Weekend in Val di Cembra Pinè, tra trekking e cantine: ecco cosa vedere



C’è un posto, nel cuore del Trentino, dove la bellezza dei boschi rigogliosi si unisce alla suggestione di specchi d’acqua e antiche piramidi di terra, dando vita ad un ambiente naturale unico.
Sto parlando della Val di Cembra e dell’Altopiano di Pinè, tra Valle dell’Adige e Val di Fiemme, due zone vicinissime tra loro ma dagli aspetti naturali completamente diversi: da una parte la dolcezza dei laghi e dei pascoli di Baselga, dall’altra, i tipici terrazzamenti e l’ambiente selvaggio del torrente Avisio in Val di Cembra.
Ho avuto il piacere di vedere la Val di Cembra e Pinè durante un bel weekend di sole primaverile, il periodo ideale per visitare la zona, lontano dal periodo dell’alta stagione, con temperature perfette per camminare lungo i sentieri.

cosa vedere in val di cembra
vista sull'altopiano di Pinè

Pronti a scoprire la Val di Cembra e le sue bellezze naturali? Si parte!

ACQUA
Inizio il mio soggiorno in Val di Cembra e Pinè dai laghi di Serraia e Piazze, due specchi d’acqua premiati con la bandiera blu per la qualità delle loro acque. I laghi sono l’ideale per trascorrere una giornata in mezzo alla natura, praticando sport o semplicemente rilassandosi sulle loro rive.

lago di serraia baselga
lago di Serraia

TREKKING
Vista l’altitudine non troppo elevata, il trekking in Val di Cembra e Pinè può essere praticato quasi tutto l’anno. Tra le escursioni che ho effettuato durante il mio soggiorno, posso consigliare:

CROS DEL CUC, Pinè
Partenza dal paese di Bedollo e parcheggio presso la Baita Alpina. Da qui, in un’ora a piedi, si raggiunge la croce bianca posta in cima del colle, chiamata Cros del Cuc, dal quale si ha una bellissima vista panoramica sui laghi di Piazze e Serraia, oltre che una visuale completa dalla Val di Cembra alla Valle dei Mòcheni.

cosa vedere in val di cembra
Cros del Cuc

cosa vedere in val di cembra
salendo alla Cros del Cuc

cros del cuc
splendida vista sui laghi


ROCCOLO DEL SAUCH, Val di Cembra
Un antico sistema per la cattura degli uccelli che si raggiunge con una passeggiata di 1H30 da Faedo Pineta. Si tratta di una costruzione di alberi di faggio ed abete intrecciati in modo da creare una galleria con al centro un prato erboso.  La passeggiata può continuare fino al lago Santo con il vicino rifugio Alpino Lago Santo.


cosa vedere in val di cembra
Roccolo del Sauch

DURERWEG, Val di Cembra
Ve ne avevo già parlato in questo post QUI. Albrecht Durer, in viaggio verso Venezia, trovò la strada lungo la Valle dell'Adige sbarrata da un’alluvione e si riparò, per un determinato periodo di tempo, in Val di Cembra, dove dipinse diversi acquerelli che ritraevano le montagne della zona e il castello di Segonzano.  Oggi, il percorso effettuato dal pittore, è diventato un trekking tematico, il Durerweg, dove ogni anno, a maggio, viene organizzata un’escursione guidata tra i vigneti terrazzati fino al castello di Segonzano.

SENTIERO DEGLI ANTICHI MESTIERI; Val di Cembra
Un percorso attraverso antichi mulini che sfruttavano la potenza dell’acqua per la lavorazione di metalli, legno, e tessuti. La passeggiata restituisce il tessuto etnografico dell’alta valle, attraverso manufatti ed opifici, fino a raggiungere le acque del torrente Avisio e scoprirne, così, il lato più selvaggio, con canyon e  rapide.


cosa vedere in val di cembra
antichi mulini lungo il trekking dei vecchi mestieri

cosa vedere in val di cembra
ancora in funzione
Grazie all’attento lavoro di recupero da parte della Rete Riserve Cembra Avisio, è stato possibile mettere in funzione le fucine e i mulini, ed organizzare, negli interni, delle piccole sale espositive dove vengono spiegate le storie e tradizioni degli antichi lavori. Per vedere tutto in funzione bisogna partecipare ad una delle escursioni guidate organizzate dalla Rete Riserve Cembra Avisio.

cosa vedere in val di cembra
sistema per deviare le acque

cosa vedere in val di cembra
camminando lungo l'Avisio

cosa vedere in val di cembra
trekking dei vecchi mestieri
Il trekking è abbastanza lungo, 6 ore in totale e lo si può dividere in più tappe: si parte da Mulino Cristofori e si arriva a Piscine di Sover, dall’altra parte della valle.

