Ai piedi del Plan de Corones, Brunico, che conserva ancora l'antico nucleo e fascino medievale, è uno dei centri maggiori dell'Alto Adige per dotazione di impianti sciistici. Una vacanza in questo territorio significa anche visitare il centro storico di Brunico, vero gioiello immerso nei verdi boschi della Val Pusteria.

brunico


Il sentiero dei Vecchi Mestieri è l'escursione trekking che ci fa conoscere al meglio la storia della Val di Cembra e del suo tessuto etnografico, assieme alle sue bellezze naturali.
La Val di Cembra è famosa per le sue salite e discese, quindi, aspettatevi una bella camminata in discesa seguita da una bella e ripida salita :) Ebbene si, perché durante il sentiero dei Vecchi Mestieri si parte già in quota, dal paese di Grauno, e poi si scende fino al torrente Avisio seguendo antichi sentieri costeggiati da mulini, opifici e manufatti, per poi risalire di nuovo sull'altro versante della valle! Mi raccomando, buoni scarpe da trekking e pranzo a sacco!

sentiero vecchi mestieri val di cembra
inizio del sentiero dei Vecchi Mestieri

Un'immersione totale nella natura della Val Senales tra ghiacciai e antichi masi in alta quota. E' questa l'essenza di una vacanza presso il Blu Hotels Senales nella piccola località di Maso Corto.
Siamo a oltre 2.100 metri d'altezza, lontano dalle località mondane delle Dolomiti e dai negozi alla moda. Qui si viene soprattutto per vivere la vera montagna e, da settembre in poi, un total ski a 360° sul ghiacciaio, raggiungibile con la funivia situata a pochi passi dall'hotel.

blu hotels senales
vasca idromassaggio centro wellness Aqua Spa

Unire divertimento, natura, sport e concentrazione in un ambiente unico a due passi dal lago di Garda. E' questa l'essenza di un pomeriggio passato risalendo le pareti della via ferrata Rio Sallagoni, una via ferrata semplice, ma da trattare con tutto rispetto. Una via ferrata che si snoda seguendo il corso del torrente all'interno di un canyon, che poi, all'improvviso, si apre in un ambiente suggestivo e ricco di vegetazione ai piedi del castello di Drena.
Come in tutti i sentieri attrezzati, serve l'aiuto di professionisti per vivere al meglio e in tutta sicurezza l'escursione. Nel nostro caso ci siamo affidati alla professionalità del team di Mmove, con sede ad Arco, e profondi conoscitori di tutti i sentieri e segreti del Garda Trentino e non solo.
La cosa fondamentale nell'avvalersi di una guida professionista è l'affrontare in serenità l'escursione, sapendo che ci sarà qualcuno che ti saprà consigliare su come proseguire e, cosa non secondaria, fornirti tutta l'attrezzatura necessaria.

rio sallagoni
il punto più caratteristico della via ferrata Rio Sallagoni

Sulle verdi montagne dell'altopiano di Asiago, un indirizzo dal fascino alpino e tradizionale dove poter abbinare giornate di sport con il dolce piacere del benessere. Il Gaarten Hotel di Gallio, un ottimo 4 stelle S,  è la meta ideale per un soggiorno alla scoperta dell'Altopiano dei Sette Comuni, una terra ricca di storia e di natura.
Entrare al Gaarten Hotel significa immergersi in un'atmosfera calda e accogliente, una ampia hall con angoli salotto, interni dal forte uso del legno e oggetti della tradizione alpina sulle pareti, il tutto in un ambiente unico e caratteristico di un vero hotel di montagna.

hotel gaarten benessere gallio
Gaarten Hotel Benessere 
L'escursione trekking tra le più conosciute di Alleghe, ma anche delle Dolomiti, è senza dubbio l'escursione ai Piani di Pezzè, Col dei Baldi e lago Coldai, ai piedi del Civetta. Un'escursione che conosco bene, visto che l'ho già effettuata diverse volte, ma mai con il pernottamento in rifugio.
Complice la speciale formula “una notte in hotel + una notte in rifugio” offerta dall'hotel Barance di Alleghe, ho avuto modo di pernottare in quota e di vivere un'esperienza bellissima ai piedi del monte Civetta.
L'hotel Barance e il rifugio Coldai sono gestiti da generazioni dalla famiglia De Zordo: due strutture che raccontano il territorio in maniera diversa: da una parte la tranquillità del lago, dall'altra, le pareti verticali e il mondo di roccia delle Dolomiti.


