mercoledì 20 gennaio 2016

Una visita all'osteria senza oste a Valdobbiadene

La zona del Prosecco è piena di trattorie, ristoranti, agriturismi e chi più ne ha più ne metta, dove potersi sedere ed assaggiare le specialità tipiche della marca Trevigiana. Nel post di oggi volevo parlarvi di un locale alternativo dove ci si può servire e pagare senza la presenza dei camerieri. Sto parlando dell'Osteria senza oste, nei dintorni di Valdobbiadene, molto spesso oggetto di chiacchiere e di articoli sui giornali. 

osteria senza oste valdobbiadene
l'osteria senza oste
Un formula iniziata quasi per caso dal signor Cesare, lasciando sul suo casolare, in cima alla collina, dei bicchieri di vino per gli amici che passavano di lì. Poi sono arrivati gli amici degli amici e al vino si sono aggiunti stuzzichini con pane e affettati, e alla fine anche i primi spiccioli di ringraziamento.
Il signor Cesare ebbe così la brillante idea di mettere una cassetta per i soldi dove ognuno poteva lasciare una quota libera in base a quello effettivamente consumato. L'idea della fiducia sul prossimo funzionò così bene che l'osteria senza oste diventò un luogo frequentatissimo in provincia di Treviso. Dopo una chiusura per problemi con il fisco, l'Osteria senza oste è rinata, questa volta con i prezzi per ogni prodotto e una cassa elettronica che rilascia la ricevuta fiscale.

osteria senza oste valdobbiadene
la cassa dove digitare il prezzo

osteria senza oste valdobbiadene
bigliettini di ringraziamento
Ma quello che colpisce di più di questo casolare è la sua posizione: uno scenario da favola immerso nelle colline di vigneti (ogni possibile metro qui è stato adibito a vigneto), con le Prealpi a fare da sfondo. Pace assoluta e luogo perfetto per evadere dalla confusione e riposarsi nel silenzio delle colline.

osteria senza oste valdobbiadene
panorama sulle colline del Prosecco

Arrivare all'osteria senza oste è molto facile: prima di raggiungere Valdobbiadene, venendo da Follina, si prende a sinistra la strada del Treziese e si parcheggia. Un breve tratto a piedi e si raggiunge l'osteria. Qui all'interno troviamo una sala con un caminetto, un frigorifero con salumi di produzione propria, formaggi di malga, dolci, uova sode e pane cotto a legna. Poi ovviamente c'è il Prosecco e il Cartizze prodotto dalle aziende locali e la famosa cassa dove si digita il prezzo del prodotto. Tantissimi i bigliettini con dediche e ringraziamenti, addirittura turisti dal Giappone! I furbetti purtroppo ci saranno anche qui, ma quello che ammiro di questo posto è che si basa sull'onestà e sulla lealtà della gente. Valori che al giorno d'oggi sembrano essere dimenticati.
Una volta fatto merenda si può passeggiare sulla pergola e sul piccolo sentiero che risale il colle e ammirare un panorama straordinario. 

osteria senza oste valdobbiadene



osteria senza oste valdobbiadene
un luogo di pace e relax


osteria senza oste valdobbiadene


Ma la giornata sulle terra del Prosecco non finisce qui. Volendo si può prendere spunto dal mio itinerario e percorrere tutta la strada del Prosecco fino a Conegliano e, perchè no, fare una sosta per un'ottima degustazione. Dove? Di nomi ce ne sono tantissimi, posso consigliare Perlage Wines, dove nel locale punto vendita, in via Ca' del Muner 16 – Soligo TV, si possono degustare diversi tipi di Prosecco: classico, biologico, extra dry, frizzante e anche vegano! Meglio fare una telefonata prima di arrivare per mettersi d'accordo sulla degustazione.
Ah dimenticavo, durante queste gite ci deve essere sempre una persona astemia! :))


degustazione prosecco
degustazione Prosecco

ALTRE COSE DA FARE IN PROVINCIA DI TREVISO:

