Escursione all'eremo del Monte Rua sui Colli Euganei

L'escursione al Monte Rua con l'eremo dei camaldolesi è di sicuro una delle escursioni più interessanti da fare sui Colli Euganei.
Decido di effettuare questa escursione il pomeriggio di Pasqua, poche ore di camminata per smaltire il pranzo pasquale :)
Lascio la macchina in centro Galzignano Terme nei pressi del comune e mi incammino su via Saggini . La strada asfaltata continua in salita fino a incontrare un incrocio con via dell'Eremo. 

eremo monte rua


eremo monte rua


eremo monte rua

Prendo quest'ultima e salgo sempre più di quota ammirando i primi panorami sulla pianura. La strada ad un certo punto diventa sentiero sterrato continuando ripidamente nel bosco di castagno, faggi e betulle fino a raggiungere la strada asfaltata che arriva da Torreglia.

eremo monte rua

eremo monte rua



eremo monte rua

Da qui seguo la segnaletica e arrivo al parcheggio dell'Eremo. Dei cartelli indicano la strada per raggiungere l'ingresso percorrendo una via crucis tra dei muri molto alti. L'eremo di Monte Rua fu fondato nel 1339 e ricostruito nel 1537 dai camaldolesi. Il complesso monastico è costituito da una chiesa, pochi edifici, tre file di piccole celle con annesse orti e giardini, dove i monaci pregano, meditano e lavorano.

eremo monte rua

eremo monte rua

eremo monte rua

eremo monte rua

Da sempre il monastero di clausura era aperto solo di domenica e solo per gli uomini. Dico era perchè, al mio arrivo, scopro che da pochi mesi non è più aperto al pubblico e non si effettuano più le visite guidate! Mannaggia, tanta fatica per nulla!
Mi accontento di percorrere per un tratto il sentiero sommitale che fa il giro del monastero e ritorno sulla strada asfaltata.

eremo monte rua

Per il ritorno non faccio il sentiero dell'andata. Seguo per la strada che scende a curve fino a raggiungere il ristorante rifugio Monte Rua e continuo ancora per un bel pezzo fino a trovare sulla sinistra il cancello di Villa Immacolata.

eremo monte rua

eremo monte rua

eremo monte rua

Qui, prendo sulla destra Via Scala e mi immergo ancora nel bosco fino a raggiungere il Roccolo Bonato. Per un attimo pensavo di essermi perso perchè non ci sono le indicazioni, però, una volta visto il Roccolo mi rendo conto che sono sulla strada giusta. In posizione panoramica, il Roccolo è una torretta circondata da un arco di alberi sapientemente potati per praticare l'arte dell'uccellagione. Attualmente la costruzione appartiene all'Ente Parco che lo ha restaurato e attrezzato con area di sosta.

eremo monte rua

eremo monte rua

Mi rimetto in marcia e raggiungo il piccolo borgo del Pianzio dove caratteristiche case rurali si dispongono in corti, mentre i campi sono sistemati con gradoni e muretti a secco per fare spazio a vigneti, olivi, ciliegi e mandorli.

monte rua salita

In pochi minuti arrivo alla strada provinciale all'altezza di un tornante. La attraverso e la costeggio per pochissimo fino a raggiungere la vicina chiesetta Vecchia di Galzignano. Da qui per Via delle Mura, ritorno in centro a Galzignano Terme.

eremo monte rua

eremo monte rua

Finisce così una bella camminata sul Monte Rua e monastero dei camaldolesi. Peccato che non sia più possibile entrare dentro e immaginare un mondo dove il tempo sembra essersi fermato. Magari in futuro cambieranno idea!
Non vi dico nemmeno di controllare i siti degli enti del turismo perchè danno ancora informazioni sbagliate. Vi conviene semplicemente telefonare direttamente al monastero! E poi fatemi sapere, grazie!!

ALTRE COSE DA FARE SUI COLLI EUGANEI:

4 commenti: