Un itinerario sui luoghi della Grande Guerra di Hemingway lungo il fiume Piave

Scoprire i luoghi della Grande Guerra sul fiume Piave sulle orme di Ernest Hemingway. E' stato questo il tema della scorsa domenica camminando per Fossalta di Piave, paese in provincia di Venezia che, durante la Grande Guerra, è stato al centro di due fuochi, quello italiano e quello austroungarico, con il solo fiume Piave a dividerli.
Tra questi due fuochi c'erano anche i volontari della Croce Rossa tra cui Hemingway, che si arruolò per andare a combattere in Europa come conducente delle ambulanze della Croce Rossa americana. Hemingway si trovò coinvolto nella ritirata dell'esercito italiano dopo la disfatta di Caporetto e passò del tempo a Fossalta di Piave, luogo dove venne ferito e che narrò nel suo romanzo “Di là tra il fiume tra gli alberi”, menzionando la famosa Casa Gialla, la casa che vide appena ferito al Buso Burato, nella sera dell'8 luglio 1918. Quella casa rimarrà per sempre impressa nella mente dello scrittore, rimarrà nei suoi incubi come la rappresentazione dell'angoscia di quei momenti.

grande guerra hemingway fiume piave
sull'argine del Piave a Fossalta
Oggi la Casa Gialla c'è ancora ed è l'unica testimonianza di tutti gli eventi della Grande Guerra che sono successi in zona. Da poco tempo è stato istituito un percorso di 11 km da fare a piedi con varie tappe, circa 19, accompagnati da una guida in formato mp3 da scaricare da un sito internet oppure direttamente sul posto con il codice QR code. Un percorso nato grazie al lavoro dell'eco museo Grande Guerra, la regione Veneto, la provincia di Venezia e il comune di Fossalta di Piave.
Così, leggendo tutte queste informazioni, convinco due miei amici a passare questa domenica pomeriggio lungo il fiume Piave sulle tracce di Hemingway. 
 
Ho fatto bene? Ecco qui come sono andate le cose:
Parcheggiamo la macchina in centro paese e iniziamo subito il percorso. Da qui la prima sorpresa: il codice QR non funziona. In questo modo è impossibile ascoltare l'audio guida durante l'itinerario; abbiamo provato con tre cellulari e nessuno funzionava. No pasa nada, direbbe una mia amica di Madrid, possiamo leggere i cartelli con le informazioni presenti sui cartelli.

grande guerra hemingway fiume piave
in centro a Fossalta di Piave
Dal centro paese ci dirigiamo verso il fiume Piave dove troviamo il ponte di barche e il Battistero, monumento di Pace voluto dai ragazzi del '99. Leggendo i vari cartelli esplicativi mi rendo conto che viene narrato veramente poco sulla storia di Hemingway, mentre viene dedicato più spazio alla vita sul fronte e delle battaglie in generale, testi tradotti anche in inglese, tedesco, francese e ungherese, limitando così di parecchio la possibilità di approfondire alcuni argomenti per mancanza di spazio.

grande guerra  fossalta di piave
il battistero dedicato ai ragazzi del '99

grande guerra hemingway fiume piave
il ponte di barche

grande guerra hemingway fiume piave
i cartelli lungo il percorso, in totale sono 19 tappe da fare a piedi
Passeggiando lungo il fiume, raggiungiamo la Casa Gialla: è immersa in un piccolo boschetto, tra il fiume e l'argine. Qui non troviamo nessun cartello: sono situati tutti lungo l'argine dove il percorso continua fino ad inoltrarsi all'interno della campagna. Ritorniamo sull'argine e seguiamo correttamente l'itinerario. A mia sorpresa, nella postazione della Casa Gialla, Hemingway viene menzionato solo in poche righe, spero che nella guida mp3 gli venga dato più spazio visto che il percorso è intitolato La Guerra di Hemingway :((

grande guerra hemingway fiume piave
la Casa Gialla

grande guerra hemingway fiume piave

Continuiamo a camminare lungo l'argine, con splendide vedute sul fiume Piave (forse la cosa più bella della giornata) e rientriamo in centro a Fossalta tralasciando buona parte del tracciato. A mio avviso era inutile continuare nella parte interna di Fossalta solo per leggere le poche informazioni presenti sui cartelli.

grande guerra hemingway fiume piave
camminando lungo il Piave
Inoltre, nei vari testi, erano presenti diversi errori ortografici (trinea invece di trincea veniva ripetuto più volte, etc etc), Mi chiedo se qualcuno dei vari enti, prima citati, abbia mai letto o per lo meno dato un'occhiata alle descrizioni, invece di prendersi la gloria per l'istituzione del percorso.

grande guerra hemingway fiume piave

Peccato perchè il potenziale sarebbe immenso, come bellissima era l'idea del percorso da fare a piedi. Secondo me non si è approfondito abbastanza il legame tra Hemingway e il territorio, preferendo  rimanere troppo sul vago.

