Escursione sul Monte Creino da Malga Zanga, tra trincee e panorami

Tra le escursioni meno conosciute, ma non per questo meno belle, da fare in zona Riva del Garda, troviamo quella che conduce al monte Creino.
Ho avuto il piacere di effettuare questa escursione durante una delle tappe del Garda Trek, un trekking di più giorni per i rifugi del Garda Trentino che fa sosta a Malga Zanga, luogo dove ho pernottato una notte e vicinissimo al monte Creino.
Punto di partenza di questa escursione è la piccola frazione di Santa Barbara, a metri 1200 sul livello del mare. In paese si possono vedere i cartelli con indicazione del percorso da seguire: Monte Creino, 30 minuti! Non male! Il Monte Creino è famoso per essere stato teatro degli avvenimenti della prima guerra mondiale: ancora oggi si trovano trincee, postazioni e gallerie che si possono visitare. E proprio queste sono il motivo della mia visita. Pronti ad immergervi quindi nella Grande Storia sul Garda Trentino? Partiamo!



monte creino trincee

L'inizio del percorso è su strada asfaltata, poi si segue un sentiero che si immerge nel bosco e dove si possono ammirare delle opere create dai bambini delle scuole locali.
Ad un certo punto arrivo ad un bivio che segnala le trincee del Monte Creino e la cima del Monte Creino.

monte creino trincee

monte creino trincee

Decido di vedere la prima parte delle trincee andando dritto, delle postazioni davvero interessanti e ben ristrutturate, e poi ritorno al bivio prendendo il sentiero per il Monte Creino. 


monte creino trincee

monte creino trincee

Dopo pochi metri mi trovo davanti ad un incredibile sistema di difesa costruito dall'esercito austroungarico.

monte creino trincee

monte creino trincee

monte creino trincee

UN LUOGO CARICO DI STORIA
Il Monte Creino si protende in direzione sud verso il monte Baldo; per questa sua favorevole posizione l'esercito austro-ungarico vi posizionò una serie di artiglierie che dominavano dall'alto la prima linea italiana tra la Vallagarina e l'Alto Garda. Per ostacolare la ricognizione aerea italiana, che avrebbe potuto fornire all'artiglieria preziose informazioni, in zona venne postata una batteria antiaerea armata con cannoni. Lungo il fronte, in posizioni particolarmente panoramiche, entrambi gli eserciti realizzarono degli osservatori che servivano a controllare, attraverso l'uso di potenti mezzi ottici, l'esattezza dei tiri delle proprie artiglierie, ma anche a tenere sotto controllo le linee avversarie con le postazioni di mitragliatrici.

monte creino trincee

PANORAMI
Anche oggi si può godere del panorama che spazia tra la parte sommitale del monte Pasubio a est, allo Zagna, al gruppo del Carega, i Lessini, il monte Baldo, il lago di Garda, fino alle colline moreniche bresciane, la Rocchetta, il Cadria, l'Adamello e la Presanella con i loro ghiacciai, e infine il gruppo delle Dolomiti di Brenta a nord-ovest.

monte creino trincee


DENTRO IN TRINCEA
Il bello di questo sentiero è che entra dentro la trincea e prosegue seguendo il famoso zig zag (tutte le trincee erano costruite così perché in caso di esplosione la curva avrebbe protetto i soldati), entra poi in una breve galleria (meglio utilizzare la torcia del cellulare) e sbuca in una postazione d'osservazione.



Da qui si domina gran parte del Garda Trentino!
Esco dalla trincea e vedo le indicazioni per Santa Barbara. Se avete tempo potete proseguire per le postazioni della Grande Guerra Stutzpunkt sul Monte Corno, ma diventerebbe, quindi, un'escursione di un giorno intero.
Seguo il sentiero tra i campi coltivati e raggiungo la strada che avevo percorso in andata. Da qui arrivo in paese e poi, sempre a piedi, di nuovo a malga Zanga (circa 30 minuti da S. Barbara)

MALGA ZANGA
Qui ad attendermi trovo Roberto, Lorja e tutti i loro asinelli! Ebbene si! Malga Zanga è famosa per i trekking con gli asini: si possono fare camminate self guided, di uno o più giorni, in compagnia di questi simpatici animali. Infatti, lo stesso itinerario che ho fatto io a piedi, si può fare in compagnia degli asini, calcolate circa 3 ore in compagnia di questi simpatici animali! 
Il trekking con gli asini è inserito nel programma delle escursioni estive dell'APT Garda Trentino, vi consiglio di visitare il loro sito per tutti gli aggiornamenti

malga zanga



In malga ho modo di parlare con Lorja e Roberto riguardo a questa attività e scopro che si sono trasferiti qui da qualche anno dall'Umbria, dopo che il terremoto nel centro Italia distrusse la loro azienda agricola.

monte creino trincee

malga zanga

monte creino trincee

All'interno si può dormire in stanze accoglienti e con bagno! Ottima anche la cucina, dai sapori tipici trentini dove alla fine vengono proposte alcune fantastiche torte da leccarsi i baffi!! Il modo migliore per concludere questa giornata di trekking sul monte Creino.

Per maggiori informazioni sulle escursioni da fare in zona Riva del Garda, Torbole e Arco, visita il sito dell'APT del Garda Trentino

3 commenti:

  1. Caro Andrea, una carrellata di foto indimenticabili, la storia ci insegna molto!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao Andrea, io un pò ti invidio anche se vai per i monti ed io preferirei scoprire mari...ma un pensierino lo faccio ma, purtroppo ormai non è più nelle mie ginocchia ne quelle di marito e quindi sai, scusami qualche volta passo e non saluto ma ti leggo viaggio con te. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  3. grazie per questo itinerario! non lo conoscevo

    RispondiElimina