Viaggi insoliti: il Lago di Garda vissuto da una diversa prospettiva

Scoprire il lago di Garda in maniera insolita, lontano da traffico e dal turismo che affligge le principali località della costa.
E' questo il tema di una giornata, o una vacanza, con un noleggio barche sul lago di Garda, in totale libertà, in maniera facile e sicura, che permette di scoprire, a proprio piacimento, il lago più grande d'Italia.
Lo scorso anno vi avevo raccontato un itinerario da fare con il battello della navigazione laghi tra Riva del Garda, Malcesine e Limone, un itinerario in cui si dipende dagli orari dei battelli e dai tempi di attesa all'imbarcadero.
In questo caso, invece, si sarà in piena autonomia e si potranno ammirare i paesi del lago di Garda da una prospettiva unica: dall'azzurro delle sue acque.

lago di garda insolito


La zona che preferisco in assoluto è il Garda Trentino, la parte a nord del lago, un territorio unico al mondo per la meravigliosa fusione tra roccia montagne ed acqua. Proprio il lago ha consolidato la fama di questo paradiso come meta ideale della vacanza outdoor, grazie anche al lavoro e al prestigio dei molti storici circoli che hanno contribuito a rendere questo posto una delle capitali del circuito velico internazionale.
Per chi optasse per un noleggio barche a vale questa zona è davvero perfetta, complice il vento sempre presente che soffia nelle vele di derive e windsurf e asciuga la rugiada negli orti, impedendo la brina. In questa parte del lago vige infatti, perturbazioni climatiche a parte, un regime di venti costante, legato alle dinamiche termiche di terra e acqua e all'effetto dell'invaso di monti: di notte e in mattinata soffia il Pelèr, da nord a sud; da mezzogiorno a sera monta invece una brezza contraria da sud, l'Ora, che dura fino al tramonto. All'inversione dei venti, dopo il momento di bonaccia, le vele prendono a guizzare veloci e le barche s'inclinano a bolina, mostrando perchè l'Alto Garda sia una delle più emozionanti palestre veliche in Italia. Tra i venti periodici, temibile il Ponal, che scende dalla valle di Ledro incorporandosi al Pelèr e accompagnando, molto spesso, i temporali estivi.

lago di garda

lago di garda

Una giornata intera di navigazione può partire da Riva del Garda, magari facendo prima una visita al centro con la sua architettura scaligera e veneziana, le strade selciate, porte medievali, vicoli e portici nella parte più antica, e un'atmosfera di porto e fortezza lacustre che si sovrappone, prevalendo, a quella felice di stazione climatica con ampie zone verdi con parchi e giardini.

lago di garda insolito

Una volta visto il centro si può partire in barca verso sud, costeggiando da vicino le impressionanti pareti di roccia che si tuffano nelle azzurre acque del lago, e poi fare una sosta a Limone sul Garda, dove è quasi un obbligo fare una visita al centro storico con le sue case colorate e i porticcioli. Se si è liberi con il pernottamento, si può puntare ancora più a sud dove il lago abbandona le montagne e si allarga quasi prendendo le sembianze di un mare.
E' in questo punto che si possono osservare i tramonti più belli, soprattutto in zona Punta San Vigilio, uno dei luoghi più celebrati e romantici del lago. Qui un viale affiancato da alti cipressi raggiunge il porticciolo, in un delicato paesaggio di vecchie limonaie; qui sorge la Villa Guarenti, costruita nella prima metà del '500 forse su disegno di Michele Sanmicheli e concepita come luogo di ozi letterari, e poco più avanti, la chiesetta di S. Vigilio, con una magnifica vista.
Per la sosta pernottamento consiglio di prendere in considerazione il paese di Garda, davvero suggestivo, con la Torre dell'Orologio che segna l'ingresso nel borgo antico, dove sul fondo spicca il palazzo Fregoso e l'alberato lungolago Regina Adelaide, ideale per fare delle passeggiate.

lago di garda insolito

Se, invece, si optasse per un'uscita di mezza giornata, si può godere del sole e del lago al mattino in barca e poi dedicarsi alle attività trekking, climbing e vie ferrate presenti in grande misura soprattutto nel Garda Trentino. Qui, infatti, ci sono oltre 1.000 vie per l'arrampicata sportiva, ineguagliabili falesie, sotto il logo Outdoor Park Garda Trentino, con ben 510 itinerari attrezzati. La proposta è a 360 gradi. Diversi i livelli di difficoltà, una falesia offre opportunità di sport e di divertimento per tutti, anche per le famiglie con i bambini.
Se l'arrampicata non fa per voi vi consiglio i tantissimi itinerari trekking con vista sul lago di Garda, come il sentiero del Ponale, il Rifugio San Pietro, il sentiero Tempesta, ma anche tutti i sentieri della Grande Guerra che vi avevo raccontato lo scorso anno, luoghi carichi di storia, poco conosciuti ma dai panorami pazzeschi.
Sempre nella parte nord del lago si può percorrere il Garda Trek , un anello trekking da fare in più giorni che attraversa il Garda Trentino , dal fondovalle a più di 2.000 metri di quota. Gli anelli più bassi, percorribili tutto l'anno, offrono la possibilità di rilassarsi camminando, mentre l'anello in quota è dedicato a chi ama il trekking di più giorni con il pernottamento in rifugio.

lago di garda insolito


Un modo unico ed esclusivo per vivere il lago di Garda, dalle sue acque alle sue cime più alte.

1 commento: