Santuario Madonna della Corona: come arrivare e sentiero da fare a piedi

L'escursione al santuario della Madonna della Corona, nei pressi del lago di Garda, in provincia di Verona,  è senza dubbio una delle camminate più belle da fare in Veneto.
 
 
Meta di pellegrinaggio ormai da secoli, lo si può raggiungere a piedi attraverso un sentiero che parte dal piccolo paese di Brentino Belluno e che sale immerso nel bosco con un dislivello di circa 600 metri, con oltre 1.500 gradini e in due ore di cammino. 
 
 
Fino a pochi anni fa questo era l'unico modo per arrivare quassù. Si camminava per ore in pellegrinaggio e in preghiera, poi, con la costruzione della strada, è diventato tutto più semplice: comitive, auto, moto, selfie e droni, chi più ne ha più ne metta, possono arrivare in questo luogo magico, sospeso tra montagna e cielo.
 

santuario madonna della corona
madonna della corona


santuario madonna della corona
il santuario nella roccia
 
Consiglio a tutti gli amanti della montagna e del turismo sostenibile a ritmo lento, di effettuare la salita al Santuario della Madonna della Corona a piedi e, soprattutto,  di venire durante la settimana oppure nei mesi di bassa stagione.

 
COME ARRIVARE ALLA MADONNA DELLA CORONA
Così ho fatto io. In un bel giovedì di sole di maggio sono partito da Mestre  e ho raggiunto l'uscita dell'autostrada di Affi.  Da qui in circa mezz'ora ho raggiunto  il paese di Brentino Belluno e ho parcheggiato la macchina in centro.
 
Altro consiglio per effettuare l'escursione al Santuario della Madonna della Corona è quello di indossare un abbigliamento da montagna adeguato e scarpe da trekking.

SI PARTE DA BRENTINO BELLUNO
Dal centro paese seguo le indicazioni per il santuario e trovo, dopo pochi minuti, l'inizio del sentiero, il sentiero della Speranza, da poco denominato così perché chi lo percorre, laico o credente, lo fa con la speranza di trovare nel santuario la forza e la pace di cui ha bisogno.

madonna della corona
si parte!

madonna della corona
sentiero sempre in salita
 
Il sentiero inizia con una lunga serie di gradini e poi si restringe diventando un sentiero vero e proprio. 
 
Sempre in salita raggiungo una croce nei pressi di un balcone panoramico che offre una bellissima vista sulla Valle dell'Adige e monti Lessini
 
Questa terrazza è l'ideale per riprendere un po' il fiato dopo la prima salita.

madonna della corona
la croce

madonna della corona
vista sulla Valle dell'Adige
 
 
Dopo un po' il sentiero costeggia un tratto di roccia dove è presente un cordino metallico, niente di pericoloso, ma ottimo per le persone meno abituate alle camminate in montagna o che abbiano paura dei tratti un po' esposti.
 


santuario madonna della corona
tratto con cordino di ferro
 
 
Pausa per ammirare la valle che si inoltra verso la parte più alta del Monte Baldo, e il sentiero per il Santuario della Madonna della Corona cambia drasticamente. 
 
Una scalinata a zig zag, in costante salita, prende sempre più quota con splendide vedute sul fondovalle segnato dal corso del fiume Adige
 

madonna della corona
salendo di quota.. ne ho fatta di strada dal paese giù :))

madonna della corona
dall Grotta della Pietà
LA GROTTA
Passo per una piccola cavità che prende il nome di Grotta della Pietà e leggo il libro del pellegrino con tutte le firme delle persone che sono passate prima di me. Lo firmo anch'io e, di nuovo in salita, riesco a vedere finalmente il santuario della Madonna della Corona. 
 
Che spettacolo!

santuario madonna della corona
prima visuale del Santuario della Madonna della Corona

Foto a manetta, sia con la macchina fotografica che con il cellulare (anzi, vi invito a seguirmi su Instagram, account pizzo_76) , e mi appresto ad affrontare l'ultimo tratto dell'escursione attraversando il ponte del Tiglio, un ardito ponte in pietra che conduce all'ingresso del Santuario.

