mercoledì 2 novembre 2016

Escursione alle gallerie e trincee sul monte Cengio

L'escursione alla zona monumentale del monte Cengio è una delle escursioni più interessanti e panoramiche sull'Altopiano di Asiago.
Punto di partenza di questa camminata sul monte Cengio è il Piazzale Principe di Piemonte, m. 1286, raggiungibile comodamente in macchina e dove è presente un ampio parcheggio per lasciare la propria auto.
Tutta la zona è stata teatro di tristi avvenimenti e battaglie nel corso della Prima Guerra Mondiale, avvenimenti che si possono ancora sentire e vivere qui sul Monte Cengio, dove una mulattiera di arroccamento consentiva di raggiungere la parte più alta della montagna attraverso una strada al sicuro dall'artiglieria austriaca, composta da gallerie, camminamenti e trincee della lunghezza di circa 4 km.

monte cengio asiago
la strada La Granatiera nel suo punto più esposto

NB. Per questo tipo di escursione è indispensabile l'uso di una pila: all'interno delle gallerie è molto buio e solo in poche c'è l'illuminazione.

Iniziamo la nostra camminata seguendo il sentiero sterrato e ben segnalato che entra da subito nel bosco. Dopo qualche minuto di cammino vediamo una prima galleria: la galleria Cannoniera, lunga 74 metri con 4 uscite laterali per la postazione di 4 cannoni, isolata rispetto al resto delle altre gallerie che salgono sopra al monte Cengio. Arriviamo fino in fondo al tunnel e poi torniamo indietro visto che non c'è via d'uscita.

monte cengio asiago
si parte!

monte cengio asiago
la galleria La Cannoniera
Di nuovo sul sentiero, saliamo leggermente di quota, ed eccoci al vero inizio della strada che prende il nome di Granatiera, a ricordo della Brigata Granatieri di Sardegna, che su queste alture difese le sorti della guerra e dell'Italia. La mulattiera permetteva il trasferimento celere e al coperto delle truppe da un settore all'altro del Cengio, pronte ad intervenire in caso di attacco austriaco.
Sopra alla prima galleria c'è un sistema di trincee e camminamenti che vale la pena esplorare: si può salire dalla galleria stessa oppure poco prima prendendo un sentiero sulla destra.

monte cengio asiago
cartelli in galleria

monte cengio asiago
vista verso la Val d'Astico

monte cengio asiago
le trincee
Appena usciti alla luce del sole inizia la parte a strapiombo sulla Val d'Astico. Per chi soffre di vertigini non è il posto migliore, comunque il sentiero è sempre largo e protetto da dei cavi metallici.

monte cengio asiago
inizio del tratto esposto

monte cengio asiago
anche se esposto il sentiero è sempre  ben protetto

monte cengio asiago
foto ricordo

Ancora gallerie e questa volta notiamo anche delle scale che permettevano di accedere velocemente alle trincee superiori. Dopo aver percorso la galleria di Comando, arriviamo al piazzale dei Granatieri, dove è presente un parcheggio auto (volendo si può parcheggiare anche qui, ma il giro non verrebbe ad anello), un rifugio e una chiesa in ricordo di tutti i caduti della Grande Guerra.

monte cengio asiago
dal piazzale dei Granatieri la strada continua verso la cima del monte Cengio
Rimane l'ultimo tratto da fare, quello che sale in cima al Monte Cengio. Questo è il pezzo più bello di tutta l'escursione: una galleria a forma elicoleidale con finestre per l'osservazione e poi un sentiero con tratti esposti che sale fino al piazzale Pennella.
Da qui si apre un bellissimo panorama sull'Altopiano di Asiago, di sicuro una delle posizioni perfette per avere una visione strategica del territorio.

monte cengio asiago
non adatto a chi soffre di vertigini

monte cengio asiago
antiche feritoie per avvistare il nemico

monte cengio asiago
il sentiero si fa strada nella roccia

monte cengio asiago
ultima galleria
Ancora in salita e raggiungiamo in pochi minuti la cima del Monte Cengio, dal 1967 dichiarata Zona Sacra, a ricordo dei circa 10.000 soldati che persero la vita su questo fronte.
Dalla vetta si apre un bellissimo panorama sulla pianura e sulla vicina Val d'Astico.

monte cengio asiago
la croce in cima al monte Cengio, zona sacra
Iniziamo a scendere di quota e ritorniamo al piazzale Granatieri lungo una stradina asfaltata. Qui facciamo sosta al rifugio Al Granatiere per qualcosa di dissetante. Un consiglio: se dovete andare in bagno meglio andare nel bosco :)
Per tornare al parcheggio Principe di Piemonte si può seguire la strada asfaltata oppure rifare tutto il percorso delle gallerie. Noi abbiamo optato per la seconda scelta e abbiamo rifatto un po' in salita la strada Granatiera, fermandoci su posti che magari all'andata ci erano sfuggiti e visitando con più calma le trincee.
L'escursione al monte Cengio dura in media 2-3 ore, dipende dalle soste che si fanno e dalla voglia di leggere i cartelli informativi sulla Grande Guerra, il dislivello è di soli 150 metri ed è adatta a tutti quanti.
Visto che il giro non richiede molto tempo ci avanza del tempo per fare una passeggiata per il centro di Asiago. Per chi fosse in zona verso i primi di settembre può approfittarne per assistere alla festa di Made in Malga, un evento dedicato alle malghe e ai formaggi di montagna che vi avevo descritto in questo post qui.

monte cengio asiago
Made in Malga in centro ad Asiago
Sempre in centro ad Asiago da non perdere la visita al famoso Sacrario, dove sono traslate circa 54.000 salme e dove si può visitare l'annesso museo con cimeli, ricordi, materiale e la famosa lettera scritta da un giovane soldato alla vigilia della battaglia dell'Ortigara rinvenuta negli anni '50 (davvero toccante).

monte cengio asiago
il sacrario di Asiago
La visita al sacrario conlude la nostra giornata sull'Altopiano dei Sette Comuni e in particolare l'escursione sul Monte Cengio: un'escursione che abbina natura e storia, avvenimenti tristi e tragici che non devono essere dimenticati, ma approfonditi per capire meglio la storia e il territorio in cui viviamo.

10 commenti:

  1. This is great! Thank you so much for sharing.


    ** Join Love, Beauty Bloggers on facebook. A place for beauty and fashion bloggers from all over the world to promote their latest posts!


    BEAUTYEDITER.COM

    RispondiElimina
  2. un posto fantastico ricco di storia!

    RispondiElimina
  3. davvero una magnifica escursione in un posto altrettanto stupendo Andre
    buon mercoledì, un abbraccio
    <<< tr3ndygirl fashion & beauty blogger >>>

    RispondiElimina
  4. davvero un bel giro! complimenti per le foto

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...