Escursione Valle delle Sfingi e rifugio Lausen sui monti Lessini

Una delle escursioni più interessanti da fare Monti Lessini è quella che conduce alla Valle delle Sfingi e al Rifugio Lausen.

Punto di partenza di questa escursione è il grande parcheggio che si trova a Camposilvano, nei pressi di Velo Veronese,  in provincia di Verona.

Da qui sistemo zaino e scarponi e seguo la strada asfaltata superando il centro paese e, dopo il campeggio, sulla destra, prendo un piccolo sentiero con presenza di segnaletica del rifugio. Noterete anche un grande fungo di pietra (viene chiamato così), non potete sbagliare.

 

valle delle sfingi


valle delle sfingi rifugio lausen

VALLE DELLE SFINGI

Seguo il sentiero, passo una malga con cancello ( ne troverete tantissimi da aprire e chiudere durante questo giro) e arrivo alla Valle delle Sfingi, chiamata così per via di alcune  rocce dalle forme un po' particolari. Era da tanto tempo che volevo venire qui: dal nome mi aspettavo un ambiente suggestivo, ma alla fine non mi ha detto molto... un po' una delusione.


valle delle sfingi

Non demoralizziamoci! L'escursione è ancora lunga.  Verso la fine della valle delle sfingi è presente una malga. Qui bisogna fare attenzione: c'è il cartello per il rifugio ma non si vede il tracciato. In pratica bisogna risalire il prato sulla destra e raggiungere la sommità. Da qui riprende il sentiero. Ovviamente tutta la segnaletica è stata fatta dal gestore del rifugio Lausen, se fosse stato per  CAI o amministratori del paese, ci si perderebbe non so quante volte (escursione sul Monte Luppia a Garda insegna).

 

valle delle sfingi rifugio lausen

 
valle delle sfingi rifugio lausen

Presa la traccia salgo su sentiero costeggiato dalle tipiche pietre della Lessinia, e raggiungo il Bivio delle Gosse (la parte più alta di questo giro). 

Da qui si può vedere il lago di Garda, la penisola di Sirmione, i colli di Soave, le colline moreniche del Garda e, nelle giornata limpidissime, anche gli Appennini.

Al bivio, con presenza di cartelli, giro a destra seguendo le indicazioni per il rifugio.

In comoda discesa passo le malghe del Sengio Rosso e seguo sempre fedele la segnaletica su comodo sentiero.


valle delle sfingi rifugio lausen


valle delle sfingi rifugio lausen



valle delle sfingi


valle delle sfingi rifugio lausen

RIFUGIO LAUSEN

Ad un certo punto, invece di andare dritto, bisogna girare a sinistra. Segnatevi questo passaggio. Al ritorno bisognerà tornare qui per scendere di nuovo a Camposilvano (più avanti vi metto la foto).

Apro un altro cancello (fate attenzione ai rulli girevoli sotto i vostri piedi) e arrivo al rifugio.

 

valle delle sfingi rifugio lausen

 

Qui mi accorgo che è in corso un evento di ciclisti con pernottamento in tenda! Tantissima gente e tantissima musica! Causa covid non ho avuto il coraggio di entrare, quindi sono rimasto davvero poco al rifugio Lausen. Il posto sembra comunque davvero suggestivo! I panorami che regalano i Lessini sono davvero belli.

Oggi è stata anche occasione per provare   il nuovissimo AMAZFIT T-REX, lo smartwatch con 12 certificazioni militari. Un orologio perfetto per il fitness all'aperto, robusto, ma allo stesso tempo leggerissimo da indossare, con un ampio display e una lunga durata della batteria.

 

valle delle sfingi

RITORNO A CAMPOSILVANO

Dal Lausen inizia il tragitto di ritorno. E sapete una cosa? Mentre all'andata c'erano i cartelli del rifugio a guidarmi, al ritorno non c'è quasi niente!! Per fortuna esistono le applicazioni outdoor sui cellulari.

Per il ritorno bisogna seguire per un tratto il sentiero dell'andata. 

Al bivio che vi raccontavo prima, giro a sinistra e mi incammino in discesa su sentiero che prima entra subito nel bosco e poi sale su prati fino a trovare una segnaletica con cartelli CAI. Leggo Camposilvano 20 minuti!

valle delle sfingi rifugio lausen
qui a sinistra!

 valle delle sfingi rifugio lausen


 
valle delle sfingi rifugio lausen

Poco più avanti, ad un bivio non segnato, tengo la sinistra e raggiungo la strada asfaltata che passa per il piccolo museo dove c'è il Covolo di Camposilvano. Purtroppo la grotta è visitabile solo con il biglietto del museo, quindi decido di non entrare e arrivo al parcheggio dopo qualche minuto.


Cosa dire di questa escursione? E' stata davvero interessante dal punto di vista paesaggistico, in molti punti si vede anche il lago di Garda, molto varia, si passano diverse malghe con le mucche e non è mai banale. Consigliata! Vi consiglio di seguire la mia traccia outdooractive a ritorno per non perdervi :)

 

Non perderti inoltre la sezione dedicata alle OFFERTE SPECIALI con una ricca selezione di proposte e esperienze in esclusiva per i lettori del blog, e quella dedicata a tutti gli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza!

Vedi anche la sezione dedicata alle escursioni TREKKING e al VENETO

 

2 commenti:

  1. Visto il periodo mi godo l'escursione attraverso il tuo ricco e ben spiegato post!!!

    RispondiElimina