Il campanile sommerso sul lago di Resia, storia e leggenda

Il lago di Resia con il suo campanile sommerso sono tra i simboli dell'Alto Adige ma anche di tutte le Alpi. Durante il mio soggiorno presso l'Hotel Matillhof, un ottimo hotel con spa in Val Venosta, ho avuto modo di visitare questo angolo suggestivo che emana un fascino romantico e leggendario.
Qui un tempo, infatti, si trovavano tre laghi naturali. Oltre a quello di Resia c’erano il lago di Curon e il lago di San Valentino alla Muta. Nel 1950 a causa di una costruzione di una diga, vennero uniti. L’opera provocò un notevole innalzamento delle acque, sommergendo il vicino abitato di Curon che venne trasferito poco più distante.

campanile sommerso lago di resia

STORIA
Lo sbarramento costò circa 25 miliardi delle vecchie lire e fu al centro di una grande polemica tra gli abitanti della zona che non si rassegnarono: si recarono a colloquio da Papa Pio XII e organizzarono una protesta davanti alla sede della Montecatini, ma servì a ben poco. La messa in opera della diga cancellò completamente il comune di Curon Venosta e parte di quello di Resia, che furono ricostruiti più a monte. Ben 150 famiglie contadine persero casa e terreni e la metà di esse non poté fare altro che emigrare. 


campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia

Di tutto l’antico borgo si salvò solo il campanile, che non poté essere abbattuto in quanto era protetto dalle Belle Arti. Ancora oggi lo vediamo lì, dritto come testimonianza di un doloroso passato. 


campanile sommerso lago di resia

LEGGENDA
Tutta la zona del campanile sul lago di Resia è avvolta da molte leggende, una delle quali narra che in certi giorni ancora oggi si possono sentire le campane del campanile che risuonano dal fondo del lago! Nella rivista tedesca dedicata ai viaggi, GEO, il Campanile nel Lago di Resia viene elencato nella lista mondiale dei “15 posti che sembrano usciti da una favola”. E possiamo dargli pienamente ragione!

campanile sommerso lago di resia

COME ARRIVARE
Il Lago di Resia è diventato ora una vera e propria attrazione, ed è punto d’incontro per tanti appassionati di sport acquatici. Anche il campanile sommerso attira numerosi visitatori.
E come si raggiunge il Campanile sul Lago di Resia? Il lago si trova vicinissimo alla strada statale della Val Venosta, nei pressi c’è un parcheggio con una piattaforma panoramica e una specie di gradinata da dove ammirare il campanile. Da qui potete seguire il sentiero circolare che vi porta lungo una passeggiata di 4 ore attorno al lago, partendo proprio dal campanile.
Ma il lago di Resia e il suo campanile sono il punto di partenza anche per scoprirela Val Venosta , tra borghi storici, come Glorenza, castelli, ciclabili e vette incantate.

campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia


campanile sommerso lago di resia

ROMANTICISMO
Come incantato è il soggiorno in hotel che vi propongo. Un soggiorno romantico all'interno di un antico maso, il Castelletto dell'hotel Matillhof, una struttura antichissima dove all'interno si rivivono le atmosfere antiche del Tirolo con ambienti storici ed eleganti. Il fascino della storia e uno charme inconfondibile avvolgono questo antico maso costruito 900 anni fa e posto sotto tutela delle Belle Arti. 

campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia

Qui vi aspettano pannellature splendidamente decorate, letti a baldacchino, il dolce crepitio delle stufe in maiolica, e un’esperienza di soggiorno all’insegna della regalità e del relax. Il Castelletto si trova nell’edificio adiacente alla struttura principale ed è comodamente raggiungibile dall’hotel tramite una porta comunicante.

lago di resia


campanile sommerso lago di resia

Ecco quindi che un soggiorno in una di queste suite romantiche mette le basi per un weekend da sogno in Val Venosta. Un soggiorno che prevede una fuga romantica per due con un programma benessere specifico per coppia all'interno della private suite del Castelletto che include: 
1 profumato peeling di coppia con sale ai fiori  
1 bagno di coppia ai petali di rosa, con bicchiere di champagne alle rose
1 massaggio agli oli aromatici per tutto il corpo
riposo al lume di candela

La private suite è una delle cose che non potete perdervi se siete alla ricerca di qualcosa di speciale: in due ore avrete a disposizione un paradiso del benessere solo per voi in tipico stile tirolese e dove si può godere di bagni rilassanti nella vasca originale in legno e dei momenti di coccole e di riposo nel letto a baldacchino in legno.

campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia


campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia

campanile sommerso lago di resia

A fine serata una cena romantica a bordo piscina oppure all'interno del Castelletto dove poter degustare le specialità della zona, è il modo migliore per concludere una giornata di romanticismo tra il lago di Resia e la Val Venosta.

campanile sommerso lago di resia

E al mattino? Beh semplicemente distesi in suite con una prima colazione servita in camera con champagne! Se siete alla ricerca di qualcosa di romantico per la vostra compagna o compagno questo pacchetto è quello che fa per voi! Il prezzo è da € 317,00 pp per due notti.
Per scoprire tutto quello che include il pacchetto, potete pure mandarmi una mail a andreapizzato76@gmail.com oppure contattare l'hotel direttamente facendo riferimento all'offerta del blog


7 commenti:

  1. Caro Andrea, a dire la verità la leggenda la ho sentita in diversi modi, certo che con questa carrellata di foto ci ai fatto vedere la bellezza delle nostre montagne, e dove si più veramente riposare...
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. sempre emozionante visitare questo lago. Ciao

    RispondiElimina
  3. Ecco un posto dove andavo in vacanza da bambina con i miei genitori. Mi ricordo che noleggiavamo il pattino, stavamo proprio nell'hotel che sta sul lago e andavamo sino al campanile. Ora ho 50 anni ma ogni anno da Lermoos ci vado per una giornata, su Junio ha lo stesso fascino che ha avuto anche su di me. Anzi quando aveva 6 anni mi allagò la sua stanza per costruire "den den acqua" (così lo chiamava da piccino) con il lego e sommergerlo d'acqua. No comment! Lo sai che un anno (credo una decina di anni fa) lo abbiamo trovato completamente in secca, si arrivava al campanile praticamente a piedi!Mamma mia che impressione! Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Devo dire che questo blog è davvero interessante, belle le foto e i luoghi, buona serata

    RispondiElimina