Torri del Vajolet: escursione al rifugio Re Alberto, Gardeccia e Preuss

Una delle escursioni più belle da fare in Val di Fassa e sulle Dolomiti è quella che conduce alle Torri del Vajolet passando per i rifugi Gardeccia, Vajolet e Re Alberto. Era da tanto che volevo vedere le Torri del Vajolet e, questa volta, non mi sono lasciato scappare l'occasione. In vacanza nella vicina Canazei, ho impiegato solo pochi minuti in auto per raggiungere il punto di partenza.
Ma vediamo le cose con ordine. Inizio la mia giornata dalla super prima colazione dell'hotel Lupo Bianco, un ottimo 4 stelle situato in una posizione unica con vista mozzafiato sul gruppo del Sella. 

torri del vajolet rifugio principe alberto

torri del vajolet rifugio principe alberto

Una prima colazione dove si può trovare davvero di tutto, dal dolce al salato, croissants caldi, marmellate del Trentino, yogurt, torte fatte in casa, ma anche formaggi, affettati e uova strapazzate :)) L'ideale per gli appassionati di trekking per fare un carico di energia e partire poi per i monti!

torri del vajolet

L'hotel Lupo Bianco fa parte del gruppo Dolomiti Walking Hotel (info: https://www.dolomitiwalkinghotel.it ), un gruppo di 16 hotels in Trentino che condividono la filosofia del rispetto dell'ambiente e della riscoperta del territorio: infatti, in ogni hotel, sono gli albergatori ad accompagnare gli ospiti, gratuitamente, in escursioni ed uscite trekking sulle Dolomiti. E qui al Lupo Bianco abbiamo Bruna e Fabrizio, i padroni di casa, entrambi guide alpine :) Chi meglio di loro mi poteva consigliare sulle escursioni più belle da fare a Canazei? Beh penso nessuno! Ecco allora che ho chiesto consigli su come effettuare l'escursione al rifugio Principe Alberto e Torri del Vajolet e sono pronto per partire!

SI PARTE DA VIGO DI FASSA
Sistemato zaino e scarponi parto in macchina per Vigo di Vassa e parcheggio la macchina nei pressi della funivia. A mia sorpresa trovo tantissima gente (inizi luglio) e trovare un posto libero è quasi un'impresa. Alla fine ne ho trovato uno alla modica cifra di € 7,00, altrimenti bisognava parcheggiare più lontano e prendere un bus navetta per raggiungere la stazione della funivia.
La funivia che conduce al rifugio Ciampedie, invece, costa € 18,00 e permette di superare un buon dislivello in pochi minuti. Fino allo scorso anno c'erano delle navette che portavano qui, ma ora sono state soppresse. In alternativa alla funivia si può prendere la seggiovia che parte da Pera di Fassa, ma il prezzo è quasi uguale.

torri del vajolet rifugio principe alberto

Al mio arrivo in quota (mt. 1998) trovo un panorama mozzafiato ad accogliermi: il Catinaccio in tutta la sua bellezza! Un piccolo assaggio di quello che andrò a vedere durante la mia escursione alle Torri del Vajolet. Pure qui tantissima gente! Tante famiglie con bambini e anziani visto che il primo tratto di questa escursione è adatto a tutti! 


torri del vajolet rifugio principe alberto

RIFUGIO GARDECCIA
Seguo la fila di tutte queste persone e mi incammino lungo il sentiero 546 che si intrufola nel bosco e prosegue pianeggiante e in lieve discesa fino al rifugio Gardeccia e Rifugio Stella Alpina a mt 1960. Da qui le Dolomiti sono ancora più vicine! Che spettacolo!

torri del vajolet rifugio principe alberto

torri del vajolet rifugio principe alberto

ARRIVO AL RIFUGIO VAJOLET/PREUSS
Ma ora inizia il bello. Dal Gardeccia inizia la salita che conduce ai rifugi Vajolet e Preuss, una salita abbastanza tosta su sentiero 546, sempre largo e ben messo che ha fatto una buona selezione della gente che c'era prima :)

torri del vajolet rifugio principe alberto

torri del vajolet rifugio principe alberto

Arrivati ai due rifugi (mt 2248) consiglio di fermarsi un attimo e ammirare il panorama che ci circonda. Siamo ai piedi del Catinaccio, cime storiche che hanno fatto la storia dell'alpinismo e delle Dolomiti.

