Giro delle malghe del Vanoi

Bellissima escursione che ci accompagna in uno degli angoli più verdi del Trentino, il Vanoi.

Dopo aver risalito in auto la valle da Canal San Bovo e Caoria, parcheggiamo nei pressi del rifugio Refavàie. Qui ha inizio la nostra escursione.
Dal rifugio facciamo qualche passo indietro e superiamo il ponte sul torrente Vanòi. Prendiamo la strada forestale sulla destra orografica, che in falsopiano sale fino al bivio di quota 1236 metri. Qui tralasciamo la prosecuzione per il Passo Cinque Croci e passiamo il torrente verso destra su un guado con fondo in cemento e risaliamo la strada forestale, con frequenti tornanti sulla destra orografica del Vallone dei Laghetti.

giro delle malghe vanoi


giro delle malghe vanoi

MALGA COPOLA'

Giunti ad una sbarra, teniamo la sinistra e, in pochi minuti, arriviamo al Bivacco Malga Copolà di Sotto. Breve sosta per il pranzo a sacco e ci riposiamo un èo' ammirando il panorama.  Ritornati alla sbarra, proseguiamo su strada instabile ed a tratti franosa, verso il fondo del Vallone dei Laghetti, dove in qualche tratto il bosco si apre mostrando un bel panorama sulla Cima Paradisi sopra Caorìa e sulle Vette Feltrine.


giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi

LAGO NERO

Dallo spiazzo dove la strada termina, facciamo una piccola deviazione al Lago Nero, tra mirtilli e rododendri, seguendo una traccia evidente che si stacca verso destra. Putroppo troviamo il lago prosciugato,  spero che voi abbiate più fortuna di noi!


giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi

MALGA LAGHETTI

Continuiamo su buon sentiero, fino ad incontrare sul versante opposto della valle la forestale CAI 320, che percorriamo in discesa fino ad una radura dove si trova la Malga Laghetti, in panoramica posizione sulla Cima d'Asta.  Il Vanoi è un territorio ricco di malghe. In queste montagne viene prodotto il famoso botiro di Primiero, un burro conosciuto già all'epoca della Serenissima e ora presidio slow food. Qui potete leggere tutte le sue qualità.


giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi


Attraversiamo interamente la radura fino ad incontrare un torrente e, dopo una brusca risalita, prendiamo a destra il sentiero CAI 320, lasciando la strada che invece prosegue in quota in direzione della Valle di Coldosè. Ancora in marcia e proseguiamo per mulattiera di guerra attraversando il Bosco del Capriolo, per sbucare infine nei pressi dell'omonimo piccolo nucleo di case.


giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi

giro delle malghe vanoi

Da qui scendiamo verso destra e in pochi minuti ritorniamo al Rifugio Refavàie, luogo ideale per fare una sosta per un meritatissimo strudel di mele!



ALTRE ESCURSIONI DA FARE IN ZONA:

10 commenti:

  1. Tu con i tuoi articoli ci fai viaggiare dal divano di casa ... Speriamo di poterci andare presto. Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Caro Andrea, noi siamo sempre al tuo fianco, ma se anche virtualmente è bello esserci.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Bellissimo giro fatto l'anno scorso, aver letto il tuo racconto è come esserci ritornato. Grazie

    RispondiElimina
  4. quanto mi manca il trentino !
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  5. non conoscevo questo posto. grazie per la condivisione!

    RispondiElimina