Il sentiero nella Roccia di San Romedio

Una delle escursioni più belle da fare in Val di Non e in Trentino è il sentiero nella roccia che conduce al santuario di San Romedio. Punto di partenza è il villaggio di Sanzeno
NB. Consiglio di parcheggiare qui nei vari parcheggi segnalati, altrimenti, si può lasciare la macchina presso il museo Retico, ma è a pagamento.
Io ho parcheggiato in paese, nei pressi del campo da calcio, e poi ho proseguito a piedi. Dalla piazza con la fontana si vedono le prime indicazioni per la passeggiata di San Romedio e da qui si va sempre dritto seguendo il versante della montagna.
NB. Per i più pigri è presente un servizio navetta che conduce ai piedi del santuario, mentre, con la macchina si può arrivare solo nelle giornate di bassa stagione.

val di non

ESCURSIONE
Dopo una larga curva a destra l'ambiente cambia completamente e si fa più selvaggio: si lascia la vegetazione e si entra in un ambiente di roccia. Qui inizia il sentiero nella roccia, a volte molto stretto e basso, ma percorribile da tutti, anche famiglie, e sempre protetto da un parapetto ligneo.

sentiero nella roccia per san romedio

sentiero nella roccia per san romedio

Il sentiero nella roccia di San Romedio segue il corso di un antico canale ottocentesco che trasportava l'acqua del Rio Romedio alle assetate campagne di Sanzeno. Siamo in una cengia orizzontale che taglia a mezza costa il Dosso di Busen, antico castelliere retico i cui ritrovamenti archeologici, depositati nel vicino Museo Retico, ci fanno conoscere questa civiltà composta da innumerevoli tribù che dalla val Camonica ai confini con i paleoveneti, dall'Adige all'Inn segnavano il territorio alpino.

val di non

sentiero nella roccia per san romedio

Una passeggiata aerea che permette di entrare in contatto con una parte della Val di Non, la sponda orientale, al cospetto di uno dei più importanti centri religiosi “periferici” del Trentino, a partire dall'antichità fino al medioevo passando per la prima cristianizzazione. Infatti non è lontano il luogo, il villaggio di Sanzeno, in cui si compì l'uccisione dei martiri anauniensi, provenienti dalla Cappadocia. Attorno a questi luoghi proliferava un vero e proprio panteon religioso pagano. Si pregavano Gioe e Minerva. Priapo e Fauno e l'immancabile dio Mitra.

sentiero nella roccia per san romedio

sentiero nella roccia per san romedio

san romedio val di non

SANTUARIO DI SAN ROMEDIO
Il tragitto dura circa un'ora e conduce ai piedi di San Romedio. Da qui, una breve salita su una gradinata, o su strada asfaltata, arriva all'ingresso di questo piccolo gioiello architettonico, costituito da più chiese e cappelle, collegate tra loro da una ripida scala di 131 scalini. Nella suggestiva Cappella Maggiore possiamo ancora vedere le reliquie del “Santo con l'orso al guinzaglio”.

sentiero nella roccia per san romedio

sentiero nella roccia per san romedio

sentiero nella roccia per san romedio

LEGGENDA
Orso al guinzaglio! Ebbene si. Siamo in un posto di leggende che si perdono nella notte dei tempi.
Romedio, il pellegrino che cavalcò, diretto a Trento per incontrare il vescovo San Vigilio, l'orso che ebbe la sfortuna di mangiarsi il suo cavallo, accolto con feste e acclamazione ad ogni villaggio attraverso cui transitava, richiama ancor oggi migliaia di persone che si inerpicano lungo la scalinata per raggiungere il luogo dove il santo usava dormire.
Quando morirò, disse a San Vigilio, la campanella della tua chiesa, qui a Trento, suonerà a festa. E così avvenne, la piccola campana eretta in cima al campanile che ancora oggi porta il suo nome, iniziò a suonare. Il Vescovo si precipitò nell'orrido eremitaggio del santo, raccogliendo le sue ultime preghiere e i suoi sospiri. 


sentiero nella roccia per san romedio

Gli storici affermano che San Romedio visse attorno all'anno Mille e quindi non era coevo a San Vigilio. Ma ogni leggenda, ogni narrazione, ogni racconto, conduce ai tempi della cristianizzazione delle terre trentine, ed è bello pensare che San Romedio, il santo protettore degli orsi, faccia sentire la sua voce a difesa degli animali più simili a noi.
Ecco allora che legata a questa leggenda, troviamo all'esterno del santuario, un'area faunistica in cui vive in semilibertà un orso, vera mascotte di tutti i bambini.

sentiero nella roccia per san romedio


sentiero nella roccia per san romedio

Piccolo consiglio: se volete fare belle foto al santuario, salite nel vicino cimitero, da qui si ha la vista più bella su San Romedio!
Il ritorno lo si può effettuare seguendo il sentiero nella roccia, oppure, lungo la stradina asfaltata, circondati da altissime pareti!

INFO UTILI
Per maggiori informazioni, visita il sito ufficiale di Visit Val di Non

Dove Dormire:
Durante il mio soggiorno ho dormito presso l'hotel Cavallino Bianco, un ottimo 3* situato a Rumo, con una bella spa, piscina e idromassaggi,  del gruppo Dolomiti Walking Hotel Trentino.

val di non



4 commenti:

  1. Una passeggiata in un sentiero come questo e ritorni in pace con il mondo. Paesaggi che sono una coccola per l'anima. Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Spettacolo! Anche questo l'ho segnato! Assolutamente da vedere, grazie!

    RispondiElimina