32 commenti:

  1. Davvero esistono ancora posti così......?????
    Sembra quasi una favola!!!
    Sono contenta che questo posto così caratteristico abbia riaperto (con gli scontrini eh, altrimenti sai che evasione miliardaria.......!!! >_<) e che ci sia gente onesta, tra i tanti furboni!!! (Pensiamo solo a chi ci go.......!!!)
    Grazie Andrea per farmi 'conoscere' questi posti!!!!
    Kisssssssssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehe si si una fortuna che abbia riaperto un posto così bello :))

      Elimina
  2. adoro queste trattorie tanto quanto detesto i ristoranti da fighetti snob ed adeguati chef... mio marito si faceva spedire la damigiana di prosecco della valdobbiadene e le imbottigliava lui, è in effetti (secondo noi) il migliore :-) buona serata Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe si preferisco pure io posti così.. quelli con le stelle perdono di personalità e mangi poco :((

      Elimina
  3. Buono a sapere che esistono ancora nel giorno d'oggi posti così. Buona serata !

    RispondiElimina
  4. Sono stata in Valdobbiadene proprio l'anno scorso: ero a conoscenza di questo posto ma ero rimasta che l'avevano chiuso per appunto problemi con il fisco.
    Sono contenta che questo bell'esempio di fiducia reciproca possa continuare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah pure io ero passato spesso senza mai fermarmi... bellla sosta lungo le colline del prosecco!

      Elimina
  5. la conosco benissimo! è la classica sosta di primavera!

    RispondiElimina
  6. Bellissimo dove si trova. Ma non mi piace che non ci sia oste, credo che diventa molto freddo. Se tutti fanno lo stesso, diventarà un giorno dove soltanto parleremmo con le macchine. E non mi piace.
    http://tarragonain.blogspot.com.es

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhe si hai anche ragione, soprattutto perchè l'oste l'ho conosciuto ed è davvero di compagnia!

      Elimina
  7. una visitina da fare!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  8. grazie per le dritte!! non lo conoscevo, di sicuro ci farò un giro dato che abito a padova

    RispondiElimina
  9. Beautiful place... cheers!

    http://beautyfollower.blogspot.gr/

    RispondiElimina
  10. Molte nostre compagne di corso vengono da Treviso e spesso ci hanno parlato di questo luogo così singolare! Niente da dire, dopo i loro racconti e questo articolo penso di doverci assolutamente fare un salto! ;)

    RispondiElimina
  11. La adoro!!! La visitai qualche anno fa in compagnia di cari amici. Un pomeriggio indimenticabile (ad alto tasso alcolico!)

    RispondiElimina
  12. Avevo sentito parlare di questa magnifica Osteria a "striscia la notizia", per via appunto dei problemi con il fisco.
    Ricordo che ne ero rimasta affascinata, sono contentissima che abbia riaperto!
    Grazie per l'accuratezza della descrizione dell'itinerario e di tutti i suggerimenti: ne farò tesoro :)

    RispondiElimina
  13. Prima di andare ero euforico, tutti me ne parlavano e non vedevo l'ora di vedere cosa si trattasse.. In realtà però mi ha molto deluso..
    E' un modo come un altro di strapagare affettato e formaggio cattivi, una classica attrazione per turisti..
    Non voglio essere critico, ci mancherebbe.. Però assodato che è sempre pieno di gente e, forse giustamente, i prezzi sono abbastanza pompati, penso non costi nulla lasciare nel frigorifero della roba almeno un po' più di qualità..
    My opinion ;)

    http://captainhasfun.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che si va li per ammirare il paesaggio, per fare un piccolo spuntino e per bere un po' di prosecco :)

      Elimina
    2. Ma su quello non ci sono dubbi e al contrario apprezzo un sacco l'idea!
      Però ora che volente o nolente è una meta abbastanza gettonata si potrebbe fare qualcosa di meglio, più che altro perchè siamo in una delle zone anche gastronomicamente più fiche che ci siano ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...