Cascate di Fanes e Sentiero dei Canyons, percorso semplice senza vie ferrate

L'escursione alle Cascate di Fanes rappresenta un classico delle camminate trekking a Cortina d'Ampezzo. 
 

Con il post di oggi vi descriverò il giro semplice senza vie ferrate, seguendo in parte il Sentiero dei Canyons.


Si tratta di una camminata di 12 km, 4H45 di cammino, 840 metri di dislivello complessivo che si immerge nella bellezza delle cascate e dei torrenti di questa valle rimasta ancora intatta e selvaggia, nonostante la vicinanza ad una delle località più famose delle Dolomiti, Cortina d'Ampezzo. 

 

A fine descrizione vi lascio la traccia gpx da seguire  in loco o studiare da casa.

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

 

Ma vediamo le cose con ordine!

Effettuo questa escursione alle cascate di Fanes durante il mio primo giorno di vacanza in Val Pusteria. Infatti, prima di raggiungere Brunico, decido di fermarmi lungo la strada, a Ponte Sant'Uberto, dove parcheggio la macchina e inizio la mia camminata!

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina


INFO UTILI

L'anello completo delle cascate di Fanes è possibile effettuarlo solo con attrezzatura da via ferrata. Nella mia escursione ci sono tanti “avanti e indietro” per evitare questi tratti, e raggiungere da vicino le cascate nella massima sicurezza.

 

Purtroppo la segnaletica in loco non aiuta. Ho trovato diversi turisti americani spaesati senza sapere come proseguire. Secondo me dovrebbero fare una segnaletica apposita per la via ferrata e una per il trekking. Il cartello qui sotto, secondo me, non è sufficiente.

 

cascate di fanes sentiero dei canyons

SI PARTE DA PONTE SAN UBERTO

Dal parcheggio seguo le indicazioni Cascate di Fanes e scendo su sentiero che conduce al torrente. Lo supero su ponticello e proseguo in piano fino ad un bivio di sentieri in località Pian della Loa, mt 1349.

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

CASCATA BELVEDERE

Qui vado a destra e faccio una breve fino al Belvedere.

 

Su comodo sentiero nel bosco raggiungo, in circa 15 minuti, i due punti belvedere che regalano una vista stupenda sulla principale cascata di Fanes e sulle imponenti pareti dolomitiche che la circondano. 

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

Da questo punto in poi si prosegue solo su via ferrata, quindi, torno indietro al Pian della Loa, e questa volta vado a sinistra seguendo la segnaletica Ponte Alto.

NB. In questo punto ho trovato i primi americani sperduti che non capivano la direzione da seguire.


PONTE ALTO

In leggera salita arrivo al Ponte Alto, punto panoramico eccezionale sul canyon dall'alto, guardate che spettacolo:


cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina
 

Proseguo sempre sullo stesso sentiero e arrivo ad un importante incrocio di sentieri in località Cascata di Fanes mt 1467 dove è presente anche un tavolo con panchine.


cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

Qui potete fare così:

seguite per un centinaio di metri il sentiero attrezzato (cordino metallico) fino alla cascata, poi tornate indietro e prendete il sentiero dei Canyons.


E così faccio io. Seguo il sentiero attrezzato che conduce alla cascata che si intrufola nella roccia con cordino al lato. Questo tratto non è adatto a tutti, il sentiero è stretto e con al lato uno strapiombo. Vedete voi se ve la sentite di farlo, anche senza attrezzatura ce la si fa senza problemi. Ho visto comunque molte persone rinunciare.

 

 cascate di fanes sentiero dei canyions cortina


In pochi minuti arrivo al salto della cascata! Davvero impressionante. Di solito si riesce a passare di dietro, ma oggi c'è troppa acqua. Rimane in ogni caso una delle cascate più belle del Veneto.


cascate di fanes sentiero dei canyions cortina


SENTIERO DEI CANYONS

Fatte le foto di rito rientro all'incrocio dei sentieri e seguo l'indicazione per il Sentiero dei Canyons.

 

Attraverso il torrente su ponticello e lo costeggio fino ad arrivare ad una prima cascata, oggi piena d'acqua.


cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

Risalgo il corso d'acqua su scala metallica e poi su ripido sentiero e raggiungo un ponte con cascata.

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

 


Dopo averlo attraversato c'è la possibilità di accorciare il giro andando a sinistra oppure di proseguire sul Sentiero dei Canyons a destra.


Vado a destra, cammino sempre nel bosco e raggiungo il corso del torrente dove trovo un'altra delle cascate di Fanes. Qui una foto è d'obbligo:

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

SBARCO DI FANES

Il sentiero passa ora accanto all'acqua e raggiunge l'ultima cascata, lo Sbarco di Fanes, a metri 1728.


cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

In salita raggiungo la parte più alta della cascata e scopro che pure qui si può passare dietro.