Consiglio, pertanto, di documentarsi prima di partire, leggere un po' la storia di Hemingway o magari fare una visita al piccolo museo di Hemingway e la Grande Guerra a Bassano del Grappa ritornando poi a Fossalta di Piave ben preparati, senza aver bisogno di cartelli o audioguide.

NB. spero che le spiegazioni della guida mp3 siano migliori rispetto quelle dei cartelli e che venga ripristinato il servizio del codice QR in modo tale da ascoltarla senza doverla scaricare in anticipo.
NB. Foto fatte con il cellulare

NB, Se cercate alloggio in zona posso consigliarvi gli appartamenti Noventa, a pochi chilometri da Fossalta e in posizione strategica per visitare il Veneto.

Visita  la mia sezione dedicata alla Grande Guerra
e il mio post sui migliori sentieri e itinerari della Grande Guerra  

ALTRE COSE DA FARE IN PROVINCIA DI VENEZIA:

Commenti

  1. Un posto bellissimo, bello poter girare e scoprire nuovi posti come questi !

    RispondiElimina
  2. Cavolo Andrea, dagli itinerari di montagna a quelli storici ai consigli sui migliori ristoranti e alberghi: sei davvero una guida turistica completa!

    RispondiElimina
  3. Felice di aver incontrato il tuo blog! Da appassionata curiosa della Grande Guerra, ti ringrazio per le storie interessanti e quella prospettiva tutta tua con cui affronti gli argomenti!

    RispondiElimina
  4. Credo di aver individuato la casa indicata nel libro "Di là del fiume tra gli alberi" come " ultima casa ricostruita di Fossalta, la più triste di tutte" (pag 17) che ancora esiste appena oltre l'argine di San Marco e che attualmente risulta abbandonata e fatiscente. Potrebbe valere la pena di segnalarla e includerla nell'itinerario?

    RispondiElimina
  5. desidero segnalare un paio di inesattezze: Hemingway non vide la ritirata di Caporetto che avvenne il 24 ottobre 1917. Giunse in Italia nel giugno del 1918. La ritirata di Caporetto che descrisse in Addio Alle Armi in realtà fu la ritirata dell'esercito greco durante la guerra greco turca del 1921, dove fu presente come corrispondente del Toronto Star. Il racconto del ferimento è descritto sempre in Addio alle Armi, anche se per ragioni temporali è spostato nel 1917, prima del crollo di Caporetto.
    In Di là dal fiume e tra gli alberi, il protagonista (colonnello Richard Cantwell) torna in automobile nel posto dove realmente fu ferito (Fossalta) e compie un rito: scava una buca, defeca nel buco, depone 10.000 lire e infine ricopre la buca. Il denaro è quanto nella realtà percepì lo stesso Hemingway come vitalizio per la medaglia d'argento che ebbe per il ferimento a Fossalta, dove - seppur ferito dall'esplosione dell shrapnel - si caricò in spalla un soldato italiano per portarlo al posto di medicazione. Percorrendo un tratto scoperto fu nuovamente colpito alle gambe dal fuoco di una mitragliatrice austriaca che sparava dall'argine opposto.
    Prego di perdonare la pedanteria. Anche io la settimana scorsa sono stato a Fossalta e sono stato un poco deluso per a scarsità di informazioni. inoltre non mi è parso che si potesse ascoltare un po' di storia vicino a ogni cippo commemorativo, che ora sono piuttosto rugginosi
    La casa gialla descritta da Hemingway (non è gialla ma è di mattoni rossicci) è stata acquistata da un residente che l'ha completamente ristrutturata. il giovane figlio che occupava la casa nel momento in cui sono passato, mi ha fatto entrare, ma non sapeva dirmi nulla di hemingway.
    Sasspiamo comunque che era una delle tante Case del Soldato dislocate lungo il fronte e gestite dall'ARC. Da lì Hemingway partiva in bicicletta per consegnare alle trincee lungo l'argine la posta e la "cicolata".
    grazie per la pazienza, se avete letto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved Partita Iva 04452280276