Cosa vedere a Conegliano in un giorno

Tra le dolci colline delle Prealpi, al margine della pianura e ai piedi delle vette del Cansiglio e del Col Visentin, Conegliano è senza dubbio una delle cittadine venete che bisogna assolutamente visitare se si è in  visita alla Marca Trevigiana.
Per vedere Conegliano possiamo calcolare mezza giornata; il tempo che rimane lo si può sfruttare visitando il territorio circostante, magari seguendo il mio itinerario lungo la strada del Prosecco, tra mulini e antiche abbazie.
La sua nascita risale al lontano medioevo: per fortuna le tracce di questo passato sono ancora visibili passeggiando lungo i vicoli del centro, costellato da edifici storici e religiosi di grande valore artistico e culturale

cosa vedere a conegliano
castello di Conegliano

Iniziamo il nostro itinerario alla scoperta di Conegliano da Piazza Cima, dove si affacciano il palazzo del Comune e il Teatro dell'Accademia.

cosa vedere a conegliano
piazza Cima
Dalla piazza saliamo, lungo via Madonna delle Neve, alla Rocca, raggiungibile anche in auto attraverso viale Benini, ma consiglio di farla tranquillamente a piedi: la salita dura una decina di minuti. Sulla sinistra sorge l'ex convento di San Francesco, un vasto complesso di edifici oggi restaurato e aperto al pubblico; ammiriamo il chiostro con giardino, circondato da arcate a tutto sesto, prima di proseguire per il castello.

cosa vedere a conegliano
al convento di San Francesco
La stradina che sale al colle costeggia l'antica cinta muraria. Facciamo un piccola sosta per visitare l'oratorio Madonna delle Neve, e raggiungiamo il piazzale della Rocca di Castelvecchio. Questa è composta da parti dell'antica fortezza sopravvissute alle demolizioni del 700: i resti dell'antico Duomo (campanile e abside) inglobati nell'oratorio di S. Orsola e le due torri.

cosa vedere a conegliano
salendo al castello
Nella torre della Campana ha sede il museo civico con lapidi, monete, armature e arredi e una piccola terrazza belvedere dalla quale si può ammirare un bellissimo panorama sulle Alpi e sulle colline del Prosecco, proprio come le doveva vedere Cima da Conegliano nei suoi quadri. Particolarmente bizzarra è la sala del camino, nella quale, come anticipa il nome, si trova un grande caminetto a forma di cappello del Doge.

castello  conegliano

cosa vedere a conegliano
visita al museo civico

cosa vedere a conegliano
vista sulle colline del Prosecco dal castello, seguitemi anche su Instagram: pizzo_76
Per pranzo facciamo una sosta al ristorante Al Castello situato all'interno del parco e dalla vista imbattibile. All'interno, ambienti caldi e di charme, invitano a riposarsi assaporando piatti della tradizione come il risotto al Prosecco e le tagliatelle artigianali a ragù d'anatara, ma anche ottime tagliate e piatti con soppressa, polenta, funghi e formaggio alla piastra, finendo con un ottimo tiramisù :) Immancabile in provincia di Treviso.

cosa vedere a conegliano
pranzo presso il ristorante Al Castello

tiramisù
tiramisù
Dal castello scendiamo velocemente in piazza Cima e continuiamo il nostro itinerario alla scoperta di Conegliano attraverso via XX Settembre, principale direttrice del borgo medievale, sulla quale prospettano palazzi di fondazione del 400 – 500, arricchiti da preziose decorazioni a fresco o scolpite. Ai due punti estremi della strada si trovano le due antiche porte della città: a ovest porta Ruio e a est porta Monticano.

cosa vedere a conegliano
via XX settembre

cosa vedere a conegliano


cosa vedere a conegliano
porta Monticano
Muovendoci verso porta Ruio, arriviamo al Duomo, perfettamente inserito nel complesso della Scuola dei Battuti, con una facciata scandita da archi a sesto acuto e decorata da affreschi raffiguranti scene bibliche. I Battuti si dedicavano a opere di misericordia e abitualmente adiacente ai loro cenacoli veniva realizzato un ospedale. L'edificio religioso, annesso nel 1354 alla Scuola stessa, divenne nel 1756 Duomo, nel quale ancora oggi possiamo ammirare la preziosa tela di Cima da Conegliano, Madonna in trono e santi.



cosa vedere a conegliano
facciata del Duomo


cosa vedere a conegliano
ammirare gli interni della sala dei Battuti
Da un passaggio sotto il campanile raggiungiamo la Sala dei Battuti, le cui pareti, nel corso del XVI secolo, furono completamente ricoperte di affreschi con storie dell'Antico e Nuovo Testamento, realizzati per la maggior parte da Francesco da Milano.

cosa vedere a conegliano
sala dei Battuti
Finisce qui la nostra passeggiata alla scoperta di Conegliano, non prima di effettuare un brindisi con un ottimo Prosecco in occasione della festa dell'uva che si tiene in centro storico.

cosa vedere a conegliano
cin cin!
Vino che è sempre stato un elemento fondamentale nella storia della città. A confermarlo la presenza della prima scuola enologica in Europa, l'ITIS Cerletti, fondata nel 1876 e ancora oggi luogo di formazione, sperimentazione e promozione della cultura enologica del territorio. All'interno, si può visitare il piccolo museo Manzoni, che offre un percorso espositivo che conduce a scoprire il lavoro del prof. Manzoni attraverso i materiali scientifici, strumentazioni, pubblicazioni e i luoghi nei quali si svolgeva la sua ricerca quotidiana.

cosa vedere a conegliano
interno del museo Manzoni nella scuola enologica Cerletti

cosa vedere a conegliano
la Bottega del Vino
Concludiamo la visita con la suggestiva Bottega del vino, dagli interni riccamente decorati e luogo ideale per effettuare un ultimo brindisi alla città di Conegliano e al suo territorio.

ALTRE COSE DA FARE IN PROVINCIA DI TREVISO:

Commenti

  1. Andrea, che posto stupendo e quante cose da vedere e scoprire ;)
    wooow
    a presto e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ma che bel posto, sembra tutto molto interessante!!

    https://julesonthemoon.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Un posto molto bello, da mettere in agenda :)
    E quel tiramisù......che bontà!
    A presto.

    RispondiElimina
  4. Che bellisimo ANdrea, I love this tiramisu too!

    RispondiElimina
  5. Conegliano non è solo "bollicine" belle imagini grazie. Ho fatto una carellata dei tuoi post che non ho letto essendo in pausa tutto molto belo e interessante. Continua a viaggiare anche per noi che ti leggiamo. Buona giornata e buona fine settimana.

    RispondiElimina

  6. Ciao Andrea!
    Bella architettura, bella gastronomia, tutto perfetto!

    Buon fine settimana!
    abbracci

    RispondiElimina
  7. Questo me lo segno... e che piattini invitanti!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved P.I. 04452280276