MADONNA DELLA CORONA
Qui supero una ripidissima (tanto per cambiare) scalinata, costeggiata da capitelli, ed arrivo alla mia meta dopo circa un'ora e trenta minuti di cammino! 30 minuti in meno del tempo previsto :))
 
Voi comunque tenete buone le due ore che vi ho detto all'inizio 😀


santuario madonna della corona
arrivato!

madonna della corona

Tutta la fatica della salita svaniscono una volta ai piedi di questa chiesa. 
Un'atmosfera mistica, tra roccia e cielo, una chiesa che venne costruita nel cuore della montagna del Monte Baldo nel '500, in sito inaccessibile, per celebrare l'apparizione della statua dell'Addolorata mentre i turchi prendevano Rodi, dove l'effige era custodita.
 
L'interno colpisce per la sua parete sinistra in roccia e per le numerose tavolette ex voto che i graziati offrivano come ringraziamento. Ne sono rimaste solo un centinaio, ma dovevano essere molte di più.
 
Per info su messe, pellegrinaggi e altro, vi consiglio di visitare il sito ufficiale del Santuario della Madonna della Corona.

madonna della corona
le tavolette ex voto

madonna della corona
interno della Chiesa
Oggi niente strudel di mele e Radler, ma solo un veloce pranzo al sacco e un po' di meritato riposo sulle panchine con tavoli costruite appositamente per le persone che vogliono consumare un pasto veloce portato da casa (speriamo non le tolgano). Volendo c'è anche un piccolo bar con ristoro e toilette.
 
Per le foto migliori consiglio di seguire la strada che porta alla fermata dell'autobus. Da qui si ha l'immagine più bella del Santuario della Madonna della Corona.
 
NB Per quanto riguarda le immagini che sicuramente avrete visto sui  social, quelle aeree, sono state fatte con i droni e quindi è impossibile godere di quell'angolatura. 
 
madonna della corona

madonna della corona
 

Un po' di riposo ai piedi del santuario della Madonna della Corona  e ritorno a valle seguendo  lo stesso sentiero dell'andata. 
 

SOSTA A BARDOLINO
Il pomeriggio, se vi rimane del tempo, vi consiglio di spostarvi sul lago e magari visitare Bardolino, raggiungibile in pochi minuti d'auto.
 
Io ho fatto una passeggiata sul bellissimo lungolago di Bardolino per una sosta gelato come premio per la lunga passeggiata al santuario della Madonna della Corona. 
 
Il modo ideale per concludere in dolcezza una giornata tra trekking e lago.

madonna della corona
passeggiata a Bardolino




VEDI ANCHE:

Escursioni Lago di Garda 

Lago di Garda Veneto

Dove dormire sul lago di Garda

 

La sezione del blog dedicata al LAGO DI GARDA, al TREKKING e agli HOTEL per organizzare la tua vacanza nel territorio del mio blog


49 commenti:

  1. un posto incredibile! corro a cercarti su IG, mi vedrai come "amrita82"!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  2. Che passeggiata fantastica per raggiungere un posto favoloso!
    Baci,
    Marina
    http://www.maridress.it

    RispondiElimina
  3. l'avevo sentito nominare ma mai visto di persona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pure io :) poi mi sono deciso ad andarci e valeva di sicuro la pena!

      Elimina
  4. Che posto suggestivo, secondo me merita la camminata :-)
    Buon week end Andrea

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  5. Oh my this church is amazing !
    How they made ??

    RispondiElimina
  6. Show de imagens sempre arrasando amei tudo
    Blog:http://arrasandonobatomvermelho.blogspot.com.br/
    Canal:https://www.youtube.com/watch?v=DmO8csZDARM

    RispondiElimina
  7. Molto interessante e deve essere bella questa camminata. Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si davvero :)) grazie buona domenica anche a te!!

      Elimina
  8. Che posto incantevole! Certo, con la strada diventa tutto più facile, ma si perde l'atmosfera. Anche se è una bella fatica, meglio salire a piedi. Bravo Andrea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si meglio a piedi :)) perderebbe tutto il significato :)

      Elimina
  9. un posto incantevole e poi quel santuario è stupendo e suggestivo
    buona domenica a presto

    RispondiElimina
  10. Che posto incredibile, Andrea, non lo conoscevo affatto. Grazie per questo post, un abbraccio

    RispondiElimina
  11. davvero bello questo santuario
    buon inizio settimana
    <<< tr3ndygirl fashion blog >>>
    un bacione

    RispondiElimina
  12. The greatest pics!!!

