La leggenda del Ponte del Diavolo di Torcello

Tra le cose poco conosciute e segrete di Venezia e dintorni, troviamo la leggenda del Ponte del Diavolo di Torcello.

Questo ponte è molto conosciuto e sono tantissime le persone che si fermano a fotografarlo, ma poche di loro, però, ne conoscono la leggenda.

Con il post di oggi sul blog  andiamo a scoprirla:




ponte del diavolo torcello leggenda

LEGGENDA PONTE DEL DIAVOLO TORCELLO

Nell'epoca della dominazione dell'Austria a Venezia, una ragazza di una nobile famiglia veneziana si innamorò di un ufficiale di Vienna dell'impero asburgico.


Quando la relazione proibita venne alla luce, la famiglia della ragazza, per vergogna, la fece allontanare dalla città, mentre il giovane ufficiale fu ritrovato accoltellato. 

 

Quando la giovane venne a sapere della morte dell'amato, le crollò il mondo addosso e si consolò solo quando un amico le promise che avrebbe trovato un modo per ricongiungerla con il suo amato.


L'uomo si rivolse a una vecchia maga che sapeva come evocare il demonio, detentore delle chiavi dello spazio e del tempo.


La maga e il demone si diedero appuntamento al ponte di Torcello il 24 dicembre, poichè in quella data gli spiriti benigni sarebbero stati troppo occupati per accorgersi di loro.


Alla vigilia di Natale, dunque, la maga si recò sul ponte ed evocò il demonio. Quando questo comparve, la donna gli chiese le chiavi del tempo e dello spazio, promettendo in cambio le anime di sette neonati non ancora battezzati nell'arco di sette giorni. 

 


Preso dall'avidità, il demonio accettò e le diede subito le chiavi. Questa le gettò nell'acqua e subito sotto il ponte comparve l'ufficiale: la nobile veneziana potè riunirsi a lui e i due vissero felici in un'altra dimensione.


Sette giorni dopo, il demone ricomparve sul ponte in attesa della maga e delle anime promesse, ma questa nel frattempo era perita in un incendio. 

 

Da allora, ogni anno alla vigilia di Natale il diavolo passa sul ponte di Torcello con le sembianze di un gatto nero, in eterna attesa delle sue sette anime.


ponte del diavolo torcello

torcello


TORCELLO E DINTORNI

Il Ponte del Diavolo è la prima cosa che si può vedere a Torcello. Potete poi continuare la visita con gli altri monumenti dell'isola, proseguire per Burano, Murano o fare una sosta a San Francesco del Deserto. Il modo ideale per passare due giorni a Venezia, concentrandosi magari con piazza San Marco, Dorsoduro e Zattere il primo giorno, e poi con le isole della laguna il secondo.


Invece, se conoscete  già bene la zona, vi consiglio di seguire una delle mie passeggiate in laguna di Venezia e scoprire l'altra anima della Serenissima, quella meno turistica e conosciuta, ma di grandi silenzi e fascino.


VEDI ANCHE:

La sezione del blog dedicata a VENEZIA e al VENETO

0 commenti:

Posta un commento