Escursione sul Monte Civillina a piedi oppure in e-mtb

Una delle escursioni più panoramiche e piacevoli da fare tutto l'anno nei dintorni di Recoaro Terme è quella che conduce in vetta al Monte Civillina, in provincia di Vicenza.

Questa montagna già prima della guerra faceva parte del sistema della viabilità vicino al confine. Per questo scopo, diventò sede di una batteria da fortezza che avrebbe dovuto proteggere la Valle dell'Agno da eventuali infiltrazioni nemiche provenienti dal Passo di Campogrosso.

Ecco quindi che un'escursione su questa montagna ci permette di immergerci nella storia della Grande Guerra, ammirando panorami sublimi sulle Piccole Dolomiti.

Ma vediamo le cose con ordine.



PRIMA COLAZIONE IN HOTEL
Inizio la mia giornata dalla prima colazione dell'hotel Trettenero, uno degli hotel più storici di Recoaro Terme (pensate che vanta 250 anni di storia), una colazione che si può gustare all'aperto nella corte dell'hotel caratterizzata da edifici liberty che richiamano l'antica gloria di questa famosa località termale. Un giusto carico di energia per affrontare una giornata di attività outdoor sul monte Civillina.

 



Oggi percorreremo la salita in mtb, o meglio, e-mtb, ma vi descriverò anche l'itinerario da fare a piedi (non cambia molto).

L'uscita è organizzata dall'hotel. L'hotel Trettenero dispone di bici, ch si possono noleggiare, ma si avvale anche della collaborazione con il vicino negozio E-Bike Cornale dove la scelta è davvero ampia.

Partiamo quindi in bici da Recoaro e seguiamo in direzione Valdagno. Dopo pochi km prendiamo la stradina sulla sinistra via Contrada Molino di Sotto e seguiamo poi per via Contrada Campanari e Contrada Cappellazzi. Qui si trova il piccolo parcheggio dove si può lasciare la macchina se si volesse optare per l'escursione trekking.

 


ESCURSIONE A PIEDI

Infatti, subito dopo il parcheggio troviamo la partenza del sentiero del Sentinello, quello che dovrete prendere se andate a piedi. Lungo il sentiero furono realizzate delle piccole postazioni d'artiglieria utili ai soldati italiani, in caso di invasione da parte degli austriaci. Il Sentinello tuttavia, progettato come un ottimo stratagemma difensivo, fungeva anche da mulattiera per garantire l’approvvigionamento dei viveri e dei materiali alle truppe sulla sommità. Proseguendo lungo questo sentiero, è possibile osservare elementi indispensabili alla protezione del territorio dall'avanzata nemica, quali otto gallerie, scalinate e postazioni d'artiglieria. Dal 2000 sono presenti numerosi cartelli indicativi lungo tutto il percorso, che recano informazioni utili all'utente, quali tempistiche e nozioni storiche. Il sentiero sale con una certa pendeza ma non è fisicamente difficile. Calcolate 2 ore a piedi (A/R) e 470 metri di dislivello. Qui sotto vi lascio la traccia Outdooractive per l'escursione a piedi:





 

ESCURSIONE IN E-MTB

Noi che siamo in bici proseguiamo invece sulla strada forestale, sterrata e con sassi, che sale a tornanti passando per la Fonte Civillina e raggiungendo poi la cima del monte Civillina. 



Qui ad accoglierci troviamo un panorama da favola sulle Piccole Dolomiti e Pasubio. Il Monte Civillina è un luogo unico, certamente diverso da quel teatro di terribili scontri avvenuti tra il 1915 e il 1918: da scenario di strategie belliche è ora un luogo adatto a tutti e ricco di interesse non solo per le testimonianze storiche, ma anche per le bellezze naturalistiche. Su questa cima è stato allestito un Osservatorio, dotato di pannelli descrittivi, da dove si può osservare, oggi come allora, tutto il fronte di guerra dell'Alto Vicentino dal Carega al Pasubio, dal Novegno all'Altopiano di Asiago e al Gruppo del Grappa.

Si possono visitare, inoltre, trincee, gallerie e postazioni d'artiglieria! 

 





Vi consiglio di leggere la sezione del mio blog dedicata alla Grande Guerra e ai migliori sentieri della Grande Guerra.

Fatte le foto di rito riprendiamo le nostre ebike e scendiamo velocemente a Recoaro.

 

RELAX IN HOTEL

Riconsegno la bici in hotel ed è tempo per del sano relax nella nuovissima spa. Un percorso benessere che include bagno turco, sauna finlandese, sauna alle erbe, docce emozionali, stanza del sale, terapia infrarossi, salette relax con angolo tisane, vasca idromassaggio sull'ultimo piano e possibilità di prenotare dei massaggi! A breve ci sarà anche l'apertura della piscina con acqua riscaldata.

 



Il centro benessere è aperto anche per gli esterni su prenotazione.

Dal benessere del corpo a quello del palato il passo è stato veloce! In una sala elegante in tipico stile Liberty viene servita la mezza pensione con una cucina sempre alla ricerca di nuove combinazioni fra tradizione e innovazione gastronomica.

 


 

Ottime anche le camere. Io ho soggiornato in una deluxe, spaziosa e luminosa dove predomina il colore bianco, con testata del letto in pelle, bagno con doccia vista camera, spa kit, e balconcino con vista sul cortile.

 


Il modo migliore per concludere in relax e con stile questa giornata di escursione in e-mtb sul Monte Civillina.


INFO UTILI:
Hotel Trettenero, 4*

Via Vittorio Emanuele, 18

36076 RECOARO TERME (VI)
Email: info@hoteltrettenero.it
Sito Web: https://www.hoteltrettenero.it/


NB Per tutti i lettori del blog, codice promo MDV20 che dà diritto ad uno sconto del 12% per la stagione 2020, da inserire nel sito dell'hotel.

Non perderti inoltre la sezione dedicata alle OFFERTE SPECIALI con una ricca selezione di proposte e esperienze in esclusiva per i lettori del blog, e quella dedicata a tutti gli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza!

Vedi anche la sezione dedicata alle escursioni TREKKING e al VENETO


2 commenti:

  1. L'Hotel è una vera favola e l'escursione racconta di posti molto belli dal vissuto intenso. Buona serat

    RispondiElimina