Escursione lungo il sentiero del castagno, in Alto Adige, da Barbiano a Chiusa

Il sentiero del castagno è l'arteria principale di tutta la Valle Isarco. Lungo circa 60 km, tocca paesaggi naturali e culturali di suggestiva bellezza. L'idea di un sentiero del castagno era da tempo nella mente dell'associazione “Keschtnrunde” con lo scopo di far rivivere la cultura della castagna e per dare la giusta importanza ad un albero così caratteristico in questa zona della Valle Isarco. E così, dal comune di Varna a nord di Bressanone, a Velturno, Chiusa, Villandro, Barbiano fino al Renon corre il sentiero del castagno, attraversando castagneti ultracentenari, tra i più antichi. Il sentiero segnalato da appositi cartelli segue antiche vie, a volte lastricate, va di paese in paese, dove ogni albero, ogni casa, ogni paesaggio ha una sua storia da raccontare.

sentiero del castagno
vista sulla Valle Isarco dal sentiero del castagno
Il sentiero del castagno, visto la lunghezza, può essere percorso in varie tappe per poi ritornare al punto di partenza con i mezzi pubblici, sempre puntuali ed affidabili in Alto Adige.

Le tappe sono così suddivise:
Da Novacella a Velturno
Da Velturno a Chiusa
Da Chiusa a Barbiano
Da Barbiano a Antlas
Da Antlas a Auna di Sotto
Da Auna di Sotto a Bolzano

Per la mia esperienza in Valle Isarco, ho deciso di effettuare l'escursione da Barbiano a Chiusa, un tratto del sentiero del castagno molto panoramico e con splendide vedute sulle dolomiti della Val Gardena e Odle.
Ma vediamo le cose con ordine.
Inizio la mia giornata con la prima colazione dell'hotel Roesslwirt di Barbiano, un ottimo tre stelle situato in centro paese e dalla vista imbattibile. Complici le miti temperature si può ancora consumare la prima colazione all'aperto. Una colazione ricca e completa, ideale per affrontare una giornata di camminate. Elmar, il gestore dell'hotel, è stato gentilissimo a fornirmi tutte le informazioni necessarie per la mia camminata. D'altronde, chi meglio di un locale può consigliare su cosa fare in vacanza?



sentiero del castagno
prima colazione all'hotel Roesslwirt

sentiero del castagno


Così, immagazzinato più energie possibili, parto alla scoperta del sentiero del castagno da Barbiano a Chiusa. Come mi diceva Elmar, è quasi impossibile perdersi: i cartelli sono quasi ovunque, soprattutto nei piccoli centri abitati dove strade e deviazioni possono far venire dei dubbi.
Dal centro di Barbiano seguo sempre la strada asfaltata in direzione Stofels, si passano caratteristiche case e abitazioni tipiche. Lungo il percorso tanti sono i locali per il Toerggelen che invitano a gustose soste. Ma il sentiero del castagno non è limitato solo all'autunno, il bello è che si può percorrere quasi tutto l'anno visto la bassa altitudine che non prevede presenza di neve in inverno e zone ombrose ideali per i mesi estivi.

sentiero del castagno
si parte!

sentiero del castagno
antichi masi lungo il sentiero
Ad un certo punto lascio la strada provinciale per immergermi nel bosco con splendide vedute su prati e masi. Supero il corso di un torrente e risalgo il versante della montagna fino ad arrivare a Villandro. Villandro mi ha davvero colpito: case medievali, torri e antiche chiese invitano a perdersi per un po' nel suo centro storico e anche a prendere un po' di fiato dopo la prima parte della camminata.

sentiero del castagno
vista sulla Valle Isarco

sentiero del castagno
in arrivo a Villandro
Pure a Villandro trovo i cartelli del sentiero del castagno. In questo caso, costeggio la chiesa e proseguo senza dislivello fino a lasciarmi alle spalle l'abitato, ritornando così di nuovo nel bosco. Passo per il maso Tschotthof ,dal quale si apre un bellissimo panorama sul monastero di Sabiona e Chiusa, e lascio il sentiero del castagno prendendo il sentiero EW che scende ripidamente a zig zag verso il centro del paese, passando per il maso Johannanser Hof. Da qui al centro di Chiusa è solo questione di minuti.

sentiero del castagno
ottima segnaletica

sentiero del castagno
vista su Chiusa e monastero di Sabiona

sentiero del castagno

Conosco bene Chiusa: questa è la mia quarta volta qui, ma ogni volta è un piacere camminare lungo la sue vie con le antiche insegne in ferro battuto, l'antica torre dominata dal convento di Sabiona, la chiesa parrocchiale e i negozi d'artigianato. A breve scriverò un post dedicato a questa cittadina.

sentiero del castagno
centro storico di Chiusa

sentiero del castagno
con la Klausen Card gratis sui mezzi di trasporto
Per tornare a Barbiano utilizzo il comodo servizio di autobus che collega le due cittadine. Dove ho comprato il biglietto? Da nessuna parte! Qui in Valle Isarco, come in tutto l'Alto Adige, se si alloggia in una struttura alberghiera, si ha diritto alla Klausen Card, una tessera che permette di viaggiare liberamente su tutti i mezzi pubblici della provincia, oltre ad avere sconti ed agevolazioni su musei e altre attrazioni. Meglio di così :)
Rientro all'hotel Roesslwirt in tempo per il pranzo. Il ristorante dell'hotel è una vera istituzione qui in zona, non solo per i turisti ma anche per la gente del posto.
In due sale, arredate tipicamente in stile tirolese, con una stube antichissima e oggetti della tradizione alle pareti, viene servito un menu che riassume tutti i sapori dell'Alto Adige, seguendo il corso delle stagioni, privilegiando prodotti locali, a km zero.


sentiero del castagno
ritorno all'hotel Roesslwirt

sentiero del castagno
tradizione e ospitalità nel cuore della Valle Isarco

Abbiamo così un menu dedicato interamente al Toerggelen, disponibile durante i mesi autunnali, dove si possono degustare ottimi gnocchi alle castagne, accompagnati da una birra artigianale alle castagne, il tiramisù alle castagne, ma anche piatti della tradizione tra cui il tris di canederli ai funghi, spinaci e formaggi, il Bauerngerostl, piatto tipico con carne di manzo, patate saltate in padella e uovo al tegamino, oltre a piatti più mediterranei come pasta e insalate a conferma di come l'Alto Adige sia il punto d'incontro tra la cultura nordica e quella mediterranea, un mix unico che si può scoprire solo in questo territorio.

sentiero del castagno
interno della stube

sentiero del castagno

Ma l'hotel Roesslwirt non è solo per gli amanti della cucina. A disposizione degli ospiti nuovissime ebike, che permettono di scoprire il territorio con la pedalata assistita, e anche un mare di sentieri trekking da scoprire partendo dall'hotel. Un itinerario che posso consigliare, oltre al sentiero del castagno, è l'escursione alla cascata di Barbiano e alle Tre Chiese ( a breve il post), angoli di Alto Adige poco conosciuti che meritano di essere scoperti.

sentiero del castagno
ebike disponibili in hotel

sentiero del castagno
camera rinnovata

sentiero del castagno

Al ritorno, ad attenderti, c'è il relax e l'ospitalità delle camere dell'hotel Roesslwirt, un relax che non si basa sui centri benessere e Spa, ma su un turismo lento, un turismo a contatto con la gente del posto, raccontando la propria giornata sui monti accanto al calore della stube, magari assieme a un buon bicchiere di vino o una Schnaps, una grappa. Per vivere la vera montagna.

Info Hotel: Hotel Roesslwirt Barbiano
39040 Barbiano • Alto Adige, Italia
 T +39 0471 65 41 88

ALTRE COSE DA FARE IN VALLE ISARCO

Commenti

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved P.I. 04452280276