torri del vajolet rifugio principe alberto


torri del vajolet rifugio principe alberto

IN SALITA VERSO IL RIFUGIO RE  ALBERTO
Ma la nostra escursione non è ancora finita: rimane l'ultimo tratto, quello più impegnativo e che ci condurrà al rifugio Re Alberto.
Subito dopo i rifugi Vajolet si trova sulla sinistra la deviazione del sentiero 542, un sentiero classificato per escursionisti esperti perchè si trovano dei tratti attrezzati con cordini metallici e tratti di roccia. 

torri del vajolet rifugio principe alberto

torri del vajolet rifugio principe alberto

Per che vi abitualmente in montagna questo pezzo non è difficile, ma, per le persone che ho visto all'inizio dell'escursione , probabilmente sì! Forse per questo hanno messo il cartello. In circa un'ora, comunque, si cammina tra rocce e sassi con qualche passaggio con corde che ti aiutano a proseguire.

torri del vajolet rifugio principe alberto

Dal basso fa un po' di impressione guardare dove si deve arrivare, ma in circa un'ora si supera tutto! Al mio arrivo trovo uno dei panorami più belli in assoluto: il rifugio Re Alberto (mt. 2621) e le Torri del Vajolet !! Che spettacolo! Fatica ripagata :) penso che le foto qui sotto parlino da sole:

torri del vajolet rifugio principe alberto

Tempo per il pranzo a sacco, foto di rito e inizio la mia discesa fino alla funivia seguendo lo stesso sentiero.

torri del vajolet rifugio principe alberto


In totale l'escursione alle Torri del Vajolet è riassunta così:
Rifugio Ciampedia – Rifugio Gardeccia, 50 minuti
Rifugio Gardeccia – Rifugio Vajolet, 50 minuti
Rifugio Vajolet – Rifugio Re Alberto, 1 ora
Io ho fatto tutto in 1H40 (solo andata), ma non considerate il mio passo :((

RELAX IN HOTEL
Ritorno in hotel nel pomeriggio e tempo per una buona Radler dissetante all'aperto gustandomi il panorama sul Sella. L'hotel Lupo Bianco dispone anche di un ottimo centro benessere, davvero l'ideale per recuperare forze e energie dopo lunghe camminate. Ecco allora un bel tuffo in piscina con idromassaggio, sauna, bagno turco e percorso Kneipp e salette relax con materassi ad acqua. Ricca inoltre la proposta wellness con massaggi che attingono dalla filosofia alpina per un benessere totale.

torri del vajolet rifugio principe alberto


Ottime le camere, in classico stile alpino, con molto legno, ambienti caldi, tutte spaziose e realizzate con materiali ecologici secondo una filosofia ecosostenibile, tipica degli hotel BIO. I materiali usati hanno una particolare capacità termica, che minimizza gli sbalzi di temperatura e la dispersione di calore.


Inoltre, balcone e una vista incredibile dove si può ammirare il tramonto sulle pareti dolomitiche! Sono davvero pochi gli hotels in Val di Fassa che possono vantare questo panorama!
Dal benessere della vista a quello del palato il passo è stato veloce. Al Lupo Bianco viene proposto un menu a tre portate con un grande buffet di insalate basandosi completamente sui principi dello slow food, con prodotti a km zero e piatti tipici della tradizione come fumanti polente al formaggio fuso, bistecche e salsicce alla brace, strudel di mele e, magari, un bicchierino di grappa da consumare al bar intrattenendosi con i padroni di casa, Bruna e Fabrizio, guide alpine e profondi conoscitori di tutte le cime della Val di Fassa. 

torri del vajolet rifugio principe alberto

torri del vajolet rifugio principe alberto

Il modo migliore per concludere una giornata di escursione alle Torri del Vajolet pensando all'escursione seguente! Continuate a seguirmi sul blog per scoprire le altre gite a Canazei e dintorni!

INFO UTILI:
Lupo Bianco Mountain Hotel Wellness & Walking
Strada del Pordoi, 5
38032 CANAZEI (TN)
Tel. 0462.601330
email: info@hotellupobianco.it
Sito internet: Hotel Lupo Bianco Wellness & Walking

 

Vedi anche:
Dolomiti Walking Hotel
tutti gli hotels che aderiscono al gruppo Dolomiti Walking Hotels con proposte escursioni ed offerte

4 commenti:

  1. ci credi se ti dico che mi bastano queste immagini a sentirmi quasi già in vacanza? peccato che andrò tutt'altro che al fresco... :-(
    https://www.audreyinwonderland.it/blog/

    RispondiElimina
  2. Paesaggi spettacolari e ottimo hotel, grazie delle info, un caro saluto!

    RispondiElimina