Con le ciaspole sull'altopiano delle Pale tra rifugio Rosetta e ghiacciaio Fradusta

Uno degli itinerari più belli da fare con le ciaspole a San Martino di Castrozza è quello che si sviluppa sull'Altopiano delle Pale di San Martino tra il rifugio Rosetta e il ghiacciaio della Fradusta.

 

Ci troviamo a oltre  2500 metri d'altezza. Consiglio sempre di effettuare un'escursione invernale sull'altopiano delle Pale in compagnia delle Aquile di San Martino, le guide alpine della zona, perché a queste quote le variabili da prendere in considerazione sono molte.

 

Per prima cosa l'Altopiano delle Pale è una vastissimo pianoro lungo circa 10 km e largo 5 circondato da guglie e vette dolomitiche. Il problema principale del camminare su un vasto pianoro è che, con presenza di nebbia, sia in estate che in inverno, ci si può perdere facilmente. Ecco quindi che la presenza di una guida è davvero importante. In caso di vento, inoltre, la traccia battuta sulla neve può sparire improvvisamente.


Il mio consiglio è quello quindi di verificare bene le condizioni meteo prima di mettersi in viaggio e di chiedere consigli all'ufficio del turismo.


Le Guide Alpine, le Aquile di San Martino e Primiero, organizzano ogni settimana delle escursioni con le ciaspole sull’Altopiano, che rientrano nel programma invernale Oltre lo sci: https://www.sanmartino.com/it/oltre-lo-sci/ 

 

altopiano pale rifugio rosetta ciaspole

 

CON LE CIASPOLE SULL'ALTOPIANO DELLLE PALE

La mia esperienza inizia dal centro di San Martino di Castrozza. Con gli impianti di risalita (cabinovia Colverde + funivia Rosetta) raggiungo i 2700 metri d'altezza della stazione a monte della funivia Rosetta.

 

altopiano delle pale inverno ciaspole


Da qui inizio la mia camminata seguendo le indicazioni per il rifugio Rosetta raggiungibile in leggera discesa, su traccia ben battuta e visibile, in circa 15 minuti (fino a qui possono arrivare tutti, c'è la segnaletica e i pali lungo il percorso).

 

altopiano delle pale inverno ciaspole


altopiano delle pale inverno ciaspole

Anche se il sentiero è battuto, consiglio di utilizzare le ciaspole perché a questa altitudine la neve è davvero tanta.

 

altopiano delle pale inverno ciaspole

 

RIFUGIO ROSETTA

Arrivato al rifugio Rosetta faccio una sosta foto e proseguo seguendo le uniche tracce presenti. 

 

altopiano delle pale inverno ciaspole

La traccia segue l'andatura del sentiero 707 e, tra vari sali e scendi, si avvicina al ghiacciaio della Fradusta. 

 

altopiano delle pale di san martino

 

altopiano delle pale inverno ciaspole


altopiano delle pale inverno ciaspole

GHIACCIAIO DELLA FRADUSTA

Il ghiacciaio in inverno è difficile da riconoscere perché rimane sommerso dalla neve. Lo riconosco perchè sono passato di qui durante il trekking di più giorni Park2Trek Dolomites, un itinerario che segue l'Alta Via 2 delle Dolomiti tra Feltre e San Martino. Tenetelo presente per la prossima estate!


Il panorama è davvero maestoso. Un vasto mare bianco di dune innevate, quasi fosse panna montata. Non ho scritto mare a caso. Questo altopiano fu un tempo il fondale di una laguna. Tutta la superficie è ondulata, forata da doline e inghiottitoi, arrotondata dall'erosione di antichi ghiacciai.

 

altopiano delle pale inverno ciaspole


altopiano delle pale inverno ciaspole


altopiano delle pale inverno ciaspole

La traccia battuta sulla neve non arriva direttamente ai piedi del ghiacciaio, ma si tiene più larga, andando più sulla sinistra e immergendosi tra le dune innevate.

 

altopiano delle pale inverno ciaspole

altopiano delle pale inverno ciaspole

 

In estate ancora un'oretta di cammino e sarei arrivato al Passo di Canali, oggi, invece, decido di fermarmi prima e di tornare indietro.

In totale ho percorso1h30 a tratta.

 

Rietro al rifugio Rosetta seguendo lo stesso itinerario dell'andata. Pranzo al sacco ammirando un panorama di guglie innevate tutto per me! (il rifugio è aperto durante il fine settimana).


CIMA ROSETTA

Da qui in leggera salita arrivo alla stazione della funivia ma, siccome è troppo presto per tornare a Mestre, decido di fare un ultimo strappo in salita e raggiungere Cima Rosetta.  

 

Calcolate 20 minuti per questo tratto ripidissimo! Dalla croce (fate attenzione alle parti esposte) si ha un panorama pazzesco su San Martino di Castrozza, Fiera di Primiero, Vette Feltrine e tutto l'Altopiano delle Pale con il rifugio Rosetta in primo piano!

 

altopiano delle pale inverno ciaspole


altopiano delle pale inverno ciaspole

 

Il modo migliore per concludere con una vista mozzafiato questa gita in giornata con le ciaspole sulle Pale di San Martino!

 

 


 

INFO UTILI:

Per altri itinerari da fare in zona Primiero e/o informazioni, vi invito a visitare il sito ufficiale delll'APT San Martino di Castrozza,Passo Rolle, Primiero e Vanoi

 

VEDI ANCHE:

La sezione del blog dedicata al TRENTINO, all'inverno OLTRE LO SCI e agli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza

0 commenti:

Posta un commento