Il Sentiero delle Vedette, Col San Martino Soligo, storia e natura sulle colline del Prosecco

Il sentiero delle Vedette sulle colline del Prosecco, da Col San Martino a Soligo, è stata la meta della mia prima escursione “estiva dell'anno”, un'escursione che abbina le bellezze naturali delle viti alla storia della Grande Guerra.
Infatti, il sentiero si chiama così perchè era un punto di controllo dell'esercito austro-ungarico: dalla cima di queste colline si poteva avere una visuale perfetta su tutta la linea del fronte lungo il Piave, un luogo quindi di grande importanza strategica, testimoniato da gallerie e trincee che si possono ancora osservare durante il percorso.


sentiero delle vedette prosecco
i terrazzamenti del Prosecco


Prima di effettuare questa escursione ho cercato info su internet in merito ai sentieri e punti di partenza ma ho trovato solo confusione. Il sentiero è lungo circa 11 km, consiglio pertanto di prevedere due auto oppure il ritorno in bus (anche qui un casino, uno all'ora), altrimenti, come ho fatto io, percorrere tutto il tratto in alto fino alla chiesetta di Collagù e poi tornare indietro. Calcolate, comunque, in questo caso, circa 14 km da fare a piedi.

sentiero delle vedette prosecco
mappa del sentiero
Ma vediamo le cose con calma su come si svolge il sentiero delle Vedette.
Il punto più bello in assoluto è vicino a Col San Martino, quindi decido di partire da qui. Sui vari siti troverete due punti di partenza da Col San Martino. Fate attenzione, il sentiero più bello è quello che passa per la chiesetta di San Vigilio e prosegue per i terrazzamenti del Prosecco; con l'altro sentiero si perde tutto questo.
Parcheggio la macchina nei pressi della grande chiesa di Col San Martino e proseguo a piedi verso via S. Vigilio. Da qui inizia il mio sentiero delle Vedette segnato con il numero 2. In salita raggiungo in pochi minuti la chiesetta di San Vigilio, datata 1200, e proseguo lungo la stradina asfaltata che si immerge nei vigneti.

sentiero delle vedette prosecco
la chiesetta di San Vigilio

sentiero delle vedette prosecco
panorama sulle colline del Prosecco
Fin da subito il panorama è spettacolare. Facendo il giro della collina si arriva nell'angolo più bello in assoluto, purtroppo non so il nome di questo posto, ma è davvero spettacolare. Cosa ne pensate? Sembra quasi di essere sulle risaie di Bali.


sentiero delle vedette prosecco
in lista per l'Unesco

sentiero delle vedette prosecco

A conferma del fatto che in provincia di Treviso la segnaletica non è ottimale, arrivati a questa deviazione bisogna fare attenzione:

sentiero delle vedette prosecco
qui bisogna andare a sinistra
Qui dovete andare a sinistra, purtroppo non c'è nessun cartello. Io ho proseguito dritto e mi sono trovato su un sentiero chiuso dopo 15 minuti a piedi fatti per nulla. Mannaggia!
Tornato alla deviazione, prendo il sentiero giusto, sempre ammirando panorami spettacolari sulle colline del Prosecco, e entro nel bosco in un ambiente completamento diverso. In località Bagolaro incontro l'alto sentiero che arriva da Col San Martino, e da qui inizia la camminata lungo la parte alta delle colline, con altitudini che toccano i 500 metri.
Sulla piantina il sentiero sembra sempre dritto ma non è così. Passo Campo Farel, con una piccola area sosta con le panchine e raggiungo Monte Moncader a 470 metri. Qui si incontrano in sequenza tre postazioni di vedetta del fonte austro-ungarico, la prima è una buca, la seconda incide il crinale di traverso affacciandosi sulla pianura, la terza è una postazione con una galleria di camminamento.

sentiero delle vedette prosecco
i segni della Grande Guerra
Proseguendo tra salite e discese, una costante del sentiero delle Vedette, passo la cima del Monte Pertegar, la forcella Xocco, dove, andando a destra, si scenderebbe a Farra di Soligo, e proseguo sempre dritto seguendo i cartelli del sentiero n. 2.

sentiero delle vedette prosecco

Arrivati al bivio qui sotto bisogna fare attenzione: ci sono tre sentieri e bisognerà prendere il Sentiero Nord. Io ho fatto l'errore di seguire il sentiero 2, come spiegato dai vari siti degli enti del turismo e sono finito su una strada asfaltata che conduceva in pianura. 

sentiero delle vedette prosecco
prendere il sentiero Nord
Ritorno nei miei passi (dopo aver perso una mezz'ora per niente) e prendo il Sentiero Nord che raggiunge prima la Forcella di San Martino (per fortuna qui ci sono i cartelli e ricompare il sentiero numero 2) e poi la Val di Fontana Fredda.

sentiero delle vedette prosecco
vista sulle Prealpi con Follina e il monte Cesen
 
sentiero vedette
seguitemi su Instagram: @pizzo_76

Ancora un po' in salita su stretto sentiero e sbuco su un sentiero forestale anche qui senza cartelli. Giro a destra e poi, all'altezza di una strada asfaltata, giro a sinistra fino a raggiungere la chiesetta di Collagù, la meta della mia escursione.

sentiero delle vedette prosecco
arrivato a Collagù

sentiero delle vedette prosecco
pure qui un ambiente unico
Pure qui un bellissimo panorama sulle colline del Prosecco! Peccato non ci siano della panchine per consumare il mio pranzo a sacco! In totale sono state 3 ore di cammino includendo anche le strade sbagliate.
Arrivati a questo punto si può scegliere di continuare fino a Soligo (se c'è una seconda auto oppure l'autobus che riporti a Col San Martino), oppure come ho fatto io, ritornare lungo lo stesso sentiero, concludendo così una lunghissima escursione sul sentiero delle Vedette. 


sentiero delle vedette prosecco
di ritorno a Col San Martino

Pure al ritorno passo per quell'angolo di pura magia fatto di terrazze a Prosecco e ritorno stanco ma appagato in piazza a Col San Martino.
Qui il primo gelato della stagione ci sta proprio come premio per questa lunghissima passeggiata sulle colline del Prosecco. Una bella escursione da consigliare in primavera e autunno!

SCHEDA TECNICA:

sentiero delle vedette prosecco

Partenza Col San Martino m. 192
Arrivo chiesetta di Collagù m. 410
Punto più alto mt. 485
Tot. 7 km andata - 3 ore per tratta

ALTRE COSE DA FARE SULLE COLLINE DEL PROSECCO:


Commenti

  1. molto bello,le foto di queste colline verdi sembrano fatte in Cina :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved Partita Iva 04452280276