rifugio coldai
il lago Coldai con il monte Civetta
L'escursione al monte Elmo è di sicuro una delle escursioni da fare se si è in vacanza a San Candido in Alta  Pusteria terra delle Tre Cime. Con la variante semplice, per famiglie, o quella più complessa, per buoni camminatori , offre una grande esperienza dolomitica unica nel suo genere.
Questa è la mia seconda volta in vacanza a San Candido. La prima volta avevo optato per l'escursione al lago di Braies e per la pista ciclabile San Candido Lienz; questa volta, invece, ho scelto subito  il Monte Elmo.

monte elmo
vista sulle Dolomiti di Sesto
Pochi hotel al mondo possono vantare una vista migliore del Grand Hotel Misurina, fiore all'occhiello della catena alberghiera Blu Hotels. Affacciato sulle rive dell'omonimo lago, a 1.754 metri d'altezza, tra due montagne simbolo delle Dolomiti, le Tre Cime di Lavaredo e il Sorapis, offre un soggiorno dal contesto unico, abbinando tradizione, natura e benessere.
Entrare al Grand Hotel Misurina è come fare un passo indietro nel tempo. Costruito nei primi anni del secolo per gli avventurosi viaggiatori e esploratori , è tuttora uno dei più affascinanti hotel delle Dolomiti.
Ebbene si, perchè la storia del turismo sulle Dolomiti passa anche di qui, da questo hotel storico, icona del turismo sulle Tre Cime di Lavaredo e sul lago di Misurina.

misurina
posizione unica sul lago di Misurina
Me ne sono reso conto appena sono entrato in hotel: un ambiente caldo, ricco di fascino, raffinato, con molto legno e oggetti della tradizione sulle pareti, oltre che a un grande e caloroso benvenuto, cosa non scontata ai giorni nostri in vacanza.

ABITARE
La prima cosa da fare, per chi soggiorna al BluHotel Grand Hotel Misurina, è ammirare la vista sul lago.
Così ho pure fatto io: non appena ho ritirato la chiave alla reception, sono andato subito in camera.

grand hotel misurina
vista dalla camera

grand hotel misurina
charme e tipicità alpina
Non uno, ma due WOW. Il primo per la vista stupenda, il secondo per la camera, arredata secondo il classico stile alpino, tipico delle Dolomiti Bellunesi. Balconi e finestre con vista panoramiche che invitano a passare del tempo in totale relax, solo ammirando la bellezza di queste montagne patrimonio dell'umanità Unesco.

grand hotel misurina
ammirando il lago dalla camera
SPORT
Misurina non è solo lago. Un paradiso di sentieri da scoprire con escursioni trekking attendono il visitatore subito fuori l'hotel. Ne ho approfittato per prendere parte ad un'escursione al rifugio Città di Carpi, semplice e adatta a tutti, ma volendo si possono raggiungere anche le più famose TreCime di Lavaredo, Monte Paterno e molte altre destinazioni.

grand hotel misurina
reception

grand hotel misurina

grand hotel misurina
sulle rive del lago
BENESSERE
Tutte escursioni che si possono effettuare in un giorno, degustando il pranzo a sacco preparato dal Grand Hotel Misurina e rientrando poi nel pomeriggio per del meritato riposo o benessere. Pochi, infatti, sanno che da qualche tempo al suo interno è in funzione un curatissimo e nuovissimo centro wellness, il Blu Aqua Wellness & Spa.
Dotato di una suggestiva piscina interna con cascata, idromassaggio, sauna, bagno turco, palestra e sala massaggi, dove è possibile seguire trattamenti con programmi personalizzati seguiti da personale altamente qualificato.

grand hotel misurina
saletta massaggi

grand hotel misurina
saune e bagno turco

grand hotel misurina
Blu Aqua Wellness & Spa
Ho avuto il piacere di effettuare un massaggio rilassante di un'ora e devo ammettere che è stato un vero toccasana, soprattutto dopo una giornata di camminate. Il modo migliore per riprendere le energie e dedicare un po' di tempo al benessere del proprio corpo.

grand hotel misurina
piscina coperta

grand hotel misurina
perfetto dopo una giornata di camminate
SAPORI
Una vacanza al Blu Hotels Grand Hotel Misurina è un percorso sensoriale che passa anche per il palato. Una prima colazione all'aperto ammirando il lago è di sicuro il modo migliore per iniziare la giornata, ma questa non è l'unica maniera in cui si viene coccolati qui.

grand hotel misurina
colazione con vista
Una formula pensione completa o all inclusive, light lunch (package lunch per chi desidera passare la giornata fuori), merenda al pomeriggio, Open Bar e una cena servita al tavolo con specialità locali, concludono l'offerta gastronomica, il tutto in un ristorante dal fascino unico con una vista straordinaria sul lago di Misurina.

