Scoprire la leggenda del lago di Misurina facendo il giro del lago

Tra tutte le leggende che narrano le storie sulle Dolomiti, quella del lago di Misurina è probabilmente la più conosciuta.
Fare il giro del lago di Misurina, ammirare le sue montagne, osservare le cime maestose che si rispecchiano sul lago significa anche conoscerne la storia, capire particolari e dettagli che altrimenti rimarrebbero inosservati.

lago di misurina

Misurina era la figlia del re Sorapis, governatore delle terre delle Tofane, Antelao e delle Tre Cime di Lavaredo. Era una bambina capricciosa e dal temperamento vivace, forse dovuto alla perdita della madre; infatti, papà Sorapis cercava di giustificare questi comportamenti dando la colpa alla mancanza di una figura materna.
Per questo motivo, un giorno, il re acconsentì di accompagnare Misurina sul monte Cristallo, dove la bambina aveva sentito parlare di una fata con uno specchio magico in grado di leggere i pensieri di chiunque vi si specchiasse.

lago di misurina

La fata non intendeva assolutamente consegnare un oggetto così importante ad una bambina così capricciosa, ma alla fine dovette cedere ad una sola condizione: che il padre accettasse di essere trasformato in montagna e con la sua ombra proteggesse i fiori del suo giardino; in questo modo pensava di far desistere Misurina e re Sorapiss. Ma questo, di fronte alle lacrime della figlia, accettò.
Misurina osservò il suo riflesso nello specchio e vide re Sorapiss mutare di forma. I capelli divennero alberi, le sue rughe crepacci e il suo corpo si trasformò in una grandissima montagna di roccia.
Misurina si accorse di trovarsi in cima ad una montagna che un tempo era suo padre e, guardando verso il basso, fu colta da un capogiro e cadde nel vuoto.

lago di misurina

Re Sorapiss dovette assistere impotente alla morte di sua figlia e dai suoi occhi ancora aperti sgorgarono così tante lacrime da dare vita a due ruscelli, i quali a valle formarono un lago, oggi, il lago di Misurina.
Lo specchio si infranse in migliaia di mezzi che furono trascinati sul lago dalle lacrime del re. Oggi, sono i suoi frammenti a donare riflessi unici alla superficie, riflessi che rendono famoso il lago di Misurina in tutto il mondo.

lago di misurina

Dopo una storia così triste, non ci resta che scoprire questo posto bellissimo sulle Dolomiti Bellunesi, facendo il giro del lago di Misurina. Si parte dal parcheggio dove c'è il Grand Hotel Misurina e si segue il sentiero che entra nel bosco e che costeggia il lago, ammirando fin dall'inizio la possente mole del Monte Sorapiss (il papà di Misurina). Più avanti, si passa la seggiovia che conduce al rifugio Col De Varda e si tiene sulla sinistra il vicino istituto per bambini che soffrono d'asma. Da qui si iniziano a vedere bellissime vedute sulle Tre Cime di Lavaredo.

lago di misurina

lago di misurina

A questo punto si cammina vicino alla strada provinciale con una passerella di legno che conduce, dopo 40 minuti circa, al punto di partenza.
Consiglio di effettuare il giro del lago di Misurina durante il tramonto. A quest'ora la maggior parte dei turisti se n'è già andata e l'atmosfera e i colori sono davvero unici.

lago di misurina

Per concludere un'esperienza a 360° su Misurina, niente di meglio che alloggiare presso il Grand Hotel Misurina, in posizione unica sulle rive del lago, con un ambiente di charme dal fascino di altri tempi. Chiedete però le camere vista lago: da qui si può godere di una vista imbattibile sulle Dolomiti e sul lago di Misurina, con re Sorapis che si riflette sule acque, a vigilare dall'alto sua figlia Misurina.

lago di misurina



ALTRE COSE DA FARE A CORTINA D'AMPEZZO:

Commenti

Posta un commento

Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "Montagna di Viaggi" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2010 - 2015 Montagna di Viaggi by Andrea Pizzato . All rights reserved P.I. 04452280276