Una visita al museo dei fossili di Bolca e Pesciaria: alla ricerca di un mare antico milioni di anni

Sui boschi dei monti Lessini, in provincia di Verona, si trova un mondo che racconta la storia di un mare antico 50 milioni di anni. Parlo del paese di Bolca e del suo museo dei fossili, un luogo carico di suggestione, dove è possibile ancora rinvenire resti di organismi vissuti milioni di anni fa.
I fossili, seppur noti fin dall'antichità classica, hanno acquistato importanza solo nel XVII secolo quando vennero identificati come resti di organismi vissuti nel passato. Verso la fine del 700 il marchese Scipione Maffei mostrò un interesse talmente grande per i fossili di Bolca che risultò decisivo per lo sviluppo del giacimento. Ed è proprio in questo periodo che la famiglia Cerato, immigrata dall'altopiano di Asiago, prese in affitto la futura Pesciaria, dal marchese Maffei per estrarre i fossili.

museo dei fossili bolca pesciaria

Inizia così una tradizione tramandata da sei generazioni e che continua tuttora. Una tradizione dall'abilità straordinaria di estrarre i fossili che, con il tempo, si è fatta vera arte. Tale lavoro è difficile e richiede una tecnica particolare di scavo che comporta la separazione delle varie lamine calcaree che custodiscono i resti di organismi fossilizzati.
Tra gli aspetti più interessanti dell'escursione a Bolca c'è quello della visita al Museo, che raccoglie parte dei fossili e molti pannelli illustrativi sulle caratteristiche ambientali e paleo-geografiche della zona.

museo dei fossili bolca pesciaria
ingresso al museo
museo dei fossili bolca pesciaria
interno del museo
I principali protagonisti di questo museo sono i pesci: pesci vivi che nuotano in due acquari e pesci fossili. Subito all'ingresso si può ammirare la vetrina che preannuncia gli stupendi pesci fossili che il visitatore può vedere. L'itinerario di visita inizia con una breve spiegazione del territorio locale nei suoi aspetti geografici e geologici, presentando i principali giacimenti paleontologici della Val d'Alpone. Segue, poi, una splendida sala dedicata alla sistematica in cui viene presentata la fauna rivenuta nei giacimenti della Pesciaria e del Monte Postale, seguendo la classificazione scientifica. Due grandi acquari con ambiente mediterraneo e tropicale, permettono il confronto tra le faune attuali con quelle vissute 50 milioni di anni fa in questo territorio.

museo dei fossili bolca pesciaria
un mare antico 50 milioni di anni

museo dei fossili bolca pesciaria

Nel corso dei secoli (fu intorno al 1500 che ci si accorse della presenza di questo tesoro fossilifero) i fossili di Bolca hanno arricchito i musei e le collezioni di tutto il mondo. Sono soprattutto gli scheletri dei pesci a rappresentare la maggior ricchezza del deposito, pesci dalla forte colorazione dovuta al territorio vulcanico, ma anche esemplari del rarissimo pesce angelo, un bellissimo coccodrillo, anguille, meduse e delicatissimi insetti.

bolcamuseo dei fossili bolca pesciaria

La visita a Bolca non si limita al solo museo. Si può facilmente integrare la visita al museo recandosi nella vicina area, dove per secoli sono stati estratti i fossili, ed avventurarsi nella storica Pesciaria, area di riserva naturale ad indirizzo didattico del Parco della Lessinia. Questa visita, oltre ad essere interessante, permette anche una piacevole passeggiata in una zona che vanta uno dei più suggestivi paesaggi dei monti Lessini.

museo dei fossili bolca pesciaria
in visita alla Pesciaria
La cava dei pesci dista circa due chilometri da Bolca. Giunti ad un apposito spiazzo-parcheggio, si prosegue a piedi: dopo un breve tratto di sottobosco ci si trova ai piedi dell'imponente massa di detriti costituita dai resti degli scavi.

museo dei fossili bolca pesciaria
i detriti dove è ancora possibile ricercare i fossili
In cima a questa massa di detriti c'è l'ingresso alla Pesciaria, le cui gallerie sono aperte al pubblico tramite visita guidata: percorso un breve cunicolo si scende man mano nelle gallerie e si attraversano i vari livelli stratigrafici, quasi completamente scavati nei secoli scorsi (i fossili ritrovati sono, in parte, nel museo di Bolca). 

museo dei fossili bolca pesciaria
interno delle gallerie

museo dei fossili bolca pesciaria
ingresso alle gallerie
Per tutti gli appassionati, è stata istituita un'area didattica dove, con appositi martelli che si possono noleggiare in loco, ci si può cimentare nella ricerca dei fossili, aprendo piccole lastre frutto degli scarti di lavorazione degli scavi negli anni passati.

museo dei fossili bolca pesciaria
 alla ricerca di fossili
Inoltre, una piccola area con sabbia dove, i più piccoli, possono ricercare fossili di denti di squalo. Pochi sanno, infatti, che uno squalo perde in media 30.000 denti durante il corso della sua vita e pertanto sono tra i fossili più diffusi e facili da trovare.

museo dei fossili bolca pesciaria
denti di squalo

museo dei fossili bolca pesciaria
laboratori didattici per bambini
L'accesso alla Pesciaria è possibile solo in presenza di personale autorizzato. Consiglio di visitare il sito del museo per gli orari esatti di apertura e per prendere parte ad una delle tantissime visite guidate.

museo dei fossili bolca pesciaria

A completare l'offerta, una vasta area verde con possibilità di zone pic nic per passare una giornata immersi nella natura dei monti Lessini.


INFORMAZIONI UTILI:
Per informazioni, orari d'apertura e visite guidate visitate il sito del museo:
Museo dei Fossili di Bolca 


ALTRE COSE DA FARE IN PROVINCIA DI VERONA:

Commenti

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved P.I. 04452280276