Dove ammirare il foliage in Val di Fiemme - Trentino

Ammirare il foliage in Val di Fiemme è assolutamente una delle cose da fare sulle Dolomiti.

Se la primavera parte dal basso, l'autunno parte dall'alto. Infatti, le prime macchie ocra e arancio dei larici si avvistano alle quote più alte. A metà ottobre il colore travolge i paesi, fino a riflettersi nelle acque del torrente Avisio.

Al tramonto i toni di giallo, arancione e rosso avvolgono anche le pareti pallide delle Dolomiti del Trentino, dando vita allo straordinario spettacolo naturalistico dell’enrosadira.

Scoprire l’autunno, in Val di Fiemme, non è solo una questione di colori. Le foglie secche e gli aghi delle conifere producono un suono amico che accompagna ogni passo.

Colori, suoni, ma anche sapori. L'autunno in Val di Fiemme invita a curiosare fra ristoranti e agritur, con il miele, il formaggio, i funghi, lo speck, la Birra di Fiemme e i vini della vicina Val di Cembra.

 

foliage val di fiemme
foliage in Val di Fiemme, credits Michele Bertagnolli

E quali sono i posti migliori per ammirare il foliage in Val di Fiemme? Ve li svelo con il post di oggi dedicato a tre escursioni da non perdere in autunno.

 

1) ESCURSIONE SALAZADA – CASCATA DI CAVALESE

La prima escursione che vi consiglio di effettuare, parte dal parcheggio dell’agritur Salanzada. Da qui prendiamo la stradina a sinistra che, prima in dolce salita nel pascolo, e poi bel bosco, porta alla località Tabià dove si trovano due belle baite. 

 

foliage val di fiemme
larici, credits F Cerri

foliage val di fiemme
larici e tramonto, credits Michele Bertagnolli

Al bivio scendiamo a destra percorrendo la strada sterrata fino a raggiungere la cascata di Cavalese, un salto d'acqua di 10 metri davvero suggestivo!

 

foliage val di fiemme
cascata di Cavalese
 

A destra della cascata prendiamo il sentiero “Gazolin-Ponte-Cascata” indicato con segnaletica. Saliamo a zig – zag raggiungendo in pochi minuti la passerella di ferro che sovrasta la cascata.

Arrivati sull’altro lato del torrente, saliamo a destra lungo il sentiero e, ignorando la strada forestale pianeggiante, continuiamo a salire nel bosco sempre su sentiero fino a raggiungere il pascolo. Da qui svoltiamo a sinistra sulla strada che, a bordo dei prati, ci riporta al parcheggio di Salanzada.

 

Dislivello: 260 metri

Tempo: 2H50


2) MALGA MONTE CORNO

La seconda escursione parte nei presi del paese di Anterivo (1.222 m). Da qui seguiamo le indicazioni per l’hotel Waldheim dove troviamo un parcheggio sulla destra. Iniziamo a camminare su strada forestale, in mezzo a larici e abeti che in autunno ci regalano un ambiente magico, su segnavia n. 3 fino a raggiungere la Malga Monte Corno (1.710 m) dalla quale si può ammirare un ampio panorama sulla Val di Fiemme e le sue montagne. Il rientro lo effettuiamo sullo stesso percorso fino a Passo Cisa e poi su sentiero n. 9 fino a raggiungere le Malghette. Da qui, su sentiero n. 5, che passa vicino all’interessante Biotopo “Palude Longa”, raggiungiamo nuovamente il paese di Anterivo.

 

foliage val di fiemme
malga Corno, credits Alberto Campanile

foliage val di fiemme
malga Corno, credits Alberto Campanile

Dislivello: 650 metri

Tempo: 5H


3) RESPIRART - PAMPEAGO

Un'altra zona che vi consiglio per ammirare il foliage in Val di Fiemme è il parco di RespirArt a Pampeago, uno dei parchi d’arte più alti al mondo. Si estende lungo un percorso ad anello, fra le quote 2000 e 2200 m.

RespirArt si raggiunge dal parcheggio della seggiovia Tresca di Pampeago, con una salita di 30 minuti e invita a rilassarsi nella continua mutevolezza della natura.

 

foliage val di fiemme
NaturaViva, Respirart

Durante la passeggiata si possono scoprire opere d'arte che dialogano con i pascoli e le guglie dolomitiche del Latemar, dichiarati Patrimonio Naturale dell’Umanità dall’Unesco. Il gesto creativo di “lasciare andare” opere d’arte nella natura invita ad affidarsi ai mutamenti e, quindi, alla vita stessa che è continua trasformazione.

 

foliage val di fiemme
Transito Terrestre, RespirArt

 

VISITA ALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO

Tra le tante attività che si possono fare in Val di Fiemme in autunno vi consiglio a Tesero la visita all'osservatorio astronomico. Pensate, oltre a un sistema di avveniristici telescopi, questo osservatorio è dotato di un modernissimo planetario digitale che simula la volta celeste, anche attraverso spettacolari video didattici.

L’ubicazione, a circa 1.200 metri di altitudine, è davvero incantevole e rappresenta un ottimo compromesso fra raggiungibilità e lontananza dalle luci urbane, per una visione ottimale del cielo.

INFOwww.astrofilifiemme.it


ANDAR PER LOCALI TIPICI

Anche se ottobre e novembre sono mesi di bassa stagione, le soste in agritur, locali tipici, ristoranti e malghe dove poter assaggiare le specialità della zona non mancano. Non c'è niente di meglio di una sosta calda in una stube dove degustare un buon piatto di canederli, una torta al grano saraceno o uno strudel di mele. Il modo migliore per concludere una giornata d'autunno sulle Dolomiti.

 

foliage val di fiemme
strauben! credits strada dei formaggi

 

foliage val di fiemme

Nella sezione TRADIZIONE & GUSTO del sito di Visit Fiemme potete trovare tutti gli indirizzi di un progetto di accoglienza sensoriale che avvicina il produttore al consumatore. Prodotti come burro, formaggi di malga, speck e lucaniche fresche o stagionate, fiori eduli, erbe officinali, piccoli frutti, marmellate e creme di frutta, miele, infusi e creme di bellezza a base di erbe o latte di capra, possono tutti essere scoperti facendosi guidare dalla mappa di “Tradizione e Gusto”. Ecco quindi un itinerario che raggruppa malghe, ristoranti con menù chilometro zero, produttori, rifugi, ma anche piccoli hotel di charme, agritur e b&b ricchi di fascino e tradizione che hanno sposato scelte di risparmio energetico e bioarchitettura con estrema naturalezza.

 Vedi anche la sezione dedicata alle escursioni TREKKING e al TRENTINO



0 commenti:

Posta un commento