Escursione al rifugio Falier e malga Ombretta partendo da Malga Ciapela, ai piedi della Marmolada

L'escursione alla malga Ompretta e rifugio Falier è di sicuro l'escursione più suggestiva e conosciuta in zona Malga Ciapela - Marmolada
Punto di partenza per la mia escursione al rifugio Falier è la partenza della funivia. Da qui seguo le indicazioni per il campeggio “Malga Ciapela”. Lo attraverso praticamente tutto e continuo sempre dritto passando accanto all'Agriturismo Malga Ciapela.

rifugio falier malga ombretta
il rifugio Falier ai piedi della Marmolada
Superato l'agriturismo, seguo  fedelmente il sentiero n 610 che attraversa un ponticello di legno e inizio a salire ripidamente a tornanti nel bosco.

rifugio falier malga ombretta
si parte da Malga Ciapela
Arrivato ad un bivio, seguo il sentiero che va sulla destra ammirando tutto il dislivello appena percorso.. wow! Un panorama bellissimo che spazia su tutta la valle! Ma ne manca ancora di strada per il nostro rifugio Falier e malga Ombretta.

malga ciapela
tutto il dislivello fatto da malga ciapela
In pochi minuti entro in Val Ombretta. Da subito la visione della parete sud della Marmolada appare maestosa: un enorme bastione di roccia sembra rincorrere guglie dolomitiche sfidando il cielo.

rifugio falier malga ombretta
salendo verso malga Ombretta

rifugio falier malga ombretta
la parete sud della Marmolada
Ora il sentiero si fa più dolce. Siamo nel cuore geografico delle Dolomiti. Mi lascio alle spalle il bosco e continuo fino a Malga Ombretta a m. 1904, Una piccola sosta per riposarmi e via di nuovo in marcia per l'ultimo tratto che mi condurrà al rifugio Falier.

rifugio falier malga ombretta
arrivati a Malga Ombretta

rifugio falier malga ombretta
ottimo lo yogurt con il miele
Eretto nel 1911, rappresenta uno dei primi rifugi alpini. Durante il primo conflitto mondiale fu incendiato e dopo la ricostruzione divenne un'importante base d'appoggio per scalatori o escursionisti che desiderano fare la traversata della Marmolada.
Questa zona narra le vicende anche di due rifugi: il Contrin, ex sede del comando austro-ungarico, in Val di Fassa - Trentino, e il Falier, ex comando italiano, in provincia di Belluno

rifugio falier malga ombretta
verso il rifugio Falier

rifugio falier malga ombretta
sosta al rifugio Falier
Sosta per il pranzo a sacco e un po' di meritato riposo ammirando la parete delle Regina delle Dolomiti. Che spettacolo! Volendo, per chi ha voglia e tempo, si può raggiungere il Passo Ombretta, con il sentiero 610, l'antico confine tra Austria e Italia.  Da lì il panorama è ancora più spettacolare.
In totale ho impiegato due ore ( solo andata) da Malga Ciapela per un dislivello complessivo di 550 metri.

rifugio falier malga ombretta
incontri tornando verso Malga Ciapela
Saluto il rifugio Falier e rientro per lo stesso sentiero del'andata, facendo una sosta a Malga Ombretta per un ottimo yogurt con miele! Davvero imperdibile. Ve lo consiglio!
Via di nuovo nel bosco, e scendo ripidamente a Malga Ciapela dove finisco l'escursione.
 

ALTRE COSE DA FARE IN AGORDINO:

6 commenti:

  1. Luoghi incantevoli esaltati da splendidi click

    RispondiElimina
  2. queste persiane bianche celesti mi hanno fatto tornare in mente le case argentine... e il loro patriottismo ^_^

    RispondiElimina
  3. che vista!! sembra anche facile

    RispondiElimina