Escursione al Col di Lana da Passo Valparola: i luoghi della Grande Guerra sulle Dolomiti

Una delle escursioni più belle da fare in zona Arabba Fodom è quella che conduce alla cima del Col di Lana, montagna simbolo della Grande Guerra e balcone panoramico unico sulle Dolomiti Unesco.
Sarò chiaro fin dall'inizio: qui non si viene per mangiare e fare soste gourmet, questa escursione deve essere intesa come un'immersione nella natura e come lezione di storia per imparare cosa è successo su queste montagne.
Ci sono vari modi per raggiungere la cima del Col di Lana. Io vi racconto la mia esperienza, poi alla fine vi descrivo le varie alternative.
Assieme a Filippo Beccari, guida alpina di Arabba, abbiamo lasciato una macchina ad Agai e con l'altra abbiamo raggiunto il Passo Valparola. In questo modo si può effettuare un itinerario completo. A fine escursione si dovrà, però, ritornare al passo per recuperare l'altra macchina. In alternativa, si può raggiungere Passo Valparola e ritornare lungo lo stesso sentiero. La terza opzione, invece, la più famosa, è quella che raggiunge il Col di Lana partendo dalla località di Palla.

escursione col di lana


Ma vediamo le cose con ordine:

PASSO VALPAROLA
Punto di partenza, come dicevo, è Passo Valparola. Da qui iniziamo a seguire il sentiero n. 23 che si avvicinerà al Col di Lana passando sotto le imponenti pareti rocciose dei Sett Sass. Alle nostre spalle ci lasciamo il Lagazuoi e camminiamo mentre ci si apre una vista sempre più ampia sulle Dolomiti, seguendo il sentiero storico Col di Lana. Durante il percorso si troveranno diverse tabelle con dettagli su questi luoghi e spiegazioni di quello che è successo su queste montagne.

escursione col di lana

escursione col di lana

escursione col di lana

Questo primo tratto, però, è più naturalistico e ci permette di raggiungere, tra tantissimi fiori e stelle alpine, il bivacco Sief e, poco più avanti, Passo Sief a 2.200 metri.

escursione col di lana

escursione col di lana

GUERRA DI MINE
Fatte le foto di rito, seguo fedelmente la mia guida Filippo e iniziamo la salita alla cima del Col di Lana.
Da questo punto in poi ci immergiamo nella storia della Grande Guerra.
Qui venne combattuta la guerra di mine. Vi avevo già raccontato della guerra di mine sul Monte Cimone a Tonezza e sul Lagazuoi. Pure qui troviamo la stessa tecnica: far esplodere con dinamite interi pezzi di montagna era ritenuto il metodo più efficace per scalzare i nemici dalle trincee.

escursione col di lana

escursione col di lana

Dopo i primi minuti in salita troviamo l'ingresso alla galleria di mina austriaca, iniziata nel 29 giugno 1916 e che progredì fino a superare il mezzo chilometro di sviluppo. Siccome l'esercito italiano si rese conto dei lavori di costruzione della galleria, decise di passare al contrattacco, attraverso un assalto di fanteria e due contromine, azioni che comunque non compromisero la funzionalità del passaggio. Il 21 ottobre 1917, alle ore 22, nelle due camere di mina austriache furono fatti brillare i 45 kg di esplosivo che hanno formato il cratere tuttora visibile sulla cresta del Sief.
La ritirata italiana dopo la rotta di Caporetto rese superflua la distruzione di tutto il dente del Sief. Si calcola che più di 8.000 persone persero la vita su questa montagna (da qui il soprannome Col di Sangue o montagna di sangue).
Vi invito a leggere la sezione del mio blog dedicata alla GRANDE GUERRA e il post dove racconto i migliori itinerari a tema Grande Guerra.

escursione col di lana

escursione col di lana

COL DI LANA
La salita ci permette di passare all'interno delle trincee e di raggiungere la vetta del monte Sief. Da qui bisogna poi attraversare la zona dell'esplosione scendendo per un tratto tra massi e detriti e in salita su scalette e una breve zona attrezzata con funi metalliche fino alla cima del Col di Lana a 2450 metri.

escursione col di lana


escursione col di lana

Qui ad attenderci uno dei panorami più belli delle Dolomiti, dal quale è possibile ammirare tutti i monti.
Facciamo una sosta per visitare la chiesetta eretta dagli Alpini in ricordo ai caduti, e ci fermiamo per il nostro pranzo a sacco che possiamo veramente definire “pranzo con vista”!

escursione col di lana

escursione col di lana

SI SCENDE!
A questo punto inizia il rientro. Se avete la macchina a Valparola si ritorna per lo stesso sentiero, se, invece, avete fatto come noi, con due macchine, si scende verso Livinallongo.

escursione col di lana

escursione col di lana

Il sentiero 21/A scende ripido a zig zag tra i verdi prati e raggiunge poi l'altezza del bosco. Siccome abbiamo la macchina ad Agai, lasciamo il sentiero 21/A che conduce a Palla e prendiamo il Teriol Ladin che, sempre in discesa, passa un piccolo gruppo di tabià, con una vista mozzafiato sul Civetta, e raggiunge il paesino di Agai, punto finale della nostra escursione sul Col di Lana. Un'escursione davvero completa che unisce storia, panorami e natura.

Qui sotto vi metto le varie possibilità di ascesa:

1 Partenza dal parcheggio di Palla (mt 1676), l'escursione più classica, si sale lungo il sentiero 21A fino alla cima, ca 770 metri di dislivello, 3 ore
2 Partenza da Agai (mt 1723) lungo il Teriol Ladin, sentiero 21 e cima Col di Lana
3 Partenza da Passo Valparola (2100) – Cima Col di Lana (mt. 2450), 300 metri di dislivello 4-5 ore
4 Passo Valparola – Col di Lana – Livinallongo (l'itinerario descritto in questo post che necessita di due auto). 300 metri dislivello positivo, 700 metri dislivello negativo, 5 ore di cammino

Qui invece le tracce GPS con le due escursioni singole da fare da Valparola o da Palla:



Ringrazio Filippo per il suo aiuto e per tutte le spiegazioni sulla storia, i fiori (senza di lui non avrei notato le stelle alpine) e sulle Dolomiti e ritorno in centro ad Arabba per un brindisi a questa escursione!


arabba

Vi invito inoltre a leggere il mio post dedicato alla vacanza estate ad Arabba, per scoprire tutte le altre attività che si possono fare in questa perla delle Dolomiti e la mia sezione dedicata al Trekking!

Per maggiori informazioni sugli itinerari, per guide alpine ed escursioni organizzate, visita il sito ufficiale di ARABBA DOLOMITES FODOM


Non perderti inoltre la sezione dedicata alle OFFERTE SPECIALI con una ricca selezione di proposte e esperienze in esclusiva per i lettori del blog, e quella dedicata a tutti gli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza!

0 commenti:

Posta un commento