venerdì 30 settembre 2016

Cosa visitare a Bolzano in un giorno

Bolzano è senza dubbio una tappa che merita dedicare del tempo se si trascorrono dei giorni sulle Dolomiti. Visitare Bolzano è molto semplice: il centro non è molto grande e lo si può vedere tutto a piedi.
Ho la fortuna di visitare Bolzano prima del mio tour sui parchi naturali dell'Alto Adige e, avendo quasi una giornata intera a disposizione, ne approfitto per visitare la “Porta delle Dolomiti”, luogo di incontro unico fra tradizione e modernità, estro latino e precisione tedesca.
Il mio itinerario alla scoperta di Bolzano inizia da piazza Walther, il salotto buono della città, intitolata a Walther von der Vogelweide la cui statua di trova al centro della piazza. La postura, rivolta verso sud, era la una risposta del governo austroungarico alla statua che Trento aveva eretto a Dante.
Tutta la piazza è circondata da bellissimi ed eleganti caffè, ed è sede in inverno dell'importante mercatino di Natale.


cosa vedere a bolzano
la visita inizia da piazza Walther con il suo Duomo
Sul lato sud-ovest trovo il Duomo, a mio avviso meglio dall'esterno, con il suo campanile e il suo tetto policromo, coperto da tegole smaltate. L'interno, invece, lo trovo abbastanza buio, una costante comunque del gotico nordico.
Poco più avanti del Duomo, oltre la via Posta, merita una visita la Chiesa dei Domenicani. Qui pochi sanno che si nasconde una piccola cappella degli Scrovegni di Bolzano. Ebbene si, a fianco del coro, la cappella di San Giovanni è decorata da affreschi di scuola giottesca dove vengono raffigurate Storie del Battista e un ciclo dedicato alla Madonna.

cosa vedere a bolzano
interno della cappella di San Govanni

cosa vedere a bolzano

Ritorno nei miei passi verso piazza Walther e raggiungo la piazza del Grano dove spicca la casa della Pesa, così chiamata perchè fino al 1780 vi si trovava la pesa pubblica; sulla facciata si vedono resti di affreschi seicenteschi.
cosa vedere a bolzano
piazza del Grano

bolzano

Dalla piazza del Grano arrivo in Via dei Portici, il cuore dell'antico borgo mercantile e ora la via centrale dello shopping. Se cercate articoli sportivi oppure abbigliamento in stile tirolese questo è il posto che fa per voi!

bolzano
via dei Portici

via dei portici
passeggiando sotto i portici
E' bello passeggiare sotto i portici e ammirare le facciate con i caratteristici sporti. Io l'ho fatto prima su un lato e poi sono tornato indietro ed ho fatto l'altro :))
Alla fine sono uscito in Piazza delle Erbe, cinta da caratteristici palazzetti, il luogo del mercato della frutta con bancarelle permanenti che espongono in bell'ordine frutta ortaggi, speck e salumi, formaggi, pane e fiori. La piazza delle Erbe fu realizzata nel Duecento interrando il fossato che circondava le mura.

bolzano
piazza delle Erbe

bolzano
una delle tantissime bancarelle


hopfen
locande antiche nel centro di bolzano

Proseguo dal fondo della piazza ed a arrivo alla gotica chiesa dei Francescani, con un grazioso chiostro trecentesco su colonnine.

bolzano
il chiostro dei Francescani
Prossima tappa il Museo Archeologico dell'Alto Adige, meta ogni anno di migliaia di visitatori che arrivano da tutto il mondo per vedere Otzi, la più antica mummia naturale mai ritrovata, scoperta nel 1991 sul ghiacciaio del Similaun in Val Senales.

otzi
Otzi in versione modello :(( peccato non poter fare foto all'originale
Avevo già visitato il museo tempo fa, ma avendo la Bozen Card, posso entrare gratuitamente approfittando di vedere nuovamente Otzi. La mummia si osserva da un piccolo oblò e ammetto che è una vera emozione; il resto del museo, invece, mi ha lasciato un po' indifferente come la volta scorsa.
Tempo di pranzo e mi fermo sulle panchine del parco sul lungo fiume Talvera a mangiare il mio pranzo a sacco.

