Canyon del Bletterbach: info e cosa vedere

Una visita al canyon del Bletterbach significa immergersi in panorami unici che raccontano la storia delle Dolomiti.
In molti lo paragonano al famoso Grand Canyon. Anche se il paragone è un tantino esagerato, la gola del fiume Bletterbach stupisce fin da subito tutti i visitatori.
Siamo tra Bolzano e la Val di Fiemme e, per chi non lo conoscesse, il canyon del Bletterbach è una profonda spaccatura che ha lasciato inalterate le stratificazioni, nonostante l'erosione abbia trascinato a valle 10 miliardi di tonnellate di roccia. L'intaglio è stato scavato dall'acqua che ancora continua a scorrere con una successione di cascate.

LA STORIA DELLE DOLOMITI
Una storia cominciata 250 milioni di anni fa con una serie di eruzioni vulcaniche, più o meno all'altezza dell'Equatore, che oggi troviamo qui, depositata sul letto del torrente: la cosiddetta piattaforma porfirica riconoscibile nelle rocce di color rosso grigio sul fondo del canyon.

canyon del bletterbach

Il fondo del mare sprofondava, mentre alghe e coralli costruivano lentissimamente enormi scogliere calcaree, che venivano sepolte da immensi depositi sedimentari e/o distrutte da fenomeni sismici e vulcanici. Andò avanti così per delle ere geologiche, finchè ad un certo punto, ottanta milioni di anni fa, il continente africano cominciò a spostarsi verso nord. Così facendo, iniziò a premere sul fondo del mare, e lo compressò fino a sollevarlo: nacquero le Alpi, quindi le Dolomiti, che cominciarono a emergere oltre il livello del mare 25 milioni di anni fa. All'interno ci sono le impronte di fossili, piante e conchiglie rimaste immortalate per l'eternità.

canyon del bletterbach

Lo stesso Corno Bianco, la montagna da cui nasce la gola del Bletterbach, è il prodotto di alghe marine che abitavano i fondali bassi, ricchi di ossigeno, dove lasciavano i loro scheletri di roccia calcarea. 

canyon del bletterbach

canyon del bletterbach
 
CENTRO VISITATORI
La visita al canyon del Bletterbach non può che iniziare dal centro visitatori di Aldino, dove vengono illustrati i processi che hanno portato alla formazioni rocciose nel canyon. All'interno sono ospitati numerosi reperti fossili, come orme di dinosauri, conchiglie, piante e pesci fossilizzati e si possono ottenere tutte le informazioni necessarie per organizzare la propria giornata.

canyon del bletterbach

canyon del bletterbach

GEOTOUR
Il modo migliore per visitare questa meraviglia della natura è partecipare ad una visita guidata con un itinerario di 4 km, dislivello 250 metri, e della durata di 3H30, che vi permetterà di scoprire tutti i segreti di quello che può essere ribattezzato il Gran Canyon italiano, in un viaggio che attraversa 280 milioni di anni di storia.

canyon del bletterbach

I tour si svolgono ogni giorno (da maggio ad ottobre, controllare sempre gli orari per riconferma) con partenza alle ore 10,30. Sono indispensabili caschetti (noleggio presso il centro visitatori), un abbigliamento adeguato e scarpe trekking!
Oltre alla visite guidate regolari, viene proposto un ricco programma di escursioni ed eventi a tema che vi consiglio di controllare bene nel sito del parco.
NB. per chi volesse visitare il parco con una guida seguendo un altro itinerario e la propria andatura, può richiedere una guida privata.

SENTIERI
Il canyon del Bletterbach è un vero paradiso per gli amanti del trekking. I sentieri principali sono 5, tutti ben segnati e di diverse difficoltà. Alcuni sentieri nel bosco conducono a diversi punti belvedere affacciati sull'orlo del precipizio!! Un'esperienza davvero da non perdere.
Presto nel blog ve li descriverò tutti quanti.

canyon del bletterbach

canyon del bletterbach

MUSEO GEOLOGICO
La giornata può concludersi con una visita al museo GEOlogico di Redagno che accompagna alla scoperta di milioni di anni di storia della terra e racconta il sorgere e lo sviluppo delle Dolomiti. Lo si può raggiungere anche con un servizio navetta.

canyon del bletterbach

Per una giornata immersi nella storia delle montagne più belle del mondo!
 

Per informazioni, orari escursioni, itinerari e aperture, visita il sito ufficiale GEOPARC Bletterbach
foto credits Geoparc Bletterbach 


2 commenti:

  1. Caro Andrea, le tue belle foto, non ci si stanca mai di guardarle.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Dei posti spettacolari, tu li godi dal vivo e magari chi come me non è mai stata, almeno virtuale e non si sa mai il giorno di domani se non diventa realtà.

    RispondiElimina