Come in quella precedente, oggi la portata d'acqua è talmente elevata che è troppo rischioso senza attrezzatura. 

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

La segnaletica in questo tratto è un po' confusionale: il sentiero dei canyons proseguirebbe lungo la via ferrata dietro la cascata, ma c'è anche un altro sentiero che prosegue a sinistra nel bosco e che raggiunge una stradina forestale. 

 

Pure qui trovo numerosi turisti stranieri che mi chiedono info su come proseguire e poi ne approffitano per chiedermi consigli su altre escursioni da fare sulle Dolomiti. 😂😂

 

RIENTRO AL PARCHEGGIO

Evito la via ferrata e seguo il sentiero nel bosco fino alla forestale. Da  questo punto inizia la mia discesa.

Arrivato a questo bivio:

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

...prendo il sentiero sulla sinistra e arrivo al punto di questa mattina con i tavoli e le panche.

Da qui seguo il percorso fatto all'andata e rientro al parcheggio.

 

Finisce così questa bellissima escursione a Cortina d'Ampezzo in un territorio ricco di acque, non comune sulle Dolomiti, che consiglio a tutti di fare... facendo attenzione a non prendere i sentieri sbagliati!

 


RELAX IN UNA SPA

Mi rimetto in viaggio e raggiungo, in circa 50 minuti Brunico, dove ad attendermi trovo l'hotel Rudolf con la sua splendida spa, situato in posiziona strategica per visitare località come Alta Badia, Valle Aurina, San Candido, Lienz e Cortina d'Ampezzo.

 

Qui mi sono rilassato nella splendida piscina esterna riscaldata con grande idromassaggio, poi del relax nel grande giardino e una puntatina nell'area saune con programma Aufguss giornaliero, bagno turco e area massaggi.

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

La zona benessere comprende anche un'area family con piscina interna, idromassaggio e saune tessili.

 

cascate di fanes sentiero dei canyions cortina


E' stata occasione poi per organizzare le uscite dei prossimi giorni grazie ad un ricco programma escursioni con guida per gli ospiti dell'hotel e poi finalmente la cena dove ho recuperato tutte le energie perse durante l'escursione di oggi alle cascate di Fanes.

 

 cascate di fanes sentiero dei canyions cortina

 

Il modo migliore per concludere con gusto questa giornata!

 

Maggiori info:

Sito Hotel:  https://www.hotel-rudolf.com

Email: info@hotel-rudolf.com

 

VEDI ANCHE:

Cosa vedere a Cortina d'Ampezzo

Escursioni trekking Cortina d'Ampezzo 

Gores de Federa da Pianozes

Cinque Torri e Nuvolau

Cosa fare a Cortina se piove


 

 
La sezione dedicata al VENETO, al TREKKING, al mondo OUTDOOR e agli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza

15 commenti:

  1. Bellissimo reportage. Fa venir voglia di andarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! si forse è une delle escursioni più gettonate a cortina. merita di fare un bel giro :))

      Elimina
  2. Che meraviglia! andavo sempre da piccola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io! per fortuna non è cambiato niente da allora:))

      Elimina
  3. Che meraviglia Andrea! Natura allo stato puro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! con la neve che si stava sciogliendo le cascate erano piene d'acqua :))

      Elimina
  4. vorrei fare questo trekking nel mese di Luglio 2017, spero che questa volta lo completo ! a causa delle cattive condizioni del tempo non l'ho mai completato , consiglio da parte tua anziche' partire dal curvone ... si potrebbe partire dall'ingresso prima e raggiungere il centro visite?

    RispondiElimina
  5. Buongiorno, sono un nuovo amante della montagna e avrei bisogno di una informazione riguardo la difficolta dell'escursione. L'anno scorso ho fatto la salita al lago del sorapis da passo tre croci, questa e piu' difficoltosa? grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi simile, anche se qui non ci sono ratti esposti come al sorapis (tranne se volete passare sotto la cascata)

      Elimina
  6. Dove possiamo noleggiare le imbracature li vicino? e secondo voi la ferrata la può fare anche una bambina di 5 anni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo per la zona di Cortina non ho questo tipo di informazioni. consiglio di contattare l'ufficio del turismo.

      Elimina
  7. Se volessi fare un escursione con guida a chi posso rivolgermi.
    Grazie

    RispondiElimina
  8. Salve,
    vorrei sapere se il sentiero 10 per arrivare alle cascate è percorribile con passeggino da trekking, e quanto dura.
    Grazie mille

    RispondiElimina