bolzano
per uno spuntino veloce, bratwurst - meraner
Non ho scelto a caso questa location: dal lungo Talvera parte la passeggiata che conduce in circa 40 minuti a Castel Roncolo. Il percorso segue il corso del fiume e lo attraversa alla fine della valle con un ponte, poi ancora qualche minuto di cammino e si arriva ai piedi del castello. Un ripido sentiero conduce alla biglietteria dove ogni pomeriggio (da marzo a novembre) si può prendere parte ad una visita guidata con un piccolo supplemento sul prezzo d'ingresso.
Castel Roncolo è anche chiamato il maniero illustrato per la quantità e qualità di affreschi presenti all'interno delle sue sale.

castel roncolo
castel roncolo visto dalla passeggiata


bolzano
il cortile di Castel Roncolo
In effetti, non appena si visitano le prime stanze, sembra di entrare in un'altra realtà. La decorazione delle sale è la più articolata testimonianza della pittura medievale di soggetto profano in Europa, un vero squarcio di conoscenza sulla cultura cortese del gotico internazionale: scene di caccia, di danza, tornei cavallereschi, stemmi nobiliari e intrighi di famiglia. 

castel roncolo
una sfilata di moda del Medioevo
Segreti e misteri che senza la presenza di una guida non se ne verrebbe a conoscenza. Bellissimi gli affreschi di Tristano e Isotta, molto più scuri rispetto agli altri delle altre sale, secondo la tecnica della terra verde, tranne le parti cruente della leggenda, dove spicca il rosso sangue. Alla fine la visita è stata davvero interessante e consiglio a tutti di lasciare per un po' il centro di Bolzano e visitare Castel Roncolo. Se non si vuole fare la passeggiata a piedi c'è un servizio di navetta che conduce dal centro città al castello.
Rientro in centro a Bolzano, sempre lungo la passeggiata Talvera, e mi fermo per una meritata sosta in pasticceria. Ebbene si, il pranzo a sacco non è stato sufficiente :((
In mattinata avevo avvistato la vetrina della pasticceria Lintner Konditorei, e così, visto che mi trovo nei paraggi, mi fermo per una bella fetta di strudel con panna. Ottimo!
 
strudel di mele


bolzano

La mia visita di Bolzano è quasi terminata. Rimane del tempo per passeggiare lungo l'elegante via Argentieri e un anche un po' per via dei Bottai, l'antico ingresso in città per chi proveniva dalla Valle Isarco e dunque affollata di locande e osterie con le elaborate insegne in ferro battuto.
In pochi minuti ritorno in piazza Walther, dove ho iniziato il mio itinerario questa mattina, e do l'ultimo saluto a Bolzano, con la speranza di tornare presto :) Bis Bald!

ALTRE COSE DA FARE IN ALTO ADIGE
Scopri il mio Alto Adige 
Vedi tutte le mie escursioni in montagna
 

18 commenti:

  1. Il chiostro ancora non l'ho visitato. Ma farò in modo di farlo presto.
    Bellissima Bolzano.
    Un abbraccio
    Maggie Dallospedale Fashion diary - Fashion blog

    RispondiElimina
  2. Lovely place for strolling!

    Have a great new month October :)

    http://beautyfollower.blogspot.gr/

    RispondiElimina
  3. Conosco bene Bolzano ci sono state tantissime volte e ce sempre qualcosa da scoprire. Belle immagini ottima la Bratwurst Apfelstrudel ottimo ma lo preferisco senza panna magari con frutti di bosco caldi.
    Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah si lo stridel di mele di solito è accompagnato con crema di vamiglia calda :)) ma non si può avere tutto :((

      Elimina
  4. una bellissima città! ottima descrizione

    RispondiElimina
  5. Otzi! Già lui da solo vale il viaggio!

    RispondiElimina
  6. Bell' articolo e belle foto, complimenti!

    RispondiElimina
  7. una bellissima città! ci sono stato per i mercatini

    RispondiElimina
  8. Bolzano è una meraviglia, un piccolo scrigno e poi quest'estate ho scoperto la cappella di San Giovanni e il quartiere di Gries - S. Quirino. Vale la pena di andarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh quella non è fatto a tempo :( sarà per la prossima volta!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...