grand hotel misurina
aperitivo con charme

grand hotel misurina
sala ristorante

grand hotel misurina
buffet di insalate durante la cena
Per concludere la serata niente di meglio di un cocktail al piano bar, un ambiente intimo con stube tirolese in ceramica e finestre che ammirano il lago, il protagonista indiscusso del Grand Hotel Misurina, sempre lì a rispecchiare il monte Sorapis, più bello che mai.

grand hotel misurina

grand hotel misurina
cena servita con menu a scelta
grand hotel misurina
atmosfera unica al tramonto

 ALTRE COSE DA FARE IN CADORE:
Immerso tra le colline di Bassano del Grappa e i borghi medievali di Asolo e Possagno, il B&B Le Fate Corbezzole è l'indirizzo ideale per scoprire un territorio ricco di attrattive naturali ed artistiche. Una posizione perfetta che permette di raggiungere in pochi minuti di auto, o di bici, cittadine dal fascino storico e luoghi naturali di notevole interesse.
Il B&B Le Fate Corbezzole è situato a Romano D'Ezzelino, a pochi chilometri da Bassano, sulle antiche terre del terribile Ezzelino da Romano, terre contese nel medioevo da guerre e interessi famigliari. Storie passate.

b&B fate corbezzole
antiche tradizioni nel ristorante Robe Vecie


La valle Isarco è conosciuta per i suoi prati verdi e per le sue cime innevate che molto spesso superano i 3000 metri d’altezza. Una valle molto lunga, circa 80 km, caratterizzata dalla presenza di ghiacciai a nord, e di vigneti e frutteti nella parte meridionale,  che nasconde paesi e cittadine incantate che meritano di essere visitate.
Una sola vacanza non basterebbe a visitare tutta la Valle Isarco, ma le tre cittadine principali si. Con il treno, ma anche con la macchina, possiamo creare un itinerario che parte da Chiusa e arriva quasi al Brennero, immersi in scenari da favola.
Ecco qui con ordine le principali cittadine che si possono vedere in Valle Isarco:

CHIUSA
Chiusa è conosciuta ancora oggi come la città degli artisti. Situata ai piedi della rupe di Sabiona, per secoli fu nodo strategico sulla via del Brennero, posta a controllo di uno stretto passaggio della Valle. Da qualche anno è entrata a far parte dei borghi più belli d’Italia a testimonianza delle bellezze artistiche che si possono ammirare nel suo centro storico. Centro storico che vanta una bella piazza con la parrocchiale, la salita al monastero di Sabbiona, uno dei monumenti più antichi dell’Alto Adige e una via principale fiancheggiata da case antiche con insegne in ferro battuto.

cosa vedere in valle isarco
il monastero di Sabbiona
La Sardegna per molti turisti è un luogo meraviglioso ed incantato da visitare soltanto in estate per via del mare, ma sappiate che se anche voi pensate ciò vi sbagliate di grosso. Anche nel periodo autunnale l'isola sarda offre tante soluzioni, legate alla loro tradizione. Una di queste è la manifestazione denominata Autunno in Barbagia, che si svolge soprattutto nella parte interna della Sardegna e che è stata confermata anche per il 2017.


sardegna


Raggiungere la Sardegna ed i paesi che ospitano questa manifestazione non è poi così tanto difficile. Le varie date sono già state ufficializzate e volendo si possono prenotare i biglietti del volo in largo anticipo, ad esempio anche grazie ai servizi messi a disposizione da siti come eDreams. Il sapere le date già da quest'estate vi potrà inoltre permettere di prenotare anche il vostro hotel/b&b in anticipo, senza dover correre all'ultimo minuto e rischiare di non trovare nulla. In questo modo svaniscono tutte le vostre ansie e paure di non dover trovare il vostro volo o un alloggio dove stare, una paura che molto spesso fa rimandare i viaggi e facendovi perdere delle fantastiche avventure.


Autunno in Barbagia, come abbiamo già detto, è una manifestazione che si divide in vari paesi ed inizia il primo di settembre per terminare nel mese di dicembre; le varie tappe si svolgono soltanto nei fine settimana o in occasione di qualche festa nazionale (come ad esempio l’8 dicembre). Ogni tappa risulterà essere molto suggestiva e vi porterà a conoscere le realtà dei singoli paesi ed il frutto delle loro produzioni, come ad esempio i salumi, la pasta, il maialetto ed il buon vino. Non solo cibo però, Autunno in Barbagia vi offrirà alcuni spettacoli legati alle tradizioni sarde, visto che saranno presenti anche alcune rassegne folcloristiche, inoltre in alcuni paesi la notte vengono organizzati alcuni concerti con personaggi e cantanti famosi.
Tra le più importanti vi segnaliamo Tonara (30 settembre e 1 ottobre), Orgosolo (14 e 15 ottobre), Aritzo e Desulo (28 e 29 ottobre), Mamoiada (dal 3 al 5 novembre), Nuoro (11 e 12 novembre) e Fonni (dall’8 al 10 dicembre). Ogni paese vi farà immergere nella propria realtà anche a dei percorsi organizzati in occasione di questi eventi, infatti grazie a delle mappe potrete seguire un percorso ben delineato senza rischiare di perdervi per le vie del paese.