    Have a nice evening!
    Photographer Gil Zetbase
    http://www.gilzetbase.com/

    RispondiElimina
  13. Da pelle d'oca! Grazie! Non conoscevo questo posto...è una meraviglia! Troppo bello il tuo blog! BRAVO!
    Un caro saluto!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  14. Gorgeous view!

    stylentonic.com

    RispondiElimina
  15. Molto bello questo santuario, ci sono stata anni fa. Ciao

    RispondiElimina
  16. Assomiglia a quello di Santa Caterina vicino a casa mia, sul lago Maggiore!

    RispondiElimina
  17. I love it! Thanks for sharing.

    ** Join Love, Beauty Bloggers on facebook. A place for beauty and fashion bloggers from all over the world to promote their latest posts!


    BEAUTYEDITER.COM

    RispondiElimina
  18. Buonasera,io vorrei fare una domanda. Vorrei fare questa bella esperienza ma volevo sapere se il percorso puo' essere fatto in compagnia anche del proprio cane. Ovviamente lo so in Chiesa no ma almeno il percorso. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao,non so come sia il cane, però ho visto cani raggiungere zone più impervie di questa, e quindi penso proprio di si :) nel tratto stretto è bene cmq tenerlo a guinzaglio

      Elimina
  19. Salve Andrea, vorrei chiederle un parere...! Mi piacerebbe molto visitare questo posto, ma il mio ragazzo tende a soffrire di vertigini..dalle sue immagini vedo tratti poco incoraggianti :( lei cosa ci consiglia? Meglio evitare o soffrire un pò ?
    Grazie mille, Nicole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, c'è solo un tratto un po' esposto, ma che ad un escursionista normale non causerebbe nessun problema. In questo tratto, lungo pochi metri, c'è anche una corda per tenersi nel caso si soffra di vertigini e per stare più sicuri.

      Elimina
  20. domani farò questa lunga sfacchinata con il cai di Palazzolo S/O.Pensavo fosse abbastanza faticosa, ma dopo aver letto la tua descrizione con i 1500 scalini mi sono resa conto che è una bella faticaccia x me.Spero che la vista del panorama mi appaghi talmente tanto da mettere in secondo piano la fatica.Grazie x le tue belle descrizioni in generale.AH quasi dimenticavo il 22 di questo mese vado a MIsurina x vedere l'omonimo lago, le Tre cime di Lavaredo e il lago di Sorapis seguendo i tuoi percorsi.il tempo è poco solo 2 giorni ma spero di sfruttarli al meglio.la durata del percorso de lago Sorapis è un'ora e 1/2 di sola andata se ho capito bene?Grazie ancora e buona continuazione

    RispondiElimina
  21. si vede che non sono pratica Unknown qui sopra sono Genzy68 .Ti farò sapere qui o su instagram com'è andata l'escursione al santuario della Madonna della Corona. Genziana

    RispondiElimina
  22. Che meraviglia...un luoo davvero magico! Io mi segno tutto, vale proprio la pena di visitarlo! Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIAO ANDREA, DA QUELLO CHE HO VISTO MERITA DI VEDERE QUESTE MERAVIGLIE D'ITALIA.
      HO VISTO IL PERCORSO CHE PER ME NON E' UN PROBLEMA MA E' MIA MOGLIE CHE NON C'E' LA FARA'. COMUNQUE TI RINGRAZIO ANCHE DELLE BELLE FOTO CHE HAI MESSO IN VISTA. NEL CASO CI ANDRO' DA SOLO. CIAO E GRAZIE ANCORA. paolomotteran@libero.it

      Elimina
    2. grazie! potete al massimo andare in macchina :))

      Elimina
  23. Venerdì vorrei salire al santuario ma chiamano pioggia. Ci sono problemi a salire o scendere ? Grazie

    RispondiElimina
  24. Un bellissimo reportage, un posto incantevole sicuramente da visitare non appena le norme lo consentiranno, grazie di questo tour, Angelo.
    http://www.angelobattaglia.blogspot.com (Freengel Fly)

    RispondiElimina