bella tradizione, non la conoscevo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già merita davvero di essere scoperta :)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...