5 escursioni trekking da non perdere sul lago di Ledro

Il lago di Ledro è un vero paradiso per le escursioni trekking e passeggiate. Complici le “basse “ altitudini, queste escursioni si possono effettuare quasi tutto l'anno, partendo dai 65 della strada del Ponale, a contatto con il lago di Garda, ai 2000 del Monte Cadria. Dopo aver passato un bellissimo soggiorno in questo angolo di Trentino, ho pensato di scrivere questo post dedicato alle 4 escursioni e passeggiate da non perdere sul lago di Ledro.

lago di ledro escursioni trekking
i monti attorno al lago di Ledro
Come inizio consiglierei di partire con la più facile (magari il primo o ultimo giorno di vacanza) e quindi con:
1) CASCATA GORG D'ABISS - facile
Uno dei simboli di tutta la Valle di Ledro. Sbuca inaspettata dalle rocce alla fine di un profondo canyon formato nei secoli dal torrente Massangla. La cascata è raggiungibile con una breve passeggiata lasciando l'auto a Tiarno di Sotto, in Via Vsen, dove vi è possibilità di parcheggiare.
Si parte dal Mulino dei Bugatini e si attraversa il bosco costeggiando il Rio Massangla; lungo il percorso si possono ammirare diverse cascatelle d'acqua e dopo una camminata di 10-15 minuti si può vedere la cascata scendere tra le rocce.
 
il Gorg d'Abiss
camminando nei pressi della cascata

2) LA MADONNINA DI BESTA - facile
Un'altra facile escursione, questa volta panoramica e consigliabile da fare al tramonto. Si parte da Via dei Colli, proprio nelle vicinanze del Museo delle Palafitte, su strada asfaltata, prima nel bosco e poi tra i prati. Quando la strada asfaltata finisce si svolta a sinistra in prossimità di una baita e si segue il sentiero che porta alla Madonnina. Bellissimo il panorama su tutto il lago di Ledro, una posizione unica che permette di godere di una vista mozzafiato.
Il ritorno lo si effettua lungo lo stesso sentiero. 
50 minuti e 200 metri di dislivello

vista dalla Madonnina di Besta sul lago di Ledro

3) STRADA DEL PONALE - media
Una delle escursioni più conosciute del lago di Ledro, un'escursione che collega Riva di Ledro a Riva del Garda seguendo il tracciato dell'antica strada che collegava le due aree.

la strada del Ponale verso Riva del Garda
Vi avevo già descritto questa escursione partendo da Riva del Garda, ma se vi trovate in valle di Ledro vi consiglio di partire dal lago, lungo il percorso ciclo-pedonale, e di svoltare a sinistra prima del tunnel che porta a Pregasina, imboccando la vecchia mulattiera che portava al porto Ponale. Sulla destra è possibile vedere i resti di una calchera, sulla sinistra quelli di una vecchia centrale idroelettrica. La mulattiera si congiunge poi alla strada del Ponale, costruita a strapiombo sul lago di Garda e ora sentiero per trekking e bici. Il percorso termina a Riva del Garda, presso la centrale idroelettrica. Il ritorno lo si può effettuare lungo lo stesso sentiero oppure prendere un autobus. 
Calcolate 4 ore e 300 metri di dislivello

lungo la strada del Ponale

4) MONTE CORNO - impegnativa
Si parte da Rifugio Garibaldi oppure da Bochet di Casèt e si continua lungo il sentiero 456B che con vari saliscendi tra creste e cime e alcuni tratti attrezzati che compongono il sentiero Mora – Pellegrini, porta fino alla vetta del Monte Corno a metri 1732. Da qui bellissimo panorama su tutto il lago di Ledro e una parte del lago di Garda.

lago di ledro
Blue Window
salendo verso il Monte Corno



il lago di Ledro dalla cima del monte Corno
in cima
Il ritorno lo si effettua scendendo sempre lungo il sentiero 456B fino al Bochet de Spinera e poi sul 456 verso Malga Giù. Ultimo strappo in salita sul sentiero 419 e si ritorna al punto di partenza. 
Calcolate 4-5 ore per tutta l'escursione e circa 700 metri di dislivello. 
Per leggere tutti i dettagli, visitate il mio post dedicato all'escursione al Monte Corno da Passo Tremalzo




sulla via del ritorno

5) RIFUGIO PERNICI - media
Si sale in macchina fino a Lenzumo. Da qui si prende la strada asfaltata in direzione Rifugio Pernici. Si sale per qualche centinaio di metri sulla strada e dopo i vari fienili su curva a sinistra si prende il sentiero Sat 403. Il sentiero è ripido e ben segnato fino a Malga Trat. Quindi si prende la strada e si seguono le indicazioni per il Rifugio Pernici. Il ritorno può avvenire lungo lo stesso percorso dell'andata. 
Circa 800 metri di dislivello.

riugio Pernici, credits APT Valle di Ledro


Queste sono solo alcune delle tantissime escursioni che si possono fare sul Lago di Ledro. Un piccolo assaggio di quanto può offrire questo paradiso outdoors sui monti del Trentino.

INFO UTILI:
Per maggiori informazioni su escursioni e passeggiate da fare sul lago di Ledro, consulta il sito ufficiale dell'ente del turismo Valle di Ledro

ALTRE COSE DA FARE SUL LAGO DI LEDRO

0 commenti:

Posta un commento