Autunno in Barbagia e la Sardegna potranno arricchirvi sotto molti punti di vista e vi faranno vivere delle emozioni irripetibili ed indescrivibili. Questa manifestazione, conosciuta anche con il nome di

Cortes Apertas, vede quest'anno protagonisti ben 27 paesi della provincia di Nuoro; da segnalare anche come negli ultimi anni sia diventata una delle maggiori “attrazioni” turistiche dell'isola, soprattutto per il periodo non estivo.

Cortes Apertas è un evento nato soltanto nel 1996 ad Oliena, paese che decise di aprire le proprie “corti” per cercare di dare una svolta sia dal punto di vista economico che turistico. Per i primi 4 anni Oliena è stato l'unico paese protagonista di tutto ciò, mentre dal 2000 è stato deciso di provare ad allargare questo progetto. Numeri crescenti che hanno dato ragione a chi ha voluto credere nel progetto Autunno in Barbagia, e che daranno ragione a chi nel corso dei prossimi anni si unirà ai paesi già presenti a questo emozionante tour.

La Sardegna come ogni anno è pronta ad accogliere anche i suoi turisti “autunnali”, non lasciatevi far raccontare questo evento da amici e parenti ma vivetela in prima persona e statene certi che alla fine rimarrete soddisfatti e non vi pentirete della vostra scelta.


Levico Terme, sulle verdi montagne del Trentino, è un connubio perfetto di ambienti diversi, cultura, paesaggi mozzafiato, natura, benessere e relax.
Un territorio impegnato nel rispetto dell’ambiente e nell’utilizzo delle proprie risorse, più volte premiato con la bandiera blu per la qualità delle acque del suo lago. Tutti fattori che ho avuto modo di vivere di persona durante il mio soggiorno presso il Bio Hotel Elite, un tre stelle S, in centro a Levico, che ha fatto dell’ecosostenibilità e del mondo bio la propria filosofia.

bio hotel elite
prima colazione in giardino con prodotti bio



Il nostro territorio conserva segni e ricordi indelebili della Grande Guerra. Paesaggi bellissimi distribuiti fra monti, colline e pianura che custodiscono il ricordo di pagine fondamentali della storia del ‘900, e fra le sue pieghe la quotidianità del coraggio, della sopportazione, del dolore e della paura. Un territorio che ancora parla di storie e terribili tragedie che si possono ancora oggi vivere ed esplorare.  
Ecco quindi che ho pensato di raccogliere in un post l’elenco delle mie escursioni sui luoghi della grande guerra, ognuna con link diretto all’articolo sul blog, dei consigli sulle visite ai musei dedicati alla Grande Guerra e alcune testimonianze ancora vive che si possono vedere sul territorio.


ITINERARI DELLA GRANDE GUERRA

STRADA DELLE 52 GALLERIE – Monte Pasubio - Vicenza
Sulle Prealpi vicentine, sul monte Pasubio, un’arditissima opera militare scavata in parte nella roccia, lunga 6600 metri (di cui in 2280 in galleria), che permetteva il rifornimento all’esercito italiano al riparo dal tiro dell’artiglieria austro-ungarica. 

trincee grande guerra
una delle 52 gallerie sul Pasubio

Scoprire la laguna di Venezia in barca, vogando alla veneta, è di sicuro uno dei modi migliori per esplorare la città lagunare nel modo più autentico.
Quello che vi propongo oggi è un’escursione alla scoperta della laguna di Venezia lontano dai venditori dei selfie stick di San Marco e dai negozi di lusso. Un’escursione che ho avuto il piacere di effettuare assieme a Walter dell’associazione L’Altra Venezia, un’associazione che organizza regolarmente escursioni in barca e tour guidati alla scoperta della Venezia più insolita, una Venezia che pochi conoscono, ma dal fascino unico.
Come unico è il fascino di scoprire la laguna attraverso un’escursione in barca a remi, vogando alla veneta. Solo in questo modo si possono godere di certe viste sulle isole e sui canali più segreti, le sue valli nascoste, le poche barene rimaste e la flora e la fauna di questo incredibile ecosistema, tutto da esplorare a … misura di barca!

vogando alla veneta con l'associazione L'Altra Venezia