PIRAMIDI DI TERRA DI SEGONZANO, Val di Cembra
Una vera meraviglia della natura. Non si può andare via dalla Val di Cembra senza aver visto le piramidi di terra: le formazioni arrivano fino a un’altezza di 20 metri e spesso presentano una pietra che funge da cappello, alcune sono raggruppate a “canne d’organo”. Per visitarle meglio è stato creato un percorso segnalato, con panchine per riposarsi e alcune tabelle descrittive. Partenza dal ponte sul Rio Regnana.

piramidi di segonzano
le piramidi di terra di Segonzano

cosa vedere in val di cembra
ottima segnaletica
VIGNETI
In Val di Cembra arditi terrazzamenti vitati, sostenuti da muretti a secco, fruttano profumate uve di montagna. In una terra dal paesaggio unico, recentemente nominato “paesaggio rurale storico d’Italia”, vengono prodotti vini di nicchia quali il fresco Mueller Thurgau, il bianco di montagna d’eccellenza, lo spumante Trento Doc e molti altri, da degustare in una delle tantissime cantine presenti in zona. Cembrani Doc organizza tutti i venerdì degustazioni per cantine con lo scopo di far scoprire al visitatore il territorio della Val di Cembra, i suoi agricoltori e le eccellenze dei loro prodotti.


cosa vedere in val di cembra
paesaggio terrazzato in Val di Cembra

vino mueller
degustazione assieme a Cembrani Doc

GUSTO
Dopo tanto camminare anche la gola vuole la sua parte. Agriturismi, rifugi alpini e baite: in ogni struttura è possibile gustare i sapori del Trentino con le sue tipicità alpine.
Ottimi i canederli della Baita Alpina, un’istituzione sopra le montagne di Bedollo, con una vista meravigliosa sui laghetti. Come imperdibile è lo strudel di mele del rifugio Lago Santo, perfetto dopo una giornata di camminate, ma anche per ammirare questo incantevole specchio d’acqua dalle acque limpide e balneabili.

mangiare trentino
il pranzo con vista a Baita Alpina

cosa vedere in val di cembra
Baita Alpina

Dopo il trekking dei Vecchi Mestieri, invecem d’obbligo una pausa al Green Grill, nei pressi di Grumes,  un locale con una splendida terrazza dove si possono degustare i prodotti del territorio in compagnia di un ottimo Trento Doc: il modo migliore per salutare la Val di Cembra e il Trentino.


cosa vedere in val di cembra
brindisi finale al Green Grill
val di cembra
un ultimo saluto con le bollicine Opera
Un territorio quello della Val di Cembra Pinè dove natura, enogastronomia e cultura si fondono creando una molteplicità di esperienze sensoriali da vivere con calma, camminando lungo i sentieri e scoprendo i suoi sapori.

VEDI ANCHE:
La mia pagina dedicata al Trentino

Commenti

  1. So lovely place!
    Have a nice week!
    Gil Zetbase

    RispondiElimina
  2. Vielen Dank Andrea für diesen schönen Bildbericht.

    RispondiElimina
  3. stupendo Andrea, complimenti

    RispondiElimina
  4. The place looks amazing, fantastic views!!!
    happy weekend Andrea!
    www.travelera.es

    RispondiElimina
  5. ottimo abbinamento tra natura e enogastronomia. belle foto, bravo

    RispondiElimina
  6. Che posti stupendi! E che vista per la degustazione!

    http://julesonthemoon.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. Nice post dear :)
    Enjoy your weekend

    https://www.instagram.com/tijamomcilovic/
    http://itsmetijana.blogspot.rs/

    RispondiElimina
  8. Un posto meraviglioso!
    Ti auguro una fantastica settimana!
    Bacioni
    Dili
    Nuovo post: http://www.milanotime.net/new-trend-2017-high-slit-romper/

    RispondiElimina
  9. forse te l'ho già scritto ma quelle piramidi di terra mi affascinano molto! e anche quel bel tagliere devo dire ;-)
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  10. Love absolutely all. che bell Andrea, yours pictures are always stunning and mae us dream with beautiful Places!

    RispondiElimina
  11. Such an amazing post dear!

    Bloglovin
    STYLEFORMANKIND.COM

    RispondiElimina

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved