mercoledì 12 novembre 2014

Soave e il suo castello

Soave e il suo castello li conoscevo fin da bambino vedendoli sempre dall'autostrada in direzione Verona. In tutti questi anni non ho mai avuto l'occasione di uscire al casello di Soave e di scoprire questo gioiello medievale, molto probabilmente perchè la vicinanza di Verona rubava sicuramente la scena. Quest'estate, con una domenica dal tempo incerto, mi sono ricordato di quelle torri merlate sopra la collina, ed ho preso quindi la macchina in direzione Soave Valpolicella! Solo 50 minuti di strada separano Mestre da questa antica cittadina, chiusa entro un'intatta cinta di mura che risale la collina fino al castello, e circondata da una dolce corona di alture a vigneti che danno il noto vino Soave. 

castello di soave
vista delle mura di Soave con il castello

Una volta parcheggiata la macchina, entriamo nel centro storico per Porta Verona che si apre nella cortina di mura, compiute nel 1369, rinforzate da 24 torri e coronate di merli. Passeggiamo per via Roma incontrando poco dopo la Parrochiale, del 700, ingrandita nel 1884.

castello di soave
porta Verona

castello di soave
ingresso attraverso la porta Verona

castello di soave
via Roma
Subito dopo si apre la centrale piazza dell'Antenna, con l'alta antenna veneziana costruita nel 1375, dove si erge il bel Palazzo di Giustizia del 1375, con portico e merli. Sotto il portico ammiriamo la scala di marmo che sale al ballatoio dove per due portali si accede all'interno, oggi purtroppo chiuso.

castello di soave
piazza dell'Antenna con il palazzo di Giustizia
A destra di piazza dell'Antenna parte la passeggiata pedonale che porta al castello. In circa dieci minuti di sentiero un po' ripido si raggiunge l'ingresso. Il castello, costruito nell'alto medioevo, ampliato prima dagli Scaligeri nel XIV sec., poi nel 1413 dai Veneziani e ripristinato, nelle sue linee essenziali, nel 1892, ha pianta irregolare e si compone di 3 cortili, separati da alte cortine simili a quelle della cinta.

castello di soave
inizio passeggiata in salita per il castello

castello di soave

Purtroppo per entrare bisogna pagare sette euro (prezzo 2015) e, sinceramente, non so se questo prezzo valga la pena per ammirare pochi interni senza nessuna spiegazione. Rimaniamo così fuori ad ammirare le mura e il bellissimo paesaggio che si apre sulle colline di vigneti e sulla Valpolicella.

castello di soave
ingresso al castello

castello di soave
colline veronesi
Alla fine con meno di sette euro beviamo un ottimo spritz in piazza dell'Antenna assaporando i ritmi lenti di questa tranquilla cittadina, ottima proposta per passare una mezza giornata alla scoperta dei colli veronesi.

NB. foto fatte con il cellulare

ALTRE COSE DA FARE IN PROVINCIA DI VERONA

8 commenti:

  1. Che belle foto.... non ho avuto occasione di visitare questi posti ma sono bellissimi !

    RispondiElimina
  2. Davvero un posto incantevole, e il colore delle colline è bellissimo. Spesso abbiamo dei gioiellini vicino a casa e ci mettiamo una vita per scoprirli!

    RispondiElimina
  3. un borgo bellissimo!

    RispondiElimina
  4. un posto incantevole che non conoscevo, salvo il post e memorizzo per un we della